storici disonesti

non è un problema, storici disonesti, che, scriveranno la storia, che, piace a voi? li troverete sempre! la DIGNITà DEMOCRATICA DELLA EUROPA, è morta per sempre! ormai sono i nazi troika Bildenberg, del regime massonico, che, hanno preso il controllo dei popoli europei! il Golpe silenzioso dei Rothschild ha avuto successo! ] Kiev, sparatoria in piazza Maidan: 4 feriti. Almeno 4 persone sono rimaste ferite in una sparatoria, avvenuta questa notte a Maidan (Piazza dell'Indipendenza) a Kiev.
La polizia ha riferito che le vittime sono state portate in ospedale con ferite da arma da fuoco. Dopo aver ricevuto assistenza medica hanno lasciato l'ospedale per conto proprio. Secondo le prime ricostruzioni, la sparatoria è avvenuta a seguito di un litigio tra le persone che si definiscono membri della autodifesa di Maidan.
Ucraina, arrestati gli agenti del Berkut che avevano sparato a Maidan
31 maggio, 19:49
Kiev, commissione parlamentare scagiona i “Berkut”: non spararono contro i dimostranti pro-Europa a Maidan
13 maggio, 16:40
In centro a Kiev rissa tra i nazionalisti e il servizio d'ordine di Maidan
30 aprile, 13:24
Registrazione shock: a Kiev cecchini assunti dai leader di Maidan
5 marzo, 19:57
Ucraina, caso "cecchini di Maidan": arrestati 3 agenti del Berkut
3 aprile, 14:43
Negli ospedali di Kiev ancora 173 ricoverati dopo gli scontri a Maidan
12 marzo, 23:09
Kiev accusa i "Berkut" delle morti di Maidan
3 aprile, 13:55
Maidan, la Procura Generale ucraina arresta 12 agenti "Berkut"
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

but if the reasonableness and international law could prevail, then, Unius REI, has already been named as mediator above all nations, which is why, you have to roll up your worst, because without world war, the three scams of the IMF, will become evident in desperation of the peoples, deceived by the lies of the IMF, and its political accomplices Bildenberg! " ma, se la ragionevolezza ed il diritto internazionale potevano prevalere, poi, unius REI, sarebbe già stato chiamato come mediatore sopra tutte le Nazioni, ecco perché, bisogna preparsi al peggio, perché, senza guerra mondiale, le tre truffe del FMI, diventeranno evidenti, nella disperazione dei popoli, ingannati, in tutte le bugie del FMI, e dei suoi complici politici Bildenberg!" Liberman to Announce Yisrael Beytenu Split from Likud. News conference by Yisrael Beytenu scheduled for 12:30 p.m., as party is apparently to split from Likud. By Gil Ronen: 7/7/2014, The union between Likud and Yisrael Beytenu appears to be over. Yisrael Beytenu Chairman, Foreign Minister Avigdor Liberman, will hold a news conference Monday at 12:30 p.m. and is expected to announce that the parties, which united ahead of the last national elections, are going to part ways and become independent again. Liberman is not expected to announce that he is leaving the Coalition – only that his party will no longer be united with Likud, which is headed by Prime Minister Binyamin Netanyahu. Instead of a single faction with 31 Knesset seats, there will be two: Likud with 20, and Yisrael Beytenu with 11. The split between Netanyahu and Liberman was expected a long time ago, if only because polls predict that they will garner more Knesset seats apart than together. Liberman appears to have chosen the timing for the split in a way that makes it seem ideological, however. He and Netanyahu argued in Sunday's Cabinet meeting, with Liberman accusing Netanyahu of failing to deliver on his campaign promises to strike Hamas hard, and opting instead for a ceasefire. Netanyahu said at the session that he was not happy to hear ministers attacking the government's policy in Gaza, in the news. He apparently was referring mostly to Liberman. "You are the last one who can talk,” retorted Liberman. “You held a news conference before the Cabinet session. The things I say are my consistent line. I am not taking advantage of the situation. You said 'a strong hand against Hamas' and you failed to deliver on this. Do not grade me on my statements.”
 ·
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

