vittime militari nel Donbass

COSA IL NEMICO DEL GENERE UMANO CERCA DI OTTENERE? LA DISTRUZIONE DI QUESTO VIDEO PER MOTIVI DI copyright.
This video was found by the moovyshoovy search engine on youtube.com Owner of this video is the youtube user Azione Prometeo 2. You may be taken to youtube.com to watch the video. If you have legal reasons to believe this video infringes your copyright, you can request us to de-index this video. Please read our Copyright Info in the footer at the bottom of this page. Videos related to Made In USA uploaded by Youtube channel 'Azione Prometeo 2'Questo video è stato trovato dal motore di ricerca moovyshoovy su youtube.com proprietario di questo video è l'utente Azione youtube Prometeo 2 Si può essere portati a youtube.com per vedere il video. Se avete motivi legali per credere questo video viola il vostro copyright, potete richiedere di de-index questo video. Si prega di leggere il nostro Info Copyright nel piè di pagina in fondo a questa pagina. Video correlati a Made In USA caricato da canale Youtube 'Azione Prometeo 2'
=======================
Report Milena Gabanelli Contro Legge Bavaglio
http://watchmovie-online.com/movie/report-milena-gabanelli-contro-legge-bavaglio
Here are the results for Report Milena Gabanelli Contro Legge Bavaglio from trusted resources, if you don't find any related results to the Report Milena Gabanelli Contro Legge Bavaglio , please try again to search using other keywords.
Inganno Globale 11 Settembre 2001 Film Inchiesta Di Mimo Mazzucco
Stream Inganno Globale 11 Settembre 2001 Film Inchiesta Di Mimo Mazzucco. Watch and download using your PC and mobile devices.
Terrorismo Made In Usa I Crimini Degli Americani Report.
Stream Terrorismo Made In Usa I Crimini Degli Americani Report 2. Watch and download using your PC and mobile devices.
=================
http://article.wn.com/view/2011/11/24/il_documentario_sul_terrorismo_nero_un_tab_per_tutti/
IN Italia si possono girare film o documentari sui terroristi di sinistra, pubblicarne i libri, firmare appelli per la loro liberazione (come insegna la vicenda Cesare Battisti). Ma, appena qualcuno si mette in testa di indagare il fenomeno del terrorismo di destra, apriti cielo! O, al contrario, silenzio assoluto. Come quello calato su uno dei documentari più belli degli ultimi anni: Giusva. La vera storia di Valerio Fioravanti di Francesco Patierno, il regista del recente Cose dell'altro mondo con Diego Abatantuono. E pensare che giace da più di un mese in libreria insieme all'omonimo volumetto edito da...
====================
Micromega/Filosofia.it America versus America/2. Rivoluzione normativa e teoria della guerra preventiva.
Terrorismo made in Usa. di Noam Chomsky
http://www.filosofia.it/argomenti/rivoluzione-normativa-e-teoria-della-guerra-preventiva-terrorismo-made-in-usa
Il noto intellettuale americano analizza le ragioni della fragilità del diritto internazionale. Sullo sfondo, la domanda classica sulla possibilità stessa del diritto internazionale: un irrimediabile «stato di natura»?
Per sgombrare il campo da false aspettative, desidero attenermi a verità molto semplici, talmente semplici che pensavo di proporre il titolo Elogio delle ovvietà, scusandomi fin da ora per l'elementarità di queste mie osservazioni. La sola ragione per cui ho deciso di procedere in questo modo è che i principî più elementari sono rigettati da molti. In alcuni casi cruciali ciò avviene quasi universalmente, con gravi conseguenze per l'umanità, in modo particolare per quanto riguarda i difficili problemi che ho in mente. Uno dei motivi di tale difficoltà è che questi principî, in campo morale, sono comunemente disdegnati da persone che hanno abbastanza potere per poterlo fare impunemente, essendo esse stesse a stabilire le regole.
Abbiamo appena assistito a un esempio drammatico di come queste regole vengono stabilite. Lo scorso millennio è terminato, e il nuovo è iniziato, con una straordinaria ostentazione di autoadulazione da parte degli intellettuali occidentali. Costoro hanno elogiato se stessi e i propri governanti per avere inaugurato una «nobile fase» della politica estera con un'«aura di sacralità», aderendo per la prima volta nella storia a «principî e valori», agendo per «puro altruismo» e seguendo il richiamo di un «nuovo mondo idealistico determinato a porre fine alla barbarie» con un leale partner che capisce – egli solo – la vera nobiltà della missione, diventata ormai la «missione messianica di Bush di trapiantare la democrazia nel resto del mondo» (tutte citazioni da intellettuali e dalla stampa d'élite). Non credo che esista niente di simile nella storia, non troppo gloriosa, delle moderne élite intellettuali. Il traguardo più «nobile» raggiunto negli anni Novanta è stato una «rivoluzione normativa» che ha stabilito una «nuova norma negli affari internazionali»: il diritto degli autonominatisi «Stati illuminati» di ricorrere alla forza per proteggere dai mostri cattivi l'umanità sofferente.
====================
http://freeforumzone.leonardo.it/d/626871/C-%C3%A8-terrorismo-e-terrorismo-/discussione.aspx
=================
Il nuovo colonialismo
Posted on 1 aprile 2011
Quello che stiamo osservando in Libia è la rinascita del colonialismo.Solo che questa volta non sono i diversi governi europei in competizione per gli imperi e le risorse.Il nuovo colonialismo opera sotto la copertura della "comunità mondiale", che significa la NATO e i paesi che collaborano con essa.La NATO, l'Organizzazione del Trattato Nord Atlantico, una volta era una alleanza di difesa contro una possibile invasione sovietica dell'Europa occidentale.Oggi la NATO fornisce truppe europee in nome della egemonia americana.

Washington esercita l'egemonia mondiale sotto le sembianze del selettivo "intervento umanitario" e  del" portare la libertà e la democrazia ai popoli oppressi."Su base opportunistica, Washington individua i paesi per l'intervento tra quelli che non sono suoi "partner internazionali".

Preso alla sprovvista, forse, dalle rivolte popolari in Tunisia ed Egitto, ci sono alcune indicazioni secondo cui Washington abbia risposto in modo opportunistico e abbia incoraggiato la rivolta in Libia.Khalifa Hifter, un presunto agente libico della CIA negli ultimi 20 anni,è andato in Libia a capo dell'esercito ribelle.

Gheddafi si fece da solo obbiettivo dell'imperialismo occidentale rifiutandosi di far parte dell'US Africa Command.Gheddafi ha visto lo schema di Washington per quello che è, un piano colonialista di divide et impera.L'U.S. Africa Command (AFRICOM) è stata creata per ordine del presidente George W. Bush nel 2007. AFRICOM descrive cosi il suo obiettivo:"Il nostro approccio si basa sul sostegno agli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti in Africa come articolato dal Presidente e dal segretario di Stato e della Difesa nella Strategia di Sicurezza Nazionale e nella Strategia Militare Nazionale. Gli Stati Uniti e le nazioni africane hanno forti interessi comuni nella promozione della sicurezza e della stabilità nel continente africano, nei suoi Stati insulari e nelle zone marittime. Avanzare questi interessi richiede un approccio unificato che integra gli sforzi con quelli degli altri dipartimenti e agenzie del governo statunitense, così come con i nostri partner africani e internazionali".

Quarantanove paesi partecipano all' Africa Command,ma tra questi non vi sono la Libia, il Sudan, l'Eritrea, lo Zimbabwe e la Costa d'Avorio.Tranne che nello Zimbabwe,in questi Paesi-non membri vi è un intervento militare occidentale.[www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=23940]

Un mezzo tradizionale con cui gli Stati Uniti influenzano e controllano un paese è la formazione dei suoi militari e dei funzionari del governo.Tale programma si chiama International Military and Education Training (IMET).L'AFRICOM riferisce che "nel 2009 circa 900 militari e studenti civili provenienti da 44 paesi africani hanno ricevuto l'istruzione e la formazione negli Stati Uniti o nei loro paesi. Molti ufficiali e laureati arruolati dall' IMET continuano a ricoprire posizioni chiave nelle loro forze armate e nei governi ".

L'AFRICOM elenca come un obiettivo strategico fondamentale la sconfitta della "rete di Al-Qaeda."La US Trans Sahara Counter Terrorism Partnership (TSCTP) prepara e fornisce "le forze delle nazioni partner " per impedire ai terroristi di stabilire i loro santuari e mira alla "definitiva sconfitta delle estremiste organizzazioni violente nella regione ".

A quanto pare, dopo dieci anni di "guerra al terrore", un'onnipotente al-Qaeda oscilla in Africa tra l' Algeria, il Burkina Faso, il Ciad,il Mali, la Mauritania,il Marocco, il Niger, la Nigeria,il Senegal e laTunisia, nel Medio Oriente, in Afghanistan, nel Pakistan e nel Regno Unito ed è una tale minaccia all'interno degli Stati Uniti da richiedere un budget di 56 miliardi dollari l'anno per l'"Homeland Security ".

La minaccia di al-Qaeda è diventata la migliore scusa di Washington per intervenire negli affari interni di altri paesi e per sovvertire le libertà civili degli Americani .

Sessantasei anni dopo la fine della seconda guerra mondiale e venti anni dopo il crollo dell'Unione Sovietica, gli Stati Uniti hanno ancora un European Command, uno dei nove comandi militari e sei comandi regionali.

Nessun altro paese sente la necessità di una presenza militare mondiale. Perché Washington pensa che questo sia una buona ripartizione delle scarse risorse da dedicare 1.100 miliardi di dollari ogni anno per i "bisogni" dei militari e della sicurezza? È un segnale della paranoia di Washington? E ' un segnale che solo Washington ha nemici?O è l'indicazione che Washington assegna il valore massimo per l'impero e sperpera i fondi dei contribuenti  e la solvibilità del paese per i militari, mentre milioni di americani perdono le loro case e i loro posti di lavoro?

