for women loving


per ottenere i prodotti tecnologici medico sanitari di questa AZIENDA: world global network ti dovere iscrivere necessariamente alla mia pagina aziendale!


Per clienti :

https://my.worldgn.com/store/lscarola60

Per iscrivere persone nella mia rete:

http://my.worldgn.com/join/lscarola60

Con questo link si ha una descrizione dettagliata e molto ben fatta di Helo il braccialetto elettronico che misura tutti i parametri vitali
Biozen unico dispositivo al mondo certificato e testato per abbattere l'elettrosmog che danneggia il nostro cervello e il nostro DNA
Di seguito il link del video





































http://my.worldgn.com/join/lscarola60


===============
http://my.worldgn.com/join/lscarola60
per ottenere i prodotti di questa AZIENDA vi dovere iscrivere alla mia pagina aziendale!


for women loving Click Here! for women loving


Krav Maga disponibile online @UniusRei

Krav Maga disponibile online @UniusRei

shalom love live Israel kingdom i am: Unius REI governor worldWide universal brotherhood, and i am messiah jewish lorenzoJHWH metaphisical King of Kings


I am UNIVERSAL metaphysical POLITICAL MINISTRY Kingdom ISRAEL. Nega il DEBITO! ANY EVIL SpA 666 SHARIA born from FMI NWO 322 Bilderberg 187audioHosem

IBAN: IT55H0760104000001016405753

bisogna passare al SIMEC, nega il DEBITO!

I saw, God bless, good work
===================

for women loving Click Here! for women loving

===================

Click corso di difesa personale Here!

Click Here!

===================


Cerca nel blog

lunedì, luglio 30, 2018

lontano i democratici da Israele



The Israeli army justified its first operational use of David’s Sling last week, addressing perceived shortcomings in the new anti-missile system’s performance.


By: World Israel News Staff

The IDF addressed its use last week of the David’s Sling missile defense system in response to missiles fired from Syria.

The incident represented Israel’s first operational use of the anti-missile technology, which did not successfully destroy the Syrian target missiles.


According to comments released by the IDF, the decision-making process leading up to deployment of David’s Sling was sound, and shortcomings with regard to the outcome of the incident can be chalked up to technical difficulties.

The Syrian missiles spent a minute and a half airborne and were subsequently identified as Russian-made SS-21 Scarab missiles, also known as OTR-21 Tochka missiles, with a range of about 60 miles.


“In the past few days, a complete operational inquiry was conducted by the Air Force, which found that the decision-making process of identifying the threat, considering the short amount of time, was correct,” the army announced according to Times of Israel, based on an investigation into last Monday’s incident.

The decision to press David’s Sling into service was apparently based on the army’s conclusion that the the Syrian missiles were on their way toward Israeli territory, with the anti-missile interceptors launched at the last possible moment.


While the army’s investigation revealed that one of the interceptors was diverted after it was determined that the missile would land in Syrian territory, no explanation was provided for the fate of the second interceptor or the missile after which it was sent.

David’s Sling joined Israel’s the Iron Dome and Arrow systems in spring of 2017 as the middle tier of the Jewish state’s missile defense infrastructure. David’s Sling is capable of intercepting mid-to-long-range ballistic missiles with ranges between 25-190 miles, while the Arrow 2 and 3 systems have the longest-range capabilities and Iron Dome is used to intercept short-range targets.

nited with Israel Is Visiting Temple Mount 'Zionist ISIS-ism'? Abbas Vows to Keep Paying Terrorists; Netanyahu Defense Nation-State Law; IDF Spokesman to Hamas: What are You Hiding?



L'esercito israeliano ha giustificato il suo primo utilizzo operativo di David's Sling la scorsa settimana, affrontando le carenze percepite nelle prestazioni del nuovo sistema antimissile.


Da: World Israel News Staff

L'IDF ha parlato del suo utilizzo la scorsa settimana del sistema di difesa missilistica di David Sling in risposta ai missili sparati dalla Siria.

L'incidente rappresentò il primo utilizzo operativo israeliano della tecnologia anti-missile , che non distrusse con successo i missili bersaglio siriani.


Secondo i commenti rilasciati dall'IDF, il processo decisionale che ha portato al dispiegamento di David's Sling è stato solido, e le carenze relative al risultato dell'incidente possono essere colmate con difficoltà tecniche.

I missili siriani hanno trascorso un minuto e mezzo in volo e sono stati successivamente identificati come missili da scarabeo SS-21 di fabbricazione russa, noti anche come missili OTR-21 Tochka, con un'autonomia di circa 60 miglia.