I costosi fallimenti in Iraq e Afghanistan non hanno temperato le ambizioni dell' impero. Washington può continuare a contare sul supporto della stampa e della tv per coprire i suoi fallimenti e per nascondere la sua agenda, ma le ingenti perdite rimaranno tali. Prima o poi Washington dovrà riconoscere che la prosecuzione di un impero porta il paese alla bancarotta.

E 'paradossale che Washington e i suoi "partner"europei " stanno cercando di estendere il controllo su terre straniere,mentre l'immigrazione trasforma  le culture e le composizioni etniche nelle proprie nazioni.Come ispanici, asiatici, africani e musulmani di varie etnie diventano una percentuale sempre più grande delle popolazioni del "Primo Mondo", il sostegno dell'uomo bianco per l'impero svanisce.Popoli desiderosi di istruzione e bisognosi di cibo, riparo e cure mediche saranno ostili al mantenimento di avamposti militari nei loro Paesi d'origine.

Chi  esattamente sta occupando chi?

Parti degli Stati Uniti stanno tornando al Messico. Ad esempio, il demografo Steve Murdock, un ex direttore del Census Bureau degli Stati Uniti, riferisce che due terzi dei bambini del Texas sono ispanici.Ironicamente,anche se non lo è, mentre Washington e le sue marionette della NATO sono impegnate ad occupare il mondo, a loro volta sono state occupate dal mondo.

[FONTE:The New Colonialism: Washington's Pursuit of World Hegemony]

DI: Cori In Tempesta

WikioWikio
Posted in Il Politico    | Tagged africa, Africa Command, AFRICOM, al qaeda, barnard, bush, cia, colonialismo, francia, gheddafi, impero, Khalifa Hifter, libia, nato, Organizzazione del Trattato Nord Atlantico, terrorismo made in usa, Usa, washington    | Leave a reply
La Res Publica deve morire, e non è una famiglia
Posted on 12 marzo 2011
Dovevano innanzi tutto paralizzare gli Stati moderni con moneta sovrana nella loro unica funzione legittima, che era e ancora sarebbe quella di spendere a deficit per creare benessere fra i cittadini, cioè piena occupazione e pieno Stato Sociale. Dovevano farlo perché se no gli Stati e i cittadini sarebbero diventati troppo potenti, nel Nord del mondo come nel Sud, e questo le oligarchie finanziarie private non potevano permetterlo. Avete già letto ne Il Più Grande Crimine e Aggiornamenti cosa hanno ordito per ottenere ciò, ovvero come hanno annientato la sovranità sia legislativa che monetaria degli Stati e marginalizzato i cittadini, ponendo fine alla democrazia e conquistando il controllo economico del pianeta a nostro discapito. Ma la cosa che continua a mesmerizzarmi è la semplicità geniale dei due pilastri fondanti di quell'epocale piano sciagurato. Vale la pena illustrarli nei dettagli poiché il vederli da vicino vi renderà ancora più immediata la comprensione di tutto ciò che ho finora scritto su questo tema. E non ultimo vi renderà molto più facile spiegarne i contenuti più controversi al pubblico.

Hanno preso due concetti in apparenza puliti, lampanti, cristallini, cioè che:

La Repubblica è Res Publica, cioè la cosa di tutti, ovvero lo Stato è dei cittadini ed è i cittadini, e questi sono lo Stato.

Il buon bilancio familiare è quello dove prima di spendere si risparmia, dove si guadagna più di quanto si spende, e dove è considerato disastroso il contrario, cioè spendere più di quanto si guadagna, cioè indebitarsi. Uno Stato è esattamente come una famiglia, è virtuoso se guadagna più di quanto spende, ed è indegno se si indebita.

Chi mai può dubitare di quanto scritto sopra? Res Publica: sono 2000 anni che questo concetto è la base stessa del convivere civile. Lo Stato deve guadagnare di più di quanto spende: ma lo capirebbe anche un tordo che è la via economica per eccellenza. No?

No, sbagliato, tutto sbagliato. Anzi, catastroficamente sbagliato. Anzi, costruito apposta per ingannarci, e per arrivare proprio alla distruzione degli Stati moderni nella loro unica funzione legittima, che è, ripeto, di spendere una moneta sovrana a deficit per creare piena occupazione e pieno Stato Sociale.

Il concetto di Res Publica sarebbe dovuto morire nell'istante in cui Nixon nel 1971 sancì la creazione definitiva del denaro moderno, quello libero da vincoli con le riserve d'oro e quindi in grado di essere creato dal nulla dagli Stati e senza limiti. Prima di ciò infatti gli Stati non potevano spendere liberamente, perché in teoria per ogni lira o dollaro o marco ecc. che mettevano in circolazione, ci doveva essere una pari quantità di oro nei forzieri nazionali. Perché? Perché la legge stabiliva che i cittadini avevano diritto in qualsiasi momento di portare i soldi in banca ed esigere in cambio pezzetti d'oro, letteralmente. Quindi l'oro equivalente ai soldi circolanti doveva sempre esserci, ma non era facile procurarselo, per cui gli Stati non potevano decidere spese improvvise a piacimento. Nixon disse basta, e sganciò il dollaro dall'oro, per cui l'America poteva a quel punto emettere denaro senza limiti, proprio inventandoselo di sana pianta. Le altre nazioni ricche fecero altrettanto (è più complessa la cosa, ma di fatto fu così). Nacque la moneta moderna. I grandi capitali privati tremarono, panico.

Pochi comprendono l'importanza epocale di quella mossa. Cambiò la storia dell'economia e il senso stesso di Stato dopo oltre due millenni. Prima, Stato e cittadini erano veramente nella stessa barca: era vero che se lo Stato pasticciava col denaro spendendo troppo, sia i cittadini che lo Stato potevano fare bancarotta (correvano in banca a richiedere oro in cambio dei soldi circolanti, ma se l'oro non era sufficiente… bang!); era vero che lo Stato doveva tassare i cittadini per riprendersi il denaro al fine di spenderlo, perché non poteva certo crearlo dal nulla a piacimento visto il vincolo con l'oro; ed era vero che se i cittadini evadevano le tasse lo Stato poteva trovarsi al verde, con il collasso delle sue funzioni. Dunque era vera la Res Publica, ovvero la condotta fiscale dello Stato era legata direttamente al destino dei cittadini, e viceversa. Ma dal momento in cui allo Stato fu concesso di possedere una moneta sovrana svincolata da tutto, tutto cambiò. Da quel momento lo Stato si separò dalla cittadinanza ed ebbe in mano uno strumento inedito con cui governare: poteva emettere denaro inventandoselo, poteva quindi spendere con pochi limiti. In parole semplici: lo Stato divenne una cosa tutta sua con un suo portafoglio (cioè la moneta inventata dal nulla e quasi senza limiti) libero da noi cittadini. Noi cittadini non fummo più lo Stato. Quest'ultimo poteva perciò decidere di investire nelle infrastrutture nazionali, nei posti di lavoro, nello Stato Sociale, nella produttività privata tanto quanto voleva, arricchendoci. Oppure poteva decidere di fare l'opposto, di tassarci sottraendoci denaro e quindi di impoverirci un poco o anche tanto. Ricordo qui quanto spiegato nei dettagli ne Il Più Grande Crimine, e cioè che quando questo tipo di Stato spende a debito, esso accredita conti correnti dei cittadini aumentandoli, oppure gli offre titoli di Stato che non fanno altro che spostare il denaro dei cittadini da un conto corrente dove guadagna l'1% a uno dove guadagna il 4, il 5 o il 6%. Perciò, la spesa a debito dello Stato arricchisce sempre i cittadini, che non la devono mai ripagare, perché il debito dello Stato è contratto solo con se stesso e viene onorato dal medesimo semplicemente emettendo di nuovo il suo denaro (Keynes, Commons, Robinson, Samuelson, Minsky, Godley, Wray, et al.)

Chiaramente due entità separate, Stato e cittadini; il primo con una funzione di 'levatrice' dei secondi, e questi ultimi con il potere di legittimare la propria levatrice democraticamente. E cosa avrebbe fatto la cittadinanza fossa mai stata informata di questa reale funzione dello Stato? Ovvio, avrebbe decretato democraticamente che sì, lo Stato doveva spendere il suo denaro a deficit per creare il benessere pubblico, di noi tutti. Quasi senza limiti. Ma questo avrebbe decretato anche un'altra cosa: la fine per sempre del potere dei grandi capitali privati di dominare l'economia, cioè il mondo, poiché essi avrebbero da quel momento dovuto sempre competere con un potere assai più forte e illimitato, quello degli Stati come 'levatrici' nell'interesse dei cittadini. Marchionne blatera il suo "investimento sì o investimento no"? E chissenefrega, in uno Stato a moneta sovrana che svolgesse le sue funzioni legittime il signor Marchionne sarebbe stato invitato a proseguire a passi lunghi e ben distesi verso la frontiera, dove un solerte finanziere avrebbe magari aggiunto una buona pedata nel suo didietro, e la forza lavoro licenziata dalla Fiat sarebbe stata impiegata dal programma di Stato di Piena Occupazione dotato di un budget confronto a cui l'investimento di Marchionne è una paghetta (Wray, 1998-2011). Le banche giocano sporco e ci trascinano nel baratro finanziario? Bene, le si nazionalizza, i manager si spediscono nelle nazionali galere, e con la vendita degli asset bancari più una buona iniezione di denaro dello Stato si salvano i correntisti, poi le aziende assetate di credito e i cittadini creditori/debitori truffati (cioè si fa tutto quello che ha fatto il governatore della Banca Centrale americana Ben Bernanke, cambiando però il finale per i manager e i destinatari dei trilioni di dollari di Stato che Ben ha prontamente emesso dal nulla senza che per questo crollasse l'America).

State capendo quale era il problema? Perdonate al giornalista un momento di gergo, per essere proprio chiaro: la separazione fra Stato a moneta sovrana che spende a deficit per i cittadini, e i cittadini che dall'altra parte lo legittimano guadagnando in attivo da quella spesa, cioè la morte dell'idea di Res Publica, avrebbe fottuto il potere finanziario speculativo (Vero Potere) come mai prima nella Storia dell'umanità. E questo non doveva essere permesso, mai e poi mai. Ma proprio mai. E fu così che il mantra che lo Stato siamo noi e che se lo Stato s'indebita anche noi di conseguenza ci indebitiamo, fu trapanato nel cranio di ogni singolo politico, economista, docente, tecnocrate, dirigente, cittadino/a, da coloro che ho descritto ne Il Più Grande Crimine, ma che qui specificherò meglio.

Lo stesso è accaduto con l'assurdo concetto secondo cui uno Stato è esattamente come una famiglia, e deve spendere o risparmiare come la famiglia. Sappiamo che questo, nel caso di Stato a moneta sovrana moderna, è del tutto falso. Ne Il Più Grande Crimine trovate la piena spiegazione tecnica del perché, al contrario, lo Stato con propria moneta deve spendere a deficit e non ha quasi limiti di debito. Ma di nuovo badate all'insidia insita nel concetto Stato=famiglia: paralizzare le casse governative nella loro funzione di spesa a deficit pro cittadini attraverso una vera e propria PsyOp, che nel gergo dei servizi segreti sta a significare Operazione Psicologica di manipolazione di massa. Vengono comunemente impiegate dal dopoguerra, e i casi più noti furono quelli associati al 'pericolo rosso' in Italia e in America Latina, alla Guerra al Terrorismo, ma anche all'economia. Nessuna teoria del complotto, al contrario, sono operazioni sofisticatissime citate in infiniti documenti declassificati oggi consultabili nei National Security Archives di Washington. Nel caso in questione si usò il concetto di cui sopra che è di micidiale penetrazione, perché risuona assolutamente plausibile alle orecchie non solo dei politici, ma anche di tutti i cittadini. Ripeto: lo Stato è come una famiglia, deve guadagnare di più di quanto spende, e non deve spendere di più di quanto guadagna se no s'indebita, e questo è un disastro, ci dissero. Logico, no?

Ma se una crisi colpisce il Paese e ci porta la disoccupazione giovanile al 29% come oggi in Italia? Peccato. Lo Stato potrebbe inventarsi sia i posti di lavoro che gli stipendi per quei poveri ragazzi… ma no! Perché la 'famiglia' non può dare tutta la paghetta che gli pare ai figli, c'è un limite. Peccato davvero se un terremoto devasta l'Aquila trasformando un gioiello italiano in uno spettro conficcato nel mezzo del Paese con la rovina finanziaria di migliaia di persone in lutto. Lo Stato potrebbe inventarsi tutto il denaro per una piena ricostruzione abitativa, lavorativa, artistica, psicologica e senza Clooney o il G8… ma no! Perché la 'famiglia' ha limiti di budget, anche quando si versano le lacrime. E così per gli ospedali, le scuole, l'università, i parchi, i musei, le pensioni, ecc. ecc. Tanti hanno per cinquant'anni rinunciato a tantissimo, ingoiato a volte tragedie immense, perché convinti che in effetti questo nostro Stato è come noi, e come noi deve tutte le sere fare i conti sul tavolo di cucina sperando di non dover dire ai proprio figli "non ce n'è più, questo mese niente pizza fuori", che però nella realtà di una nazione significa rinunce che troncano destini per sempre. Ma non era vero, lo Stato con propria moneta non deve mai bilanciare i conti, non è una famiglia.

Ora, dovete sapere chi sono gli uomini che hanno saputo trapanare nel cervello di tutti quelle falsità micidiali, con lo scopo, ripeto, di distruggere la prerogativa dello Stato di tutelare i propri cittadini, a favore invece del potere dei capitali speculativi di sottomettere i cittadini. Sono economisti, si chiamano Lucas, Sargent, Wallace della scuola economica dei NEW CLASSICALS; sono Wanniski e Gilder dei SUPPLY SIDERS; è Mankiw dell'ala conservatrice dei NEW KEYNESIANS; e c'è Greenspan, l'ex Deus ex Machina della FED americana. Si tratta di microeconomisti che hanno invaso il reame della macroeconomia, cioè, semplificando, gente che era esperta di bilanci familiari o poco più e che ha imposto le proprie teorie ai macrosistemi degli Stati. Ovviamente non per errore. Le loro idee, sponsorizzate dai miliardi del grande capitale finanziario, hanno vinto dopo gli anni '60 la battaglia per il dominio dei ministeri delle finanze dei nostri Stati, delle cattedre di economia che poi sfornano i dirigenti e i tecnocrati, hanno convinto anche noi, e ci hanno tolto l'unico strumento che avevamo per tutelarci: lo Stato separato dai cittadini che spende a deficit per il nostro benessere.

Potevamo avere un'altra vita, non l'abbiamo avuta, un altro Stato, non l'abbiamo avuto. Chi di noi ha vissuto e sofferto terribilmente per la continua incertezza, penuria di mezzi, insicurezza, umiliazione nel lavoro, disoccupazione, esclusione sociale, abbandono sanitario, lo deve all'inganno della "Res Publica che è come una famiglia". Ora lo sapete, divulgate.

di Paolo Barnard http://coriintempesta.altervista.org/blog/tag/barnard/
===========================
http://www.paolobarnard.info/docs/Il_Piu_Grande_Crimine.pdf
=====================
mercoledì 17 settembre 2014 http://gazzettadegliilluminati.blogspot.it/2014/09/dieci-teorie-cospirative-divenute-realta.html DIECI TEORIE COSPIRATIVE DIVENUTE REALTÀ
Anche se il termine "teoria del complotto" è diventato un dispregiativo usato contro chiunque metta in discussione la versione ufficiale degli eventi, ci sono innumerevoli esempi in tutta la storia delle cospirazioni che  si sono poi dimostrati veri. Diamo uno sguardo a dieci casi.

1) Operazione AJAX e operazioni False Flag
L'idea che i governi e le agenzie di intelligence svolgano atti di terrorismo sotto false flag è stata a lungo derisa dai media del sistema come una teoria della cospirazione, nonostante ci sia una pletora di casi storicamente documentati.
Dopo decenni di smentite, nel mese di agosto 2013, la CIA infine ha ammesso il suo ruolo (1) nella messa in scena del colpo di stato in Iran che ha portato al rovesciamento di Mohammad Mossadegh nel 1953 sotto l'egida della Operazione AJAX. Tramite l'AJAX, la CIA ha supervisionato le operazioni segrete che includevano atti terroristici false flag che sono costati la vita a circa 300 persone (2).

2) Golfo del Tonchino
Il 4 agosto 1964 il presidente Lyndon Johnson andò in televisione nazionale e disse al Paese che il Vietnam del Nord aveva attaccato delle navi americane.
"I ripetuti atti di violenza contro le forze armate degli Stati Uniti devono ricevere una risposta non solo mettendo in allarme la nostra difesa, ma con una risposta positiva. Tale risposta viene data stasera mentre sto parlando", dichiarò Johnson.
Il Congresso approvò subito la Risoluzione del Golfo del Tonchino, che fornì a Johnson l'autorità di condurre operazioni militari contro il Vietnam del Nord. Nel 1969, oltre 500.000 soldati stavano combattendo nel sud-est asiatico.
Johnson e il suo segretario alla Difesa, Robert McNamara, avevano ingannato il Congresso e il popolo americano. In realtà, il Vietnam del Nord non aveva attaccato la USS Maddox, come il Pentagono aveva sostenuto, e la "prova inequivocabile" di un "non provocato" secondo attacco contro la nave da guerra degli Stati Uniti era uno stratagemma.

3) Operazione Gladio: il terrore sponsorizzato dallo Stato viene imputato alla sinistra
Dopo la seconda guerra mondiale, la CIA e la britannica MI6 collaborarono assieme alla NATO nell'Operazione Gladio (3) per creare un esercito clandestino, o "stay behind", al fine di combattere il comunismo nel caso di una invasione sovietica dell'Europa occidentale.
Gladio trascese rapidamente la sua missione originaria e divenne una rete terroristica segreta composta da milizie di destra, elementi della criminalità organizzata, agenti provocatori e unità militari segrete. Queste forze armate cosiddette stay behind erano attive in Francia, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Germania, e Svizzera (4).
La "strategia della tensione" (5) (in italiano nel testo, ndt) di Gladio venne progettata per far figurare i gruppi politici di sinistra europei come terroristici e per spaventare la popolazione inducendola così a votare per governi autoritari. Per realizzare questo obiettivo, gli agenti di Gladio hanno condotto una serie di attacchi terroristici mortali di cui sono stati in-colpati la sinistra e i marxisti. Nel mese di agosto del 1980, agenti di Gladio hanno fatto esplodere una bomba nella stazione ferroviaria di Bologna (6), uccidendo 85 persone. La responsabilità inizialmente fu data alle Brigate Rosse, ma si è poi scoperto che elementi fascisti all'interno delle forze dei servizi segreti italiani e Licio Gelli (7), capo della loggia massonica P2, erano i responsabili dell'attacco terroristico. Altri gruppi fascisti, tra cui Avanguardia Nazionale e Ordine Nuovo, erano stati mobilitati e impiegati nel terrore.
L'Operazione Gladio in ultima analisi, ha causato la morte di centinaia di persone in tutta Europa.
Secondo Vincenzo Vinciguerra (8), un terrorista di Gladio all'ergastolo per l'assassinio di un poliziotto, la ragione di Gladio era semplice. E' stata progettata per costringere la gente, i cittadini italiani, a pretendere dallo stato maggiore sicurezza. Questa è la logica politica che sta dietro tutte le stragi e gli attentati che restano impuniti, perché lo Stato non può condannare se stesso o dichiararsi responsabile di quanto è accaduto.