"Nei giorni scorsi è stata condotta un'indagine operativa completa dall'Air Force, che ha rilevato che il processo decisionale di identificazione della minaccia, considerando il breve lasso di tempo, era corretto", ha dichiarato l'esercito secondo il Times of Israel. , basato su un'indagine sull'incidente dello scorso lunedì.

La decisione di mettere in servizio lo Sling di David era apparentemente basata sulla conclusione dell'esercito secondo cui i missili siriani si stavano dirigendo verso il territorio israeliano, con gli intercettori anti-missile lanciati all'ultimo momento.


Mentre l'indagine dell'esercito ha rivelato che uno degli intercettori è stato deviato dopo che è stato determinato che il missile sarebbe atterrato nel territorio siriano, non è stata fornita alcuna spiegazione per il destino del secondo intercettore o del missile dopo il quale è stato inviato.

David's Sling è entrato a far parte del sistema Iron Dome e Arrow di Israele nella primavera del 2017 come il livello intermedio dell'infrastruttura di difesa missilistica dello stato ebraico. David's Sling è in grado di intercettare missili balistici di medio-lungo raggio con distanze comprese tra 25 e 190 miglia, mentre i sistemi Arrow 2 e 3 hanno le capacità più a lungo raggio e Iron Dome viene utilizzato per intercettare bersagli a corto raggio.
‘I Don’t Know What will Happen to Me and the Children,’ Says Widow of Terror Victim
Far-Left Candidates Pushing Democrats Further Away from Israel
WATCH: Soldier-Slapper Comes Home to Hero’s Welcome, Vows to Continue ‘Resistance’





Far-Left Candidates Pushing Democrats Further Away from Israel





34 Comments Print Email



Jul 29, 2018
Related:
anti-semitism
BDS
Bernie Sanders
Democratic party
Israel-US relations

a
il trionfo della Boldrini: "il loro stile di vita sarà anche il nostro stile di vita. "Cinesi assumono italiani: 400 euro al mese, 9 ore al giorno tutti i giorni – VIDEO https://voxnews.info/2018/07/29/cinesi-assumono-italiani-400-euro-al-mese-9-ore-al-giorno-tutti-i-giorni-video/


RISPONDI




lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7 ore fa
kill aliens abductions In risposta straker( https://sptnkne.ws/jhRA straker, le armi che i Russi e Cinesi riusciranno ad inventare tra 20anni, le armi segrete? gli USA le hanno già, in produzione, già oggi sono operative, gli USA in poche ore, possono coprire il cielo di una qualsiasi Nazione di così tanti droni A.I. e missili da crociera da frantumarla, e la Turchia potrebbe essere incenerita in qualsiasi momento!


RISPONDI




lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7 ore fa
Erdogan chiede ai BRICS l'ingresso della Turchia: https://it.sputniknews.com/politica/201807296300504-diplomazia-G20-geopolitica-cooperazione/ kill aliens abductions straker, Erdogan è già Santo, infatti tu sei stato già decapitato shariah da lui.. poi, pregherai gli israeliani che ti vengano a salvare dagli ottomani?


RISPONDI




lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7 ore fa
Corbyn pushed virulently anti-Israel conspiracy on Iranian TV.. DICE che Israele vuole destabilizzare Egitto, ma, sono gli egiziani a contestare lui https://worldisraelnews.com/corbyn-pushed-virulently-anti-israel-conspiracy-on-iranian-tv/#.W14nr0n-vDk.twitter


RISPONDI




lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN7 ore fa
We are unable to post your comment because you have been banned by World Israel News. NON RIESCO NEANCHE A TROVARE UN TWITTER LINK ESTERNO!


RISPONDI




lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN8 ore fa
@NavyVeteran68 SAID My account was hacked. Do not click on this link otherwise, yours will be also. Change your password if you have. #uniusREI #Governor ok #uniusREI #Governor @NavyVeteran68 all my 40 gmail accounts etc ... they are all protected by the priests of Satan of CIA A.I. Supernatural demonic entity and aliens abduction agenda (187AudioHostem has shown me to know all my passwords) because I am the Kingdom of Israel, the only possibility, that Pharisees Illuminati god Owl. eye lucifer: they have of being able to escape the fire of hell, in fact because of seigniorage banking: SpA FED IMF NWO: regime Bilderberg all the Religions of the planet have lost FAITH in God, but it is impossible for the priests of Satan to lose FAITH in God! tutti i miei 40 account gmail ecc ... sono tutti protetti dai sacerdoti di Satana della CIA A.I. Entità demoniaca soprannaturale e agenda dei rapimenti alieni (187AudioHostem mi ha mostrato di conoscere tutte le mie password) perché io sono il Regno di Israele, l'unica possibilità, che il Gufo degli Illuminati sia il Gufo degli Illuminati. occhio lucifero: hanno di poter sfuggire al fuoco dell'inferno, infatti a causa del signoraggio bancario: SpA FED IMF NWO: regime Bilderberg tutte le Religioni del pianeta hanno perso la FEDE in Dio, ma è impossibile per i sacerdoti di Satana perdere la FEDE in Dio!Leggi tutto


RISPONDI




lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN17 ore fa
non riuscirai a raccontare la tua storia ai 40000 preti che, hanno abbandonato il ministero per non essere costretti a fare i Gay pedofili e adulteri!



“The left is becoming more consistently hostile to Israel, and the Democratic Party is moving left,” commented an expert on the latest worrying developments in the Democratic Party.

By: Sean Savage/JNS

Much like the 2016 presidential election, the 2018 midterm congressional elections are shaping up to be one of the most contentious in recent memory. Democrats are attempting to retake both houses of Congress in a bid to serve as a check on US President Donald Trump and to rectify their embarrassing defeat in 2016. Yet for the American Jewish and pro-Israel community, the upcoming midterms and their results may also have a profound effect on the future of bipartisan support for Israel.

Many worry that the leftward shift among Democrats in their opposition to Trump during this election season may bring the party closer towards the anti-Israel views found on the party’s far-left, as exemplified by Vermont Sen. Bernie Sanders.

One of the biggest surprises so far in the primary season was the upset victory by Democratic Socialist candidate Alexandria Ocasio-Cortez over incumbent New York City Democratic Rep. Joe Crowley in a party primary in June.


Shortly after her surprising primary victory, Ocasio-Cortez was criticized for a tweet that said Israel was committing a “massacre” in Gaza, in reference to the deaths of more than 60 Palestinian rioters massed along the Israel-Gaza on May 14, most of whom were later acknowledged to be members of Hamas.

In July, Ocasio-Cortez again drew criticism in an interview with PBS’s “Firing Line” when she said, “I also think that what people are starting to see—at least in the occupation of Palestine—is just an increasing crisis of humanitarian condition and that to me is just where I tend to come from on this issue.”

When pressed to expand on her comments, she explained how “Palestinians are experiencing difficulty in access to their housing and homes. Oh, I think—what I meant is that the settlements that are increasing in some of these areas and places where Palestinians are experiencing difficulty in access to their housing and homes … ”

And then when asked again to clarify, Ocasio-Cortez acknowledged that she is not familiar with the facts of the Israeli-Palestinian conflict.

“I am not the expert at geopolitics on this issue,” she said with a laugh. “I am a firm believer in finding a two-state solution on this issue, and I’m happy to sit down with leaders on both of these—for me, I just look at things through a human-rights lens, and I may not use the right words. I know this is a very intense issue.”


While Ocasio-Cortez has drawn much of the attention, other Democratic candidates, such as Ilhan Omar, Leslie Cockburn and Scott Wallace, have also been criticized for their anti-Israel views or ties to pro-BDS groups.

Omar, a Minnesota state representative who is vying to replace Rep. Keith Ellison (D-Minn.)—himself a vocal critic of Israel during his tenure in the House and who has been tied to the anti-Semitic Nation of Islam leader Louis Farrakhan—has previously accused Israel of “evil doings” in the Gaza Strip, calling it an “apartheid state.”

Similarly, Cockburn, the Democratic candidate for Virginia’s fifth congressional district, wrote a book back into the early 1990s titled Dangerous Liaison: The Inside Story of the US-Israeli Covert Relationship that has been panned for peddling conspiracies theories and smears that depict Israel as manipulating US foreign policy. The New York Times noted in its review of the book at the time that it was dedicated to “Israel bashing for its own sake,” and that its message was that Israelis “are a menace” who are responsible for “everything that ails us.”

For his part, Wallace, a multimillionaire philanthropist and Democratic candidate for Pennsylvania’s first congressional district, was exposed for his family foundation’s donations of hundreds of thousands of dollars to organizations that promote the BDS movement, including Code Pink and Jewish Voice for Peace, according to a report by The Forward.
Democrats Lurching to the Left

Neil Strauss, digital director for the Republican Jewish Coalition, told JNS that the recent primary victories by far-left Democrats illustrate that the party is lurching to the left.