4) Operazione Northwoods
Come parte della guerra segreta contro il regime comunista di Cuba e dell'Operazione Mangusta della CIA, lo Stato Maggi-ore USA propose all'unanimità di realizzare azioni terroristiche sponsorizzate dallo Stato all'interno degli Stati uniti (9). Il piano prevedeva l'abbattimento di aerei americani dirottati (10), l'affondamento di navi americane, e sparare americani per le strade di Washington, DC. Lo scandaloso piano includeva anche lo scenario di un disastro NASA che prevedeva la morte dell'astronauta John Glenn (10).
Il presidente John F. Kennedy, ancora vacillante dopo l'imbarazzante fallimento della CIA per l'invasione alla Baia dei Porci a Cuba, respinse il piano nel marzo del 1962. Pochi mesi dopo, Kennedy negò all'autore del piano, il Generale Lyman Lemnitzer, un secondo mandato come militare di rango più alto della nazione.
Nel novembre del 1963, Kennedy fu assassinato a Dallas, in Texas.

5) L'incidente di Gleiwitz
L'incidente di Gleiwitz si riferisce ad una operazione false flag effettuata dai nazisti il ??31 agosto 1939, durante la quale le truppe delle SS organizzarono un attacco a una stazione radio tedesca per darne poi la colpa alle truppe polacche.
Agenti tedeschi, vestiti con divise polacche, sequestrarono una stazione radio situata vicino al confine polacco e trasmisero un breve messaggio di propaganda in polacco. Poi uccisero dei prigionieri di un campo di concentramento vestiti con uniformi polacche e li lasciarono sulla scena, per far apparire l'incidente come un atto di aggressione polacca. Il giorno successivo la Germania invase la Polonia, e Hitler citò l'episodio come uno dei pretesti.
Nove giorni prima dell'incidente, Hitler aveva detto ai suoi generali, "Provvederò ad un casus belli per la propaganda. La sua credibilità non ha importanza. Al vincitore non verrà chiesto se ha detto
 la verità"

6) Le aziende del tabacco addizionavano deliberatamente alle sigarette sostanze chimiche che danno assuefazione
Le cospirazioni non riguardano esclusivamente i governi, possono anche essere destinate ai consumatori. Secondo la BBC (11), le aziende americane produttrici del tabacco sono state "prese con le mani nel sacco" nell'ingegnerizzare deliberatamente le sigarette additivandole con prodotti chimici che ne incrementano artificialmente la dipendenza e ne rendono migliore il sapore.
Clive Bates, direttore di ASH (Action on Smoking and Health), ha detto che la scoperta ha messo alla luce uno "scandalo in cui le aziende del tabacco deliberatamente utilizzano additivi per rendere i loro dannosi prodotti ancora peggiori".

7) Operazione Fast and Furious
L'operazione Fast and Furious, con cui il governo Obama ha fornito armi ai signori messicani della droga con l'apparente scopo di seguirne le tracce al fine di distruggere le gang, era in realtà parte di un piano cospirativo per demonizzare il secondo emendamento (il diritto del cittadino americano di portare armi, ndt).
I documenti ottenuti da CBS News (12) nel dicembre 2011 dimostrano che gli agenti ATF avevano discusso su come avrebbero potuto collegare le armi coinvolte nelle violenze in Messico ai negozianti di armi degli Stati Uniti, al fine di far approvare normative più restrittive sul controllo delle armi. Una fonte della polizia ha detto a CBS News che le email indicano che l'ATF ha creato il problema come parte di una manovra politica. "È come se l'ATF avesse creato o incrementato il problema in modo da poter essere proprio lei a fornire la soluzione. È un modo di fare a proprio vantaggio", ha detto la fonte.

8) Spionaggio e sorveglianza di massa dell'NSA
Negli anni '90, quando gli attivisti anti-sorveglianza e i personaggi dei media stavano mettendo in guardia sulla vasta operazione di spionaggio della NSA, vennero trattati come teorici paranoici della cospirazione.
Ben più di un decennio prima delle rivelazioni di Snowden, la NSA era impegnata a intercettare e registrare tutte le comunicazioni elettroniche di tutto il mondo nel quadro del programma Echelon.
Nel 1999, il governo australiano ha ammesso (13) di far parte, assieme a Stati Uniti e Gran Bretagna, di un programma di intercettazione e sorveglianza globale condotto dalla NSA denominato Echelon in grado di intercettare "ogni chiamata internazionale via telefono, fax, e-mail o trasmissione radio" del pianeta.
Inoltre, nel 2001 un dossier del Parlamento europeo ha affermato (14) che "in Europa tutte le comunicazioni e-mail, telefono e fax sono regolarmente intercettate" dalla NSA.

9) Il traffico di droga della CIA
La Central Intelligence Agency è stata implicata in operazioni di traffico di droga in tutto il mondo, anche a livello naziona-le, in particolare durante l'affare Iran-Contra, durante il quale gente del Contra, con la benedizione della CIA, contrabban-dò negli Stati Uniti cocaina che venne poi distribuita come droga di prima qualità a Los Angeles, e i cui profitti furono poi versati ai Contras.
L'ex agente di polizia di Los Angeles Michael Ruppert ha anche testimoniato di aveva assistito al traffico di droga della CIA.
I boss della droga messicani, come Jesus Vicente Zambada Niebla, hanno perfino dichiarato pubblicamente (15) che essi sono stati assunti dal governo USA per operazioni di traffico di droga. C'è un voluminoso corpo  di prove (16) che conferma che la CIA e i giganti bancari degli Stati Uniti sono i maggiori players in un commercio mondiale di droga del valore di centinaia di miliardi di dollari l'anno, le informazioni pubblicate da gente come Gary Webb (17).

10) L'arma della CIA che provoca un "attacco cardiaco"
Nel 1975, durante una testimonianza al Senato degli USA sulle attività illegali della CIA, fu rivelato che l'agenzia aveva sviluppato un'arma a dardi che causa un attacco di cuore. "Nella prima udienza televisiva, svolta nella sala Caucus del Senato, il presidente Church (18) mostrò una pistola a dardi velenosi della CIA. Rivelando così che la Commissione era venuta a conoscenza del fatto che l'Agenzia aveva violato un ordine presidenziale diretto conservando uno stock di tossine di molluschi che sarebbe stato sufficiente a uccidere migliaia di persone", come spiega una  pagina web del Senato (19).
"Il veleno letale poi entra rapidamente nel flusso sanguigno causando un attacco di cuore. Una volta che il danno è fatto, il veleno denatura rapidamente, in modo che nell'autopsia è molto improbabile rilevare che l'infarto è stato provocato da qualcosa di diverso da cause naturali. Suona come la perfetta arma di James Bond, non è vero? Eppure tutto questo è verificabile in una testimonianza al Congresso", scrive Fred Burks (20).
"Il dardo di questa arma segreta della CIA trapassa l'abbigliamento e lascia null'altro che un minuscolo puntino rosso sulla pelle. Quanto alla penetrazione del dardo mortale, l'individuo a cui si è mirato per assassinarlo sente come se fosse stato punto da una zanzara, o addirittura nulla. Il dardo velenoso si disintegra completamente entrando nel bersaglio".
======================
Il terrorismo made in USA - di Paolo Barnard (1 di 6)
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO 2011
Terrorismo made in USA: è questa la "pace" di cui si riempiva la bocca la retorica politica statunitense?
Peones del Imperio, en Las razones de Cuba
=============
MARTEDÌ 9 SETTEMBRE 2014
Armiamoci e partite! La imposibilidad de ver la paja en el ojo propio
15 de diciembre de 2010.
Así reza una antigua frase de Mussolini muy conocida en Italia cuya traducción sería más o menos: "Armémonos y partan". Vale puntualizar que no la traduje mal, no hay ningún error de concordancia o de pronombres; es una frase muy utilizada por los demagogos… y no solo… sino que en muchas ocasiones la utilizamos cotidianamente en cada momento de nuestra vida diaria. ¿Cuándo?

Cuando decimos que todo va mal pero la culpa es de los otros, cuando decimos que algo debe cambiar pero la responsabilidad del cambio debe recaer en los otros… En fin, en muchas ocasiones es como si tuviésemos una increíble inteligencia para vislumbrar los errores y determinar cuál es el camino a seguir pero a la misma vez, somos extraordinariamente vagos como para asumir el cambio en nuestras propias manos.

Con la crisis económica esta problemática se ha agudizado, al menos en la Comunidad Europea, todos ponen la culpa en el otro, descargan responsabilidades y dan órdenes de cómo se deberían realizar las cosas pero cada uno asume el papel de mero espectador como si nuestras propias vidas pasaran en un filme ajeno. Es verdaderamente lamentable observar cómo los partidos políticos obtienen beneficios y nuevos adeptos a partir de la manipulación de la situación económica de la clase media baja prometiendo mejoras que en el momento actual son prácticamente imposibles, mientras que miles de personas se quedan sin sus empleos y su fuente de sustento.

¿Hay muchas personas que se percatan de esto? Quizás… quizás no es casualidad que una de mis frases más retweeteadas (¿un neologismo?) ha sido: "Es más fácil dejar que los otros decidan por nosotros y luego poner la responsabilidad en ellos".

Pero dejando los diletantismos políticos aparte y concentrándonos en el aspecto individual; lo cierto es que asumir nuestras cuotas de responsabilidad en el plano social y personal es difícil porque equivale a reconocer que erramos en algunos puntos y que debemos enfrentar un cambio que probablemente será difícil y para el cual no todas las personas están preparadas. Así, es más sencillo asumir el papel de víctimas o retraernos en nuestro propio círculo de confianza donde sabemos que nada "malo" sucederá.

Si el niño va mal en la escuela la culpa es del maestro o del sistema educativo; si nos va mal en nuestro trabajo, la culpa es del jefe o de la empresa; si va mal la relación de pareja la culpa es del otro porque no se esfuerza todo lo necesario. En este punto sería necesario preguntarnos cómo hemos contribuido nosotros a esta situación y… lo que es aún más importante… ¿qué podemos hacer para cambiar esta situación?

No nos quedemos de brazos cruzados, asumiendo el papel de víctimas de la indolencia, siempre hay algo que hacer, siempre se puede cambiar al menos ese pequeño espacio en el que nos desenvolvemos cotidianamente, siempre podemos cambiar nuestro pedacito de realidad.

Por supuesto, para lograr una verdadera transformación primero debemos saber mirar dentro de nosotros mismos y asumir nuestras responsabilidades (ya vengan éstas en cuotas pequeñas o mayores) porque solo así tendremos la posibilidad de cambiar nuestra vida. Asumir un equívoco nos hace crecer como personas, nos da la posibilidad de rediseñar nuestros planes, cambiar nuestras metas e incluso variar nuestras creencias (ya dijo en una ocasión Einstein que "el sentido común es el conjunto de prejuicios acumulados a través de los siglos").

Es usual que nos equivoquemos, a lo largo de la vida se acierta y se yerra, pero lo verdaderamente importante es tener suficiente apertura y flexibilidad mental como para aceptar los errores y buscar una vía para solucionarlos o, al menos, no volverlos a cometer. Por supuesto, no se trata de asumir una actitud culposa ante la vida (verdaderamente la palabra culpa es uno de esos vocablos que eliminaría gustosa del vocabulario) sino de asumir de forma madura la responsabilidad por nuestros actos e ideas.

Miremos primero dentro de nosotros para después buscar las responsabilidades de las entidades sociales o de las personas que nos rodean. Analicemos cómo nuestras actitudes contribuyen al problema general y que función desempeñamos dentro de ese gran rompecabezas. Solo entonces es momento de decir: Armiamoci e partiamo! "¡Armémonos y partamos!".
http://cuba-italia.blogspot.it/
http://www.rinconpsicologia.com/2010/12/armiamoci-e-partite-la-imposibilidad-de.html
Cuba mostró -y usted podrá verlo en este video de "Las razones de Cuba", un verdadero testimonio fílmico de las vinculaciones de elementos contrarrevolucionarios con Estados Unidos.
El documental transmitido por la televisión cubana divulgó pruebas obtenidas por colaboradores de Seguridad del Estado que, durante largo tiempo, convivieron con grupúsculos que operan en la isla y cumplen órdenes de terroristas radicados en territorio norteamericano.
E' questa è la pace di cui si è riempita la bocca per decenni la retorica politica statunitense? In realtà gli USA hanno sempre voluto comandare sul mondo intero! Speriamo che il presidente americano e premio Nobel per la pace Barack Obama, possa onorare di più e meglio di quanto ha fatto finora l'attestato di fiducia internazionale che gli è stato conferito all'inizio del suo mandato!

Un'inchiesta di Paolo Barnard e Giorgio Fornoni per Report sul terrorismo appoggiato e pianificato da USA, Gran Bretagna e Russia. In barba a tutte le convenzioni internazionali, i proclami di lotta al terrorismo e l'autoproclamazione di nazione esportatrice di democrazia nel mondo, gli Stati uniti d'America da anni finanziano e appoggiano militarmente regimi dittatoriali e movimenti terroristici nel mondo allo scopo di sopprimere i movimenti popolari e imporre un sistema capitalistico che fa gli interessi di Washington e delle multinazionali americane. E l'Italia è ovviamente complice.
===============
Martedi Settembre 2014 SETTEMBRE

Armiamoci e Partite! L'incapacità di vedere la pagliuzza nel tuo occhio
15 dicembre 2010.

Così recita una vecchia frase ben nota in Italia Mussolini la cui traduzione sarebbe più o meno: "Armiamoci e partiamo." Vale la pena notare che non tradotte male, non c'è accordo errore o pronome; è una frase usata da demagoghi ... e non solo ... ma spesso usiamo tutti i giorni in ogni momento della nostra vita quotidiana. Quando?

Quando diciamo che tutto sta andando male, ma la colpa degli altri, quando diciamo che qualcosa deve cambiare, ma la responsabilità del cambiamento deve trovarsi con gli altri ... Comunque, molte volte è come se abbiamo un'intelligenza incredibile di discernere gli errori e determinare qual è la strada da percorrere, ma, allo stesso tempo, siamo estremamente vago per abbracciare il cambiamento nelle nostre mani.

Con la crisi economica ha peggiorato il problema, almeno nella Comunità europea, tutta la colpa, dall'altro, dare ordini che esercitano responsabilità e come dovrebbero fare le cose, ma ognuno assume il ruolo di un semplice spettatore, come se la nostra vita accadono in un film straniero. E 'veramente deplorevole notare come partiti e nuovi adepti politici fanno profitti dalla manipolazione della situazione economica della classe medio-bassa, promettendo miglioramenti attualmente sono praticamente impossibili, mentre migliaia di persone sono rimaste senza il loro lavoro e fonte di sostentamento.

Ci sono molte persone si rendono conto questa? Forse ... forse non è un caso che una delle mie frasi retweeteadas (un neologismo?) È stata: "E 'più facile lasciare che gli altri decidano per noi e poi mettere l'onere su di loro."

Ma lasciando da parte diletantismos politici e concentrandosi sull'aspetto individuale; la verità è quello di assumerci le nostre responsabilità quota del livello personale e sociale è difficile perché err è riconoscere che in alcuni punti e ci troviamo di fronte un cambiamento che probabilmente sarà difficile e per la quale non tutte le persone sono preparate. Così, è più facile assumere il ruolo di vittima o retraernos nella nostra cerchia di fiducia, dove non sappiamo nulla "cattivo" accadrà.

Se il bambino è malato a scuola incolpare l'insegnante o il sistema educativo; se abbiamo sbagliato nel nostro lavoro, la colpa del capo o della società; se va male il rapporto colpa l'altro, perché tutto ciò che serve non è difficile. A questo punto sarebbe necessario chiedersi come abbiamo contribuito a questa situazione ... e ciò che è ancora più importante ... cosa possiamo fare per cambiare questo?

Cerchiamo di non guardare, assumendo il ruolo di vittime di indolenza, c'è sempre qualcosa da fare, si può sempre cambiare, almeno questo piccolo spazio in cui viviamo ogni giorno, possiamo sempre cambiare il nostro piccolo pezzo di realtà.

Naturalmente, per una vera trasformazione dobbiamo prima imparare a guardare dentro di noi e le nostre responsabilità (e vengono in piccole rate sopra) perché solo allora saremo in grado di cambiare la nostra vita. Prendete un malinteso ci fa crescere come persone, ci dà la possibilità di ridisegnare i nostri piani, i nostri obiettivi cambiano e anche cambiare le nostre convinzioni (come Einstein una volta disse che "il buon senso è la collezione di pregiudizi accumulati nel corso dei secoli" ).

E 'solito errore, per tutta la vita viene colpito e manca, ma la cosa importante è avere sufficiente apertura e flessibilità mentale per accettare gli errori e trovare un modo per risolvere o almeno non ri-commit. Naturalmente, questo non è quello di assumere un atteggiamento colposo per la vita (la parola colpa è davvero una di quelle parole che eliminerebbero vocabolario volentieri), ma con maturità assumersi la responsabilità per le nostre azioni e idee.

Vediamo prima guardare dentro noi stessi a guardare dopo le responsabilità delle istituzioni sociali o le persone intorno a noi. Considerate come i nostri atteggiamenti contribuiscono al problema generale e il ruolo che giochiamo in questo grande puzzle. Solo allora è il momento di dire Armiamoci e Partiamo! "Armiamoci e ricominciare".

http://www.rinconpsicologia.com/2010/12/armiamoci-e-partite-the-impossible-de.html