“On the rise of the far-left in the Democrat Party, look no further than Ocasio-Cortez, Wallace and Cockburn. They all won competitive Democrat primaries, and two of them did it in swing districts. They won because the party as a whole is shifting to the far-left, and that’s where their primary votes are. They seem to think it’s a good strategy, but we’re proving that it isn’t,” he said.

Strauss pointed to the RJC’s campaign to raise awareness of Wallace’s support for anti-Israel groups as proving that the strategy of moving to the far-left is a losing one for Democrats.

“When we told the voters in PA-01 about Wallace’s foundation’s support for anti-Israel groups, the Cook Political Report shifted the race from toss-up to lean Republican, and specifically cited our campaign. All we had to do was tell the voters the truth,” he said.
Democratic Establishment Not Standing Up?

At the same time, there has been concern that the so-called Democratic establishment is not doing enough to address the shift to the left within their party. Fingers point to Senate Minority leader Chuck Schumer (D-NY), who has a staunch record of supporting Israel, and other Senate veterans who have stood back a bit while the bashing has taken place.

In May, Independent Sen. Bernie Sanders, who has been a vocal critic of Israel’s policies towards the Palestinians, issued a letter that was signed by 12 other Democrats, including Senate veterans such as Sens. Diane Feinstein (D-Calif.) and Patrick Leahy (D-Vt.), urging Secretary of State Mike Pompeo to “alleviate the ongoing humanitarian crisis in the Gaza Strip.”


Sanders’s letter drew criticism from Haim Saban, an Israeli-American entertainment mogul who has donated tens of millions to Democrats over the years. Saban wrote a letter to several senators who had signed onto the letter, expressing “dismay” about the message.

“Senators, for you to listen to Senator Sanders and accuse Israel of being the main culprit is outrageous, misinformed, offensive and shows a lack of understanding of the region’s basic fundamentals,” Saban wrote in the email. “Do your homework, unless you have chosen to blindly follow Senator Sanders’ ill-advised, misinformed, simplistic, and ignorant lead.”

Criticism has also been directed at Sen. Kirsten Gillibrand (D-NY), a potential 2020 Democratic candidate for president, for praising Women’s March leaders Tamika Mallory and Linda Sarsour. Mallory has been tied to known anti-Semite and Nation of Islam leader Louis Farrakhan, while Linda Sarsour is a strong proponent of the BDS movement.

“These are women who are virulently anti-Israel, and who continue to embrace Louis Farrakhan and his unbridled anti-Semitism. Bernie Sanders is now defaming Israel by ignoring the facts and embracing the far-left’s conspiracy theories on Israel,” said Strauss.
Race Away from Israel

“Up and down the Democrat Party, you find elected officials that embrace these people, and they surely aren’t punished for it within their party. When it comes to support for Israel, among a lot of these Democrats, it has become a race to see who can run farthest from the United States’ close, fruitful relationship with Israel.”


Despite his criticism of Democrats, Strauss said that the RJC isn’t looking to take advantage of the shift to the left, but simply seeking to highlight it so that someone can bring the Democratic Party back into the pro-Israel fold.

“Our advocacy works better when pro-Israel policy is a bipartisan issue. We work hard on our side to make sure that the Republican Party is clearly known as a pro-Israel party. We also will continue to work hard to make sure that voters know if candidates are anti-Israel because by and large, the American people are pro-Israel, and they aren’t going to elect Israel-bashers,” he said.

For its part, the Jewish Democratic Council of America told JNS that the Democratic Party “remains a stalwart ally of Israel” and criticized Trump and congressional Republicans for “politicizing the relationship between our two countries.”

“In this election season, it is important that we not get distracted by Republican efforts to politicize support for Israel and distract the Jewish community from the agenda of the Trump administration, which is not aligned with the interests or values of the overwhelming majority of American Jews,” the group said.

The JDCA noted that right after Ocasio-Cortez’s primary victory, it issued a statement where it “disagreed” with her statements on Israel, while strongly condemning the BDS movement.


“Since issuing our statement, JDCA has been in touch with Ocasio-Cortez’s campaign to further that engagement, and as Ocasio-Cortez herself has said, she is in a learning process about Middle East issues. JDCA would like to be a part of that process,” said the organization.

Additionally, the JDCA said that it condemns Omar’s statements characterizing Israel as an “apartheid state,” as well as her egregious allegation that Israel is “hypnotizing the world” to ignore its so-called “evil doings.”