voi siete schizzati! Si, portare il hijab, e poi indossare PANTALONI e pantacollant aderenti! SAI CHE DIVERTIMENTO SESSUALE? PIUTTOSTO, IL hijab, MUSULMANO LO INDOSSINO TUTTE LE DONNE DEL MONDO! E POI, SCOPRIAMO IL LORO VOLTO, CHE GLI  OCCHI SONO LA LUCE DI DIO, NELLA ANIMA ONESTA! E DIAMO DEI VESTITI, CHE NON ESALTINO LE FORME DEL CORPO! perché noi siamo diventati una sola prostituzione a cielo aperto! in reltà coprirsi il volto è una violenza contro gli uomini! COPRIRSI IL VOLTO è UN CRIMINE COSTITUZIONALE! è UN CRIMINE CONTRO LA SOCIALITà! QUESTA è UNA ABERRAZIONE ISLAMICA, DI MALATI MENTALI, CHE, NON ESISTE NEANCHE NEL CORANO! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2014/10/13/usa-a-new-york-campagna-pro-hijab_f0d079b4-0a79-42ff-8b36-dc16361a1326.html
https://www.facebook.com/vangeloditommaso si arriva alla Verità con la ricerca della Conoscenza, NON con la fede. [[ answer ]] LOL. REALMENTE? lol. IDOTA! se, tu non hai FEDE. nella ricerca della Verità, poi, la tua ricerca della verità sarà delusa fallita.. Ecco perché, nostro Padre Abramo è il padre dei credenti, cioè, un uomo che ha saputo fare atti politicamente importanti, rilevanti, vincenti, ed incisivi! ] SOLO ATTRAVERSO LA FEDE AGGRESSIVA SI PUò PIACERE A DIO, E SI POSSONO FARE CONQUISTE DI CARATTERE TECNICO SCIeNTIFICO! ma, che cosa, si può predendere, da uno come te, che, segue i vangeli apocrifi, in cui nessuna comunità cristiana, ha mai percepito il respiro dello Spirito SANTO? si sono antichi, sono degli ottimi testi, per gli studiosi! ma, anche satana è stato antico in sieme a loro! DOPOTUTTO, MAOMETTO, E I SUOI MAOMETTANI, è A QUESTA MERDA CHE HA ATTINTO IL SUO CORANO! INFATTI, AI SUOI TEMPI IMPAZZAVANO GLI ARIANI, CIOè, UNA SPECIE DI TESTIMONI DI GEOVA DEI GIORNI NOSTRI! QUESTI SCIITI shariah nazi, CHE NON SANNO FARE IL GENOCIDIO DEI SUNNITI shariah nazi? PRESTO SPARIrANNO DALLA FACCIA DEL PIANETA! ] [ BAGHDAD, 13 OTTobre. Almeno 30 persone sono state uccise e oltre 60 ferite in tre attentati esplosivi, con autobomba, avvenuti stasera a Baghdad in quartieri abitati da maggioranza sciita. Lo rendono noto fonti della sicurezza. Un'autobomba è esplosa sulla Piazza Aden, uccidendo 22 persone e ferendone 41, un'altra nel sobborgo di Sadr City, provocando la morte di 8 persone e il ferimento di 25 mentre ed una terza nel distretto di Habibiya. In quest'ultimo episodio ancora non si conosce il numero delle vittime.
========================
NO! DEVE ANDARE IN GALERA, PER ALMENO 12 ANNI! Un responsabile dei servizi di sorveglianza penitenziari sudafricani ha suggerito al processo a Oscar Pistorius che l'ex atleta potrebbe scontare ai servizi sociali la condanna per aver ucciso la fidanzata Reeva Steenkamp. "Sedici ore di lavoro al mese per tre anni, in un regime di arresti domiciliari", ha spiegato Joel Maringa. Una proposta respinta con forza dal procuratore Gerrie Nel in aula, definita "scandalosamente inadeguata", riferiscono i media internazionali.
Cristian Ennemoser · Top Commentator · RagioneriaCose'è? Pensavo che il paese dei balocchi per gli assassino fosse l'italia....ma a quanto pare c'è ne un altro che ci batte
======================
IO CONOSCO IL Madagascar! è UNA GABBIA DI MATTI SREGOLATI, DI ASSASSINI IMPUNITI, CHE SOLTANTO LA MANO DI DIO RAGGIUNGE! ] [ ANTANANARIVO, 13 OTT - Marc Ravalomanana, l'ex-presidente del Madagascar da quasi sei anni in esilio in Sud africa, è stato arrestato al suo ritorno nell'isola avvenuto oggi subito dopo un comizio improvvisato sulle scale della sua abitazione. Lo ha riferito la radio "Free Fm" precisando che l'arresto è stato compiuto da uomini delle forze speciali. Ravalomanana, fervente cristiano, è stato presidente fino al golpe militare del marzo 2009.
======================
DOVE, LA DIGNITà ANTICRISTO DELLA EUROPA DEI MASSONI BILDENBERG, MORì ALL'INFERNO! ] 6 mesi fa in Ucraina iniziava l'operazione antiterroristica. Il 14 ottobre è un giorno nero per l'Ucraina: esattamente sei mesi prima Kiev ha cominciato la cosiddetta operazione antiterroristica contro le regioni di Donetsk e Lugansk, che, non hanno riconosciuto il colpo di stato ispirato da Washington e operato a Kiev il 22 febbraio. Dal punto di vista della numerosità della popolazione, entrambe le regioni sono più grandi dell'Irlanda, mentre, la loro estensione geografica lascia indietro l'Olanda. Il 14 aprile il presidente ad interim Aleksandr Turchinov ha firmato il decreto che dava inizio alle operazioni armate nel sud-est del paese. Da allora, sono trascorsi sei mesi e oggi le vittime si contano a migliaia, i profughi sono diverse centinaia di migliaia, mentre, i danni causati dai "pacificatori" delle regioni ribelli ammontano a miliardi di dollari.
Per ironia del destino in concomitanza con i sei mesi dell'operazione antiterroristica il presidente Petr Poroshenko ha licenziato il ministro della Difesa Valery Geletey che in luglio egli stesso aveva nominato. Il nuovo ministro potrebbe essere il comandante della Guardia nazionale Stepan Poltorak.
Geletey è conosciuto soprattutto per le sue assurde dichiarazioni. Un giorno dice che la Russia potrebbe usare contro l'Ucraina le armi nucleari, poi scopre che nell'Est del paese stanno combattendo intere divisioni dei russi, infine assicura che in Crimea sarà svolta la "parata della vittoria".
Con la parata non ci è riuscito. È riuscito però a costringere quasi un milione di persone a fuggire dalle loro case. Secondo un calcolo molto approssimativo, nelle regioni dove Kiev ha scatenato la guerra, sono morti circa 4 mila civili. Per quanto riguarda le perdite della parte ucraina, è stato annunciato che Kiev ha perso non più di 1000 soldati. I miliziani però dicono che sono stati uccisi almeno 10 mila militari dell'esercito ucraino. Che Kiev abbia deciso di tacere sul vero numero delle vittime lo conferma il fatto che alle famiglie viene comunicato che i loro figli sono dispersi o hanno disertato.
All'inizio di settembre a Minsk è stato firmato il protocollo sulla cessazione del fuoco, poi il memorandum di tregua. Il documento prevedeva che gli armamenti pesanti delle parti dovevano essere allontanati di 15 km dalla linea di contratto. Ogni giorno questi accordi vengono violati dalla Guardia nazionale e dagli eserciti privati, non controllati da Kiev, che continuano a bombardare Donetsk e Lugansk. Quanto potrà durare questa "tregua", non lo sappiamo. Se a Kiev davvero esistano un "partito della pace" e un "partito della guera", è difficile dirlo, sottolinea l'imprenditore ucraino Igor Markov che è anche presidente del partito ucraino "Patria" e nel passato è stato deputato della Rada Suprema. In sostanza, il regime di Kiev è in amministrazione controllata e chi ha questo controllo vede la tregua soltanto come una fase intermedia che serve per prepararsi alla nuova guerra. Giorni fa a Kiev è venuta l'assistente al Segretario di Stato degli USA per gli affari dell'Europa e dell'Asia Viktoria Nuland. Igor Markov fa ricordare che ben pochi si sono accorti del fatto che la Nuland non ha portato in Ucraina né aiuti umanitari, né cibo né medicine. I suoi "aiuti" erano di altra natura: equipaggiamenti e materiale bellico. Se gli USA vedono la situazione in questo modo, di che pace possiamo parlare? Dice Igor Markov:
Dal governo di Kiev non dipende nulla. Se gli USA, che si stanno comportando con estremo cinismo, decidono che è nel loro interesse cessare la guerra, ordineranno a Kiev di cessarla. Se decidono il contrario, la guerra continuerà. La realtà è molto triste. Gli USA sono riusciti a realizzare uno scenario davvero abominevole aizzando gli slavi contro slavi. Ora gli ucraini uccidono i russi, e i russi uccidono gli ucraini. È peggio di un incubo, ma tale è oggi la realtà dell'Ucraina.
Aleksey Bychkov dell'Istituto di studi politici fa notare che il piano che prevedeva una guerra lampo, non ha funzionato. Ciò ha già avuto un'influenza assai negativa sulla credibilità di Kiev e porterà ad altre sorprese nel corso della votazione del 26 ottobre. Secondo l'esperto, le persone che hanno comandato l'operazione antiterroristica hanno dimostrato la loro incapacità, l'esercito ucraino ha praticamente esaurito tutte le sue forze. È per questo motivo che Kiev ha accettato la tregua. Economicamente l'Ucraina non è più in grado di finanziare la guerra.Questa campagna non può essere continuata. D'altra parte, anche le forze della Novorossia (ribelli) sono esauste, mancano armamenti, combattenti addestrati, volontari. La situazione è tale che nessuno dei due vorebbe continuare i combattimenti. In altre parole, la tregua conviene sia al governo, sia alle milizie. Il problema però è che le forze nazionaliste tipo la Guardia nazionale e gli eserciti privati dell'oligarca Kolomoysky non permetteranno di rispettare la tregua, non permetteranno di cessare questa guerra che per loro è una fonte di guadagno.