“JDCA will not endorse Omar if she emerges as the Democratic candidate following her August primary,” the group said.
A Fundamental Shift When it Comes to Israel

Daniel Pipes, president of the Middle East Forum, told JNS that there is a fundamental shift going on within the Democratic Party when it comes to the Jewish state.

“The left is becoming more consistently hostile to Israel, and the Democratic Party is moving left,” he said.


Still, favorable views of Israel are at some of the highest levels in decades, with 74 percent of US adults viewing Israel favorably, and especially among Republicans, with 83 percent viewing Israel favorably compared to 64 percent among Democrats.

“Republicans have consistently shown greater support than Democrats for Israel, partly because of conservative Christians’ beliefs about the biblical significance of Israel,” Gallup wrote in its analysis of the polling. “Another key factor in the especially wide gap since 2002 is likely Israel’s strong backing of the United States at the start of the Iraq War in 2003 and the strong support that Republican President George W. Bush showed for the Jewish state.”

“These pro-Israel sentiments are particularly strong among Republicans and have been growing in recent years,” according to Gallup.

However, Pipes explained that the current shift by Democrats does not mean that bipartisan support for Israel is entirely dead, as both conservatives and liberals have had shifting stances on Israel historically.

“In 1948, liberals were warm [towards Israel] and conservatives cool; in 1980, conservatives became warm; in 1991, liberals became cool. In other words, attitudes change over time,” he explained. “Bipartisan support for Israel is broken at this moment, but it could return.”


Indeed, when Israel came into existence in 1948, Democrats tended to champion the new nation, while Republicans tended to see Israel as a weak state and a liability during the Cold War. Following the overwhelming Israeli victory in the 1967 Six-Day War over Soviet-allied Arab states such as Egypt and Syria, America came to see Israel as a military powerhouse and a useful ally.

However, as the Cold War came to an end and the Israeli-Palestinian conflict took center stage in the 1990s and 2000s, Democrats—partially to appease their more liberal and younger Jewish constituents—began to become increasingly critical over its policies towards the Palestinians. Meanwhile, Republicans—backed by concerns over Islamic terrorism, fueled by shared religious and cultural affinity with the Jewish state, and having an older Jewish base—moved towards increasing their support for Israel.

As evidenced by the increasing criticism of Israel by progressives like Bernie Sanders and strong support from Republicans, this trend has continued in recent years.

Nevertheless, it remains to be seen how successful the new Sanders’s wing of the Democratic Party will be, while Pipes believes that establishment Democrats need to do a better job of making the case for Israel.

“The Sanders’s wing does seem to have momentum, but we won’t know which wing is winning until the elections in November,” said Pipes. “Schumer and the other liberal holdouts should reaffirm how Israel fits liberal ideals a lot better than its enemies.”I candidati di estrema sinistra spingono lontano i democratici da Israele






34 commentiStampa E-mail



29 luglio 2018
Relazionato:
antisemitismo
BDS
Bernie Sanders
Partito Democratico
Relazioni israelo-americane




"La sinistra sta diventando sempre più ostile a Israele, e il Partito Democratico si sta muovendo a sinistra", ha commentato un esperto sugli ultimi sviluppi preoccupanti nel Partito Democratico.

Di: Sean Savage / JNS

Proprio come le elezioni presidenziali del 2016, le elezioni parlamentari a medio termine del 2018 si stanno configurando come una delle più controverse della recente memoria. I democratici stanno tentando di riconquistare entrambe le case del Congresso nel tentativo di fungere da controllo sul presidente degli Stati Uniti Donald Trump e di rettificare la loro imbarazzante sconfitta nel 2016. Per la comunità ebraica americana e filoisraeliana, i prossimi midterms ei loro risultati potrebbero anche avere un profondo effetto sul futuro del sostegno bipartisan a Israele.

Molti temono che il cambio di sinistra tra i democratici nella loro opposizione a Trump durante questa stagione elettorale possa avvicinare il partito verso le posizioni anti-israeliane trovate nell'estrema sinistra del partito, come esemplificato dal senatore del Vermont Bernie Sanders .

Una delle più grandi sorprese finora nella stagione primaverile è stata la sconvolgente vittoria della candidata democratica socialista Alexandria Ocasio-Cortez sull'incombente rappresentante democratico di New York City, Joe Crowley, in una festa primaria a giugno.


Poco dopo la sua sorprendente vittoria primaria, Ocasio-Cortez fu criticato per un tweet che diceva che Israele stava commettendo un "massacro" a Gaza, in riferimento alla morte di più di 60 rivoltosi palestinesi ammassati lungo l'Israele-Gaza il 14 maggio, la maggior parte che in seguito furono riconosciuti come membri di Hamas .

A luglio, Ocasio-Cortez ha nuovamente criticato in un'intervista alla "Linea di fuoco" di PBS quando ha detto: "Penso anche che ciò che la gente sta iniziando a vedere - almeno nell'occupazione della Palestina - è solo una crescente crisi di condizioni umanitarie e questo per me è proprio da dove tendo a venire su questo tema ".

Quando ha insistito per ampliare i suoi commenti, ha spiegato come "i palestinesi stanno incontrando difficoltà nell'accesso ai loro alloggi e alle loro case. Oh, penso - volevo dire che gli insediamenti che stanno aumentando in alcune di queste aree e in quei luoghi in cui i palestinesi stanno incontrando difficoltà nell'accesso ai loro alloggi e alle loro case ... "

E poi, quando gli è stato chiesto di nuovo di chiarire, Ocasio-Cortez ha riconosciuto che non ha familiarità con i fatti del conflitto israelo-palestinese.

"Non sono un esperto di geopolitica su questo tema", ha detto ridendo. "Sono fermamente convinto di trovare una soluzione a due stati su questo tema, e sono felice di sedermi con i leader di entrambi: per me, guardo le cose attraverso un obiettivo per i diritti umani, e potrei non usare le parole giuste. So che questo è un problema molto intenso. "


Mentre Ocasio-Cortez ha attirato molta attenzione, altri candidati democratici, come Ilhan Omar, Leslie Cockburn e Scott Wallace, sono stati anche criticati per le loro opinioni anti-israeliane o legami con gruppi pro-BDS.

Omar, un rappresentante dello stato del Minnesota che sta gareggiando per sostituire il Rep. Keith Ellison (D-Minn.) - egli stesso un critico vocale di Israele durante il suo mandato alla Camera e che è stato legato al leader dell'antisemita Nation of Islam Louis Farrakhan - ha precedentemente accusato Israele di "azioni malvagie" nella Striscia di Gaza, definendolo uno "stato di apartheid".

Allo stesso modo, Cockburn, il candidato democratico per il quinto distretto del Congresso della Virginia, ha scritto un libro nei primi anni '90 intitolato Dangerous Liaison: The Inside Story della relazione segreta Usa-Israele che è stato stroncato per spacciare teorie di cospirazioni e sbavature che descrivono Israele come manipolatrice Politica estera degli Stati Uniti. Il New York Times ha notato nella sua recensione del libro che all'epoca era dedicato a "Israele che picchiava per se stessa" e che il suo messaggio era che gli israeliani "sono una minaccia" che sono responsabili di "tutto ciò che ci affligge". ”

Da parte sua, Wallace, filantropo multimilionario e candidato democratico per il primo distretto congressuale della Pennsylvania, è stato esposto per donazioni di centinaia di migliaia di dollari alle organizzazioni che promuovono il movimento BDS, tra cui Code Pink e Jewish Voice for Peace, secondo una relazione di The Forward .
Democratici che barcollano a sinistra

Neil Strauss, direttore digitale della coalizione ebraica repubblicana, ha detto a JNS che le recenti vittorie primarie dei democratici di estrema sinistra mostrano che il partito sta barcollando verso sinistra.


"Sull'ascesa dell'estrema sinistra nel Partito Democratico, non guardare oltre Ocasio-Cortez, Wallace e Cockburn. Tutti hanno vinto primarie democratiche competitive e due di loro l'hanno fatto nei distretti swing. Hanno vinto perché il partito nel suo complesso si sta spostando all'estrema sinistra, ed è qui che si trovano i loro voti primari. Sembrano pensare che sia una buona strategia, ma stiamo dimostrando che non lo è ", ha detto.

Strauss ha sottolineato la campagna di RJC per aumentare la consapevolezza del sostegno di Wallace ai gruppi anti-israeliani, dimostrando che la strategia di trasferirsi all'estrema sinistra è una sconfitta per i democratici.

"Quando abbiamo detto agli elettori dell'ANP-01 il sostegno della fondazione di Wallace ai gruppi anti-israeliani, il rapporto politico di Cook ha spostato la corsa dal sballottamento al repubblicano, e in particolare ha citato la nostra campagna. Tutto quello che dovevamo fare era dire agli elettori la verità ", ha detto.
Stabilimento democratico non in piedi?

Allo stesso tempo, c'è stata preoccupazione che il cosiddetto establishment democratico non stia facendo abbastanza per affrontare lo spostamento a sinistra all'interno del proprio partito. Le dita indicano il leader della minoranza del Senato Chuck Schumer (D-NY), che ha una fedele testimonianza di sostegno a Israele, e altri veterani del Senato che si sono arretrati un po 'mentre i colpi sono avvenuti.