Nelle zone lasciate dalla Guardia nazionale i miliziani hanno scoperto alcune fosse comuni con dentro decine di cadaveri mutilati. La Russia, insieme ai rappresentanti di Donetsk e Lugansk, intende denunciare ai tibunali internazionali i crimini perpetrati dalle forze ucraine e dagli eserciti privati. Soltanto nelle regioni della Novorossia, non ancora riconosciuta da nessuno, sono stati preparati i documenti per intentare più di 13 000 cause presso la Corte europea dei diritti dell'uomo.
http://italian.ruvr.ru/2014_10_13/6-mesi-fa-in-Ucraina-iniziava-l-operazione-antiterroristica-3044/
DOVE, LA DIGNITà ANTICRISTO DELLA EUROPA DEI MASSONI BILDENBERG, MORì ALL'INFERNO! ]  Squadre di ricerca ucraina stanno ispezionando il luogo dello schianto dell'aereo malese per trovare i resti precedentemente non identificati delle vittime del disastro e le loro cose. Poi li consegneranno al gruppo di esperti olandesi a Charkiv. L'accordo è stato raggiunto in precedenza tra il Governo ucraino e il Governo olandese. Gli esperti hanno identificato 272 vittime. L'aereo passeggeri Boeing 777 si è schiantato il 17 luglio nella regione di Donetsk. A bordo si trovavano 298 persone, tra cui 192 olandesi, tutti deceduti. Kiev accusa la milizia per quanto accaduto, i miliziani hanno risposto di non avere strumenti che possano abbattere un aereo ad una tale altezza.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_13/Ricercatori-ucraini-hanno-esaminato-il-luogo-dello-schianto-del-Boeing-5066/
Le sanzioni costano all'agricoltura europea 5 miliardi di euro.
Le perdite per gli agricoltori europei a causa della imposizione di sanzioni contro la Federazione Russa e la conseguente risposta con misure restrittive ammontano a 5 miliardi di euro, secondo il Deputato e leader del partito italiano "Lega Nord" Matteo Salvini. Soltanto l'Italia perde 2 miliardi di euro a causa della mancanza di esportazioni. Per questo a Bruxelles, secondo il Deputato, sono pronti a fornire una compensazione per questa perdita per un importo di solo 200 milioni di euro. Salvini ha aggiunto che spera nella vittoria del buon senso in Europa, quando gli stessi europei "saranno padroni in casa propria."
http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_13/Le-sanzioni-costano-all-agricoltura-europea-5-miliardi-di-euro-8698/
bada a te anticristo di Europa, tu sei già un carbone idoneo per il fuoco dell'inferno! TU NON AVRESTI MAI DOVUTO CALPESTARE LA SOVRANITà COSTITUZIONALE E REPUBBLICANA DEL POPOLO DEL DOMBASS ]] [[ edizione americana The Week ha dedicato in settembre una particolare attenzione ai voli compiuti da aerei militari russi verso i confini degli USA, Canada, Giappone e di una serie di paesi europei. Secondo l'opinione degli autori della rivista, tali "provocazioni non univoche" della Russia, diventate più frequenti negli ultimi anni, sono un tratto determinante della diplomazia "stile Putin inizio del XXI secolo", mentre il Tu-95 "Orso" (bombardiere strategico a turboelica) è l'ambasciatore russo della "cattiva volontà" inviato dalla Russia verso i confini di quei paesi ai quali i russi vogliono esporre i propri argomenti. bada a te anticristo di Europa, tu sei già un carbone idoneo per il fuoco dell'inferno!
C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto, C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, Croce sacra sii la mia Luce. N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux, Che il dragone non sia il mio duce, V. R. S. Vadre Retro satana, Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana, Non mi persuaderai di cose vane, S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo, I.V. B. Ipsa Venena Bibas, Bevi tu stesso i tuoi veleni. ESORCISMO: + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen
=========================
Europa: il boomerang delle sanzioni antirusse ritorna
Le notizie dei media europei e mondiali sui temi dell'economia assomigliano a bollettini di guerra. Ecco solo alcuni dei titoli: "Nella tesoreria britannica ammoniscono su nuvole temporalesche sopra l'Europa"; "Raiting creditizio della Francia: outlook negativo"; "La Finlandia perde il rating a causa delle sanzioni contro la Russia" e, infine, "L'FMI ammonisce sulla nuova ondata della crisi mondiale".
Insieme con le cause di carattere generale vengono sempre più spesso citate le conseguenze delle sanzioni antirusse che hanno colpito come boomerang la stessa Europa.
In questi giorni il Fondo valutario internazionale ha reso nota la tradizionale previsione autunnale di sviluppo dell'economia mondiale. Nel loro rapporto gli esperti del fondo ammoniscono sulla minaccia di una nuova ondata della crisi mondiale: "I rischi di recessione sono sensibilmente aumentati". Gli autori del rapporto citanto tra le cause principali gli sconvolgimenti geopolitici, ossia i conflitti in Siria e in Iraq, la crisi politica in Ucraina. Stando agli economisti del fondo, questi sonvolgimenti incidono anche sull'economia della Germania, la principale locomotiva europea che determina lo stato della eurozona in complesso.
Per quanto riguarda la eurozona, i media europei sottolineano che lo stato delle cose nella stessa suscita una "particolare preoccupazione" dell'FMI a causa della crescente minaccia di stagnazione. In sostanza, nel fondo partono dalla prospettiva di una crescita dell'economia complessiva della zona pari allo 0,8% con il successivo aumento di questo indice nel 2015 fino all'3%. Ma nei maggiori paesi, si rileva nel rapporto dell'FMI, il quadro è abbastanza triste. Così, l'economia francese, nella migliore delle ipotesi, può crescere quest'anno solo dello 0,4%. In Italia è prevista persino una riduzione del PIL.
In Gran Bretagna però, si dice nel rapporto, la situazione è migliore. Nell'anno uscente la crescita nel paese può costituire il 3,2 % e nel prossimo anno il 2,7%. Ma proprio in questi giorni agenzie di informazione hanno citato la dichiarazione abbastanza drammatica del capo del ministero delle finanze britannico, George Osborne, secondo il quale le "nuvole temporalesche" che si sono addensate sull'economia mondiale gettano un'ombra anche sulla eurozona, in particolare sulla Gran Bretagna. Stando al ministro l'impatto negativo sulla produzione e sulle esportazioni si avverte già adesso. George Osborne ha messo in particolare risalto il fatto che "senza la forza dell'economia tedesca" la situazione in Europa sarebbe molto peggiore. Tuttavia il conflitto in Ucraina e le conseguenti sanzioni, ha detto Osborne, hanno colpito sensibilmente anche l'economia della stessa Germania.
Secondo i media, il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble, che ha partecipato alla conferenza annuale tradizionale dell'FMI svoltasi in questi giorni a Washington, ha invitato a non darsi al pessimismo ed ha dichiarato che la Germania continua a rimanere la principale "locomotiva di crescita" in Europa. Ma non tutti affatto condividono il suo ottimismo. Stando all'analisi dell'economia tedesca, resa di pubblico dominio a Berlino, preparata su incarico del governo da esperti di 4 maggiori istituti economici del paese, anche se una piccola crescita del PIL è stata pronosticata, i suoi ritmi sono visibilmente diminuiti. Stando alle loro stime, quest'anno la crescita sarà pari all'1,3%, nel prossimo anno all'1,2%. Secondo le previsioni precedenti, queste cifre dovrebbero essere il 1,9% e il 2%.
"La strada specifica è terminata: l'aquila tedesca che si librava in alto nel cielo ha cessato il suo volo", ha scritto ironicamente in merito a ciò il tedesco Junge Welt. Non c'è dubbio, rileva il giornale, che sulla stato della bilancia commerciale abbia incisio negativamente la "tragedia ucraina". L'edizione riporta l'opinione di esperti, pubblicata in precedenza dal tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, i quali ritengono le sanzioni antirusse una delle cause principali della riduzione delle esportazioni tedesche.

È emblematica in questo senso la notizia pubblicata dal giornale tedesco per uomini d'affari Deutsche Wirtschafts Nachrichten secondo la quale l'adesione della Finlandia alle sanzioni antirusse le è costata la perdita del massimo rating creditizio Triple A, ossia ААА. L'agenzia di rating internazionale Standard & Poor's ha ridotto il rating della Finlandia fino a АА+. Negli stessi giorni l'agenzia ha confermato il rating della Francia al livello di АА e lo ha fatto passare da "stabile a "negativo".
È chiaro che gli economisti, quando parlano del rallentamento dell'economia europea e mondiale, partono in primo luogo da considerazioni macroeconomiche, in particolare dalle conseguenze ancora non superate della crisi globale. Ma prima dell'inizio della "guerra delle sanzioni" tutte le previsioni erano piene di ottimismo. In ogni caso, dice Aleksandr Khramčikhin, vicedirettore dell'Istituto di analisi politica e militare, queste sanzioni non potevavo rimanere senza conseguenze:
Le sanzioni non potevano non avere un impatto. Lo hanno avuto per definizione, in quanto le sanzioni esercitano anche un effetto psicologico.
A quanto risulta, il boomerand delle sanzioni, di cui si è parlato molto sia in Russia che in Europa, sta ritornando. Ora questo fatto non viene nemmeno messo in discussione.
 http://italian.ruvr.ru/2014_10_13/Europa-il-boomerang-delle-sanzioni-antirusse-ritorna-2151/
L'UE rifletta sulla recessione
18 agosto, 15:49
Il ministro degli Esteri greco sicuro, la Russia ha salvato l'Ucraina dal disastro finanziario
22 gennaio, 18:54
Mogherini: non si può isolare la Russia, sanzioni danno per l'Europa
23 marzo, 21:05
Le banche russe con partecipazione statale colpite dalle sanzioni UE
12 settembre, 12:46
Le sanzioni contro la Russia creano 10 mila disoccupati in più in Italia
22 agosto, 14:21
I castelli di sabbia dei finanziamenti della NATO
4 settembre, 18:13
Tokyo definisce le condizioni per annullare le sanzioni contro la Russia
26 settembre, 09:04
L'Unione Europea sospende gli aiuti ai produttori di frutta e verdura
====================
BUSH 322 KERRY, SACERDOTI DI SATANA!  VOI SMETTETE DI MANDARE I VOSTRI RAGAZZI 666 DELLA CIA Francesco Lauricella ha risposto al tuo commento su ANSA.it. 20.18 https://www.facebook.com/trucco.enrico A MORIRE, PER FARE I TROLL CONTRO DI ME, E FARE GLI SCIACALLI CONTRO I POPOLI DEL MONDO! I VOSTRI SATANISTI DI YOUTUBE, SANNO TROPPO BENE, CHE, QUANDO IO PRENDO LA MIA PREDA? LA DILANIO!
https://www.facebook.com/lucio.antonelli.3  MI DISPIACE Lucio Antonelli · Segui · Top Commentator · Università degli Studi di Catania.. eppure la SCIENZA? DOVREBBE RENDERTI CURIOSO! le profezie della Beata Anna Caterina Emmerich? hanno descritto come un cabalista, con la magia nera, proprio nel 1200d.C. (come ha rilevato il carbonio14) ha ottenuto, il lenzuolo della Sindone di Torino! quindi, Se, tu riesci ad ottenere una immagine in bianco e nero, ad alta definizione, della Sindone, da poter ingrandire, con un video proiettore a muro? poi, chissà, che, tra tutte quelle anime dannate, che, vedrai comporre la vera immagine del Nostro Signore Gesù Cristo, tu vedrai anche, chissa, cioè, se non riconosci anche te stesso, all'inferno, in mezzo a quelle anime dannate! Infatti, in Dio il tempo non esiste!
che c'è sei andato anche tu, a giurare nella massoneria per JaBullON?
Sei andato anche tu, a fare il traditore del tuo popolo, per essere il complice di Rothschild?
=======================
Condividete! Sono ore drammatiche, decisive. Nella città siriana di Kobane un manipolo di combattenti curdi, tra cui molte donne, si oppone casa per casa all'avanzata dei fanatici dell'Isis. Sanno benissimo che, se catturate, verranno torturate e decapitate. Ma combattono per la propria terra, per la libertà, per l'umanità. Il mondo si inchini di fronte a tanto coraggio.
David Sassoli - pagina ufficiale
https://www.facebook.com/pagina.DavidSassoli/photos/a.498388733411.264942.89537383411/10152475398328412/?type=1
Sono ore drammatiche, decisive. Nella città siriana di Kobane un manipolo di combattenti curdi, tra cui molte donne, si oppone casa per casa all'avanzata dei fanatici dell'Isis. Sanno benissimo che, se catturate, verranno torturate e decapitate. Ma combattono per la propria terra, per la libertà, per l'umanità. Il mondo si inchini di fronte a tanto coraggio.
https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xfp1/v/t1.0-9/10308352_10152475398328412_2937798198916858208_n.jpg?oh=4cb4d7ca8b6319868cb73c73198bd684&oe=54F6FF40&__gda__=1420460325_269558e4694625090e746c41bc8edc4a
questi tedeschi, dopo averci saccheggiato, dopo avere distrutto il nostro apparato industriale, ora, ci insultano pure! NOI ITALIANI ABBIMO PAGATO L'EURO IL 40%, IN PIù, DEL SUO VALORE (PERCHé, NOI AVEVAMO UN 40% DI ECONOMIA SOMMERSA!), E CON IL CAMBIO, LIRA EURO, DA UN GIORNO ALL'ALTRO, IL NOSTRO POTERE DI ACQUISTO, SI è DIMEZZATO! ORA, CHE LA BANCA DI ITALIA, HA RICONOSCIUTO QUESTO ERRORE, CI RESTITUISCA IL MAL TOLTO A SPESE DEI LADRI TEDESCHI! ] ["Francia e Italia, in ritardo sulle riforme, diventano sempre di più i 'bambini problematici' dell'eurozona". Lo ha detto il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, stasera a Bielefeld. Weidmann ha parlato di 'Sorgenkinder', espressione più volte utilizzata a proposito di questi due paesi nel dibattito tedesco.
=========================
 MA I POPOLI NON SONO POLLI! ED UNA NAZIONE NON è UN POLLAIO, PER QUESTI SATANISTI MASSONI ROTHSCHILD USUROCRAZIA, SENZA NESSUN PUDORE! ADESSO, IO VOGLIO LA SOVRANITà MONETARIA IMMEDIATA, E LA DISTRUZIONE DI QUESTO CRIMINE PRODI DI EUROPA BILDENBERG! ] [ bambini problematici' dell'eurozona? ] [  questi tedeschi, dopo averci saccheggiato, dopo avere distrutto il nostro apparato industriale, ora, ci insultano pure! NOI ITALIANI ABBIAMO PAGATO L'EURO IL 40%, IN PIù, DEL SUO VALORE (PERCHé, NOI AVEVAMO UN 40% DI ECONOMIA SOMMERSA!), E CON IL CAMBIO, LIRA EURO, DA UN GIORNO ALL'ALTRO, IL NOSTRO POTERE DI ACQUISTO, SI è DIMEZZATO! ORA, CHE LA BANCA DI ITALIA, HA RICONOSCIUTO QUESTO ERRORE, CI RESTITUISCA IL MAL TOLTO A SPESE DEI LADRI TEDESCHI! ] ["Francia e Italia, in ritardo sulle riforme, diventano sempre di più i 'bambini problematici' dell'eurozona". Lo ha detto il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, stasera a Bielefeld. Weidmann ha parlato di 'Sorgenkinder', espressione più volte utilizzata a proposito di questi due paesi nel dibattito tedesco. MA I POPOLI NON SONO POLLI! ED UNA NAZIONE NON è UN POLLAIO, PER QUESTI SATANISTI MASSONI ROTHSCHILD USUROCRAZIA SENZA NESSUN PUDORE! ADESSO IO VOGLIO LA SOVRANITà MONETARIA IMMEDIATA, E LA DISTRUZIONE DI QUESTO CRIMINE PRODI DI EUROPA BILDENBERG! ] [ LUSSEMBURGO, 13 OTT - "Una volta che avremo i dati che ci danno gli Stati guarderemo il debito e il deficit e compariamo gli impegni con quello che hanno fatto, è un esercizio puramente aritmetico": così il commissario agli affari economici Jyrki Katainen a chi gli chiede con che criteri Bruxelles valuterà le leggi di stabilità. Con l'Italia, ha aggiunto, "non ci sono negoziati ufficiali ma abbiamo ricevuto informazioni da molti Stati, compresa l'Italia, soprattutto sulle riforme strutturali".
===============================
ERDOGAN, LO SO CHE TI DISPIACE DI UCCIDERE LE TUE CREATURE ISIS SHARIAH... ma, COMUNQUE, se il tuo amore per loro è così grande? TU PUOI SEMPRE DECIDERE DI MORIRE AL POSTO LORO! ] [ La Turchia permetterà agli USA l'utilizzo delle sue basi aeree contro ISIS. La Turchia fornirà agli Stati Uniti ed ai suoi alleati l'accesso alle sue basi aeree, tra cui Incirlik nel sud del Paese, per effettuare operazioni aeree contro i militanti dell'ISIS in Iraq e in Siria. Lo ha riferito una fonte del Ministero della Difesa degli Stati Uniti.
Ankara ha anche accettato di creare nel Paese un campo di addestramento per i ribelli siriani moderati che lottano contro lo Stato islamico. Si tratta di circa 4mila combattenti. I Curdi siriani da più di 3 settimane combattono contro gli islamisti a Kobane, al confine con la Turchia. La città ha una importanza strategica per i militanti, poichè in caso di sua cattura, avrebbero una grande porzione del confine turco-siriano.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_13/La-Turchia-permettera-agli-USA-lutilizzo-delle-sue-basi-aeree-contro-ISIS-0435/
=======================
chiunque è stato apatico, passivo, indolente, cinico, contro il sangue di queste vittime innocenti, calpestato, dai massoni regime bildenberg, Merkel, e loro CIA satanisti? anche il suo sangue, vedrà, come dovrà essere sparso! ]] [[ È necessario interrompere l'uso di armi pesanti nei "punti caldi" Il Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), Peter Maurer ha esortato le parti in conflitto, anche in Ucraina orientale, di smettere di usare armi pesanti negli ambienti urbani. Egli ha sottolineato che la popolazione civile nei "punti caldi" soffre molto quando i razzi, finalizzate a obiettivi militari, colpiscono case, ospedali e scuole. Secondo l'Ufficio per il Coordinamento degli Affari Umanitari delle Nazioni Unite l'8 ottobre dall'inizio del conflitto militare in Ucraina orientale sono state uccise 3682 persone e ferite circa 9 mila.
Ucraina, Guerra, Croce Rossa, Vittime, Attualita'
Donetsk, tre vittime per i bombardamenti notturni
7 agosto,
16 vittime nelle ultime 24 ore a Donetsk
12 ottobre 2014, 23:05
Gorlovka, in fiamme l'impianto chimico
29 luglio, 15:43
Kiev definisce "'invasione diretta" il passaggio del convoglio umanitario russo
22 agosto, 14:58
6 mesi fa in Ucraina iniziava l'operazione antiterroristica
L'OCSE: cresce il numero di vittime civili nel Donbass
12 agosto,
A Kiev hanno definito il bilancio delle vittime militari nel Donbass
8 settembre, 00:35
Donetsk. Oltre 400 morti dall'inizio del conflitto nella regione
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_13/necessario-interrompere-luso-di-armi-pesanti-nei-punti-caldi-5301/
no! non c'è uno Stato di Palestina o Israele, che, potrebbe essere fatto! Idioti! Quello è il mio Regno! ] [ La Svezia risponde alle critiche USA sul riconoscimento della Palestina
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_06/La-Svezia-risponde-alle-critiche-USA-sul-riconoscimento-della-Palestina-6319/
«Non usate Facebook e Gmail» [[ ok! ma, questo non è un mio problema: "lasciate che i satanisti vengano a me, perché di loro è l'abisso dell'inferno!" ]] [[ Al New Yorker Festival è tornato Edward Snowden. Con un video in cui l'ex Nsa avverte dei pericoli delle piattaforme web di uso più comune. E suggerisce delle alternative
 «Non usate Facebook e Gmail» Corriere della Sera ‎- 5 ore fa L'avvertimento è chiaro: non usate Dropbox, Gmail e Facebook. Siamo soliti sentire esperti del web lanciare strali contro questi colossi ma ..