A maggio, il senatore indipendente Bernie Sanders , che è stato un critico vocale delle politiche israeliane nei confronti dei palestinesi, ha emesso una lettera che è stata firmata da altri 12 democratici, tra cui veterani del senato come Sens. Diane Feinstein (D-Calif.) E Patrick Leahy (D-Vt.), Sollecitando il Segretario di Stato Mike Pompeo ad "alleviare la crisi umanitaria in corso nella Striscia di Gaza".


La lettera di Sanders attirò le critiche di Haim Saban, un magnate dell'intrattenimento israeliano-americano che ha donato decine di milioni ai democratici nel corso degli anni. Saban scrisse una lettera a diversi senatori che avevano firmato la lettera, esprimendo "sgomento" per il messaggio.

"I senatori, perché ascolti il ​​senatore Sanders e accusi Israele di essere il colpevole principale è oltraggioso, disinformato, offensivo e mostra una mancanza di comprensione dei fondamenti di base della regione", ha scritto Saban nella e-mail. "Fai i compiti a casa, a meno che tu non abbia scelto di seguire ciecamente il senno di Sanders con il suo consiglio sconsiderato, disinformato, semplicistico e ignorante."

La critica è stata anche diretta al senatore Kirsten Gillibrand (D-NY), potenziale candidato democratico del 2020 alla presidenza, per aver elogiato i leader del marzo femminile Tamika Mallory e Linda Sarsour . Mallory è stato legato al noto leader anti-semita e Nation of Islam Louis Farrakhan, mentre Linda Sarsour è un forte sostenitore del movimento BDS.

"Queste sono donne che sono virulentemente anti-israeliane e che continuano ad abbracciare Louis Farrakhan e il suo sfrenato antisemitismo. Bernie Sanders ora sta diffamando Israele ignorando i fatti e abbracciando le teorie cospirative di estrema sinistra su Israele ", ha detto Strauss.
Corsa lontano da Israele

"Su e giù per il Partito Democratico, trovi funzionari eletti che abbracciano queste persone e sicuramente non sono punite per questo all'interno del loro partito. Quando si tratta di sostenere Israele, tra molti di questi Democratici, è diventata una corsa vedere chi può allontanarsi dalla stretta e feconda relazione degli Stati Uniti con Israele ".


Nonostante le sue critiche ai Democratici, Strauss ha detto che RJC non sta cercando di approfittare dello spostamento a sinistra, ma semplicemente cercando di metterlo in evidenza in modo che qualcuno possa riportare il Partito Democratico nella piega pro-Israele.

"La nostra difesa funziona meglio quando la politica pro-Israele è una questione bipartisan. Lavoriamo duramente dalla nostra parte per assicurarci che il Partito Repubblicano sia chiaramente conosciuto come un partito pro-Israele. Continueremo anche a lavorare sodo per assicurarci che gli elettori sappiano se i candidati sono anti-israeliani, perché in linea di massima il popolo americano è pro-Israele e non eleggerà i bastioni di Israele ", ha affermato.

Da parte sua, il Jewish Democratic Council of America ha dichiarato a JNS che il Partito Democratico "rimane un fedele alleato di Israele" e ha criticato Trump e i deputati del Congresso per "politicizzare le relazioni tra i nostri due paesi".

"In questa stagione elettorale, è importante non essere distratti dagli sforzi dei Repubblicani di politicizzare il sostegno a Israele e distogliere la comunità ebraica dall'agenda dell'amministrazione Trump, che non è allineata con gli interessi oi valori della stragrande maggioranza degli americani Ebrei ", ha detto il gruppo.

Il JDCA ha osservato che subito dopo la vittoria primaria di Ocasio-Cortez, ha rilasciato una dichiarazione in cui "non era d'accordo" con le sue dichiarazioni su Israele, mentre condannava fermamente il movimento BDS.


"Da quando ha rilasciato la nostra dichiarazione, JDCA è stata in contatto con la campagna di Ocasio-Cortez per promuovere questo impegno e, come ha detto Ocasio-Cortez, è in un processo di apprendimento sulle questioni del Medio Oriente. JDCA vorrebbe essere parte di quel processo ", ha detto l'organizzazione.

Inoltre, il JDCA ha affermato che condanna le dichiarazioni di Omar che definiscono Israele come uno "stato di apartheid", così come la sua egregia affermazione che Israele sta "ipnotizzando il mondo" per ignorare le sue cosiddette "azioni malvagie".

"Il JDCA non appoggerà Omar se emergerà come candidato democratico dopo le primarie di agosto", ha detto il gruppo.
Un cambiamento fondamentale quando arriva in Israele

Daniel Pipes, presidente del Middle East Forum, ha dichiarato a JNS che nel partito democratico si sta verificando un cambiamento fondamentale quando si tratta dello stato ebraico.

"La sinistra sta diventando sempre più ostile a Israele, e il Partito Democratico si sta muovendo a sinistra", ha detto.


Tuttavia, le opinioni favorevoli su Israele sono ad alcuni dei livelli più alti degli ultimi decenni, con il 74% degli adulti statunitensi che considerano Israele favorevolmente, e in particolare tra i repubblicani, con l'83% che considera Israele favorevolmente rispetto al 64% tra i democratici.

"I repubblicani hanno costantemente dimostrato un maggiore sostegno dei democratici per Israele, in parte a causa delle credenze dei cristiani conservatori sul significato biblico di Israele", ha scritto Gallup nella sua analisi dei sondaggi. "Un altro fattore chiave nel gap particolarmente ampio dal 2002 è probabilmente il forte sostegno di Israele agli Stati Uniti all'inizio della guerra in Iraq nel 2003 e il forte sostegno che il presidente repubblicano George W. Bush ha mostrato per lo stato ebraico".

"Questi sentimenti pro-Israele sono particolarmente forti tra i repubblicani e sono cresciuti negli ultimi anni", secondo Gallup.

Tuttavia, Pipes ha spiegato che l'attuale cambiamento da parte dei democratici non significa che il sostegno bipartisan per Israele sia completamente morto, dal momento che sia i conservatori che i liberali hanno avuto storicamente posizioni mutevoli su Israele.

"Nel 1948, i liberali erano caldi [nei confronti di Israele] e i conservatori si raffreddavano; nel 1980 i conservatori si surriscaldarono; nel 1991, i liberali si sono raffreddati. In altre parole, gli atteggiamenti cambiano nel tempo ", ha spiegato. "Il sostegno bipartisan a Israele è rotto in questo momento, ma potrebbe tornare".


In effetti, quando Israele venne alla luce nel 1948, i Democratici tendevano a sostenere la nuova nazione, mentre i Repubblicani tendevano a vedere Israele come uno stato debole e una responsabilità durante la Guerra Fredda. In seguito alla travolgente vittoria israeliana nella Guerra dei Sei Giorni del 1967 per gli stati arabi alleati dei sovietici come l'Egitto e la Siria, l'America arrivò a vedere Israele come una potenza militare e un utile alleato.

Tuttavia, quando la Guerra Fredda finì e il conflitto israelo-palestinese divenne il centro della scena negli anni '90 e 2000, i Democratici - in parte per placare i loro costituenti ebrei più liberali e più giovani - iniziarono a diventare sempre più critici sulle sue politiche nei confronti dei palestinesi. Nel frattempo, i repubblicani, sostenuti da preoccupazioni sul terrorismo islamico, alimentati da affinità religiose e culturali condivise con lo stato ebraico, e avendo una base ebraica più vecchia, si sono mossi per aumentare il loro sostegno a Israele.

Come evidenziato dalle crescenti critiche nei confronti di Israele da parte di progressisti come Bernie Sanders e dal forte sostegno dei repubblicani, questa tendenza è continuata negli ultimi anni.

Tuttavia, resta da vedere quanto successo avrà la nuova ala Sanders del Partito Democratico, mentre Pipes crede che lo stabilimento democratico debba fare un lavoro migliore per argomentare Israele.

"L'ala di Sanders sembra avere slancio, ma non sapremo quale ala vincerà fino alle elezioni di novembre", ha detto Pipes. "Schumer e gli altri liberali liberali dovrebbero riaffermare come Israele si adatti agli ideali liberali molto meglio dei suoi nemici".

Nessun commento:

Posta un commento

Im politician with a universal divine command to restore the Kingdom of Israel, to the blessing of all nations, that is why, it is called: "Kingdom of Palestine". Nations have lost their sovereignty occult powers banking seigniorage enlightened Masons Satanist are in control of history of people with Council of Foreign Relations, Bilderberg Group, Trilateral Commission. CSPBCSSMLNDSMDVRSNSMVSMQLIVB. This place is sacred, I'm erecting the temple, for my High Priest jew! This forces your efficiency, an angel is responsible for the observance of respect, dignity and truth of all these your statements.