ARAB LEAGUE must be destroyed, and, the Palestinians should be deported! LEGA ARABA deve essere distrutta e Palestinesi devon essere deportati! Op-Ed: The New NATO Sec. General is a Promoter of Hamas. Stoltenberg is a poor choice as NATO sec.general for many reasons, the leading one being his support for Hamas.
: Tuesday, April 29, 2014. Dr. Manfred Gerstenfeld. The writer has been a long-term adviser on strategy issues to the boards... As time passes, it becomes increasingly clear how absurd the choice of former Norwegian Labor Party Prime Minister Jens Stoltenberg as NATO’s next Secretary General is. The new Hamas-Fatah agreement brings to mind the many ways Stoltenberg, his government and Labor have directly and indirectly promoted Hamas’ interests. Hamas calls for the murder of Jews in its party platform.[1] In January 2006, it won a majority in the only Palestinian general elections. The European Union and the U.S. classify Hamas as a terrorist group.[2] Both ended contacts with Palestinian officials after Hamas formed a new Palestinian government led by Ismael Haniyeh in March 2006. The United States and the E.U. then also cut off aid to the Palestinians.[3] In April 2006, two Hamas representatives, parliamentarian and spokesperson for the Hamas bloc in the Parliament, Salah Mohammed El-Bardawil and Mohammed El-Rantisi, were invited to visit by the Norwegian Palestine Committee. They claimed that it was “important” to invite representatives from the new Palestinian government.[4] El-Rantisi was given a Schengen visa by Norway, allowing him entry into any of the 15 member countries, while El-Bardawil received a national visa as his previous Schengen application was denied by France.[5] [6] The entry permits were given only a few weeks after a major suicide bombing took place outside a fast food restaurant ‘The Mayor’s Falafel’ in Tel Aviv, which claimed nine lives and left more than 70 wounded.[7] The Islamic Jihad movement claimed responsibility. Hamas called the attack a legitimate response to “Israeli aggression.” Even though El-Bardawil said that he did not condemn the suicide bombing, Foreign Minister Støre - also from Labor - welcomed the Hamas representatives to Norway.[8] [9] In the following months, Hamas representatives parliamentarian Yahya al-Abadsa and Refugee Minister Atef Adwan were invited by the same organization. Al-Abadsa met with Amnesty International Norway and the Labor party head of the Parliamentary Standing Committee on Foreign Affairs Olav Akselsen, during his week-long visit.[10] Adwan attended a meeting with head of the Middle East section of the Foreign Ministry, Kåre Eltervåg.[11] He also met with parliamentarians from both the Labor and Socialist Left parties. Stoltenberg was not only Prime Minister but also head of the Labor Party, which he is until now. Norway was the first Western government to recognize the short-lived 2007 Hamas-Fatah unity government, again led by Haniyeh.[12] Norwegian Deputy Foreign Minister Raymond Johansen became the first senior European official to hold talks with him in March 2007. Several media displayed a picture of the two shaking hands.[13] After meeting Haniye, Johansen said "We hope that all the European countries and even other countries will support this unity government.”[14] [15] Israel thereupon cancelled all planned meetings between Johansen and Israeli officials. During Israel’s Cast Lead Operation in 2008, two Norwegian physicians and extreme left activists Mads Gilbert and Erik Fosse, went to Gaza and assisted in the treatment of wounded Gazans. They traveled to Gaza as part of the humanitarian organization NORWAC, which is supported financially to a great extent by Norway’s Foreign Ministry.[16] Gilbert and Fosse were frequently interviewed by the international media and claimed that Israel was attacking civilians and compared it to the God of the Dead and the Underworld, Hades from Greek mythology.[17]
The Gazan hospital where they worked was used as Hamas headquarters. However, the Norwegian physicians did not mention this once in their multiple international press interviews. In their book Eyes in Gaza, these two Hamas propagandists tell how Stoltenberg called the physicians when they were in Gaza and expressed support on behalf of the government and the Norwegian people. “We are very proud of you,” said Stoltenberg.[18]
In 2011, the Norwegian government claimed on its official website that it had assisted in bringing Fatah and Hamas together in their short-lived unity government in 2007. Støre had then approached Hamas leader Khaled Mashaal at the request of Mohammed Abbas to convey expectations of the international community that the two parties join in a unity government. The Norwegian government also asserted that it never recognized Hamas and did not establish political contact with it.
Benson K. Whitney, then-American Ambassador in Norway, saw it differently. In a note from 2009 which he had written to the State Department, he said that, “Even though they would deny it, there are clear signs that the contact with Hamas is not just a tactical need for dialogue, but that they also support Hamas’s position on some level.”[19]
I have already documented elsewhere many other reasons why Stoltenberg is such a poor choice as Nato Secretary General.[20] As time passes, additional arguments supporting this will most likely come to the surface.
Sources:
[1] “The Covenant of the Islamic Resistance Movement,” Yale Law School. [retrieved 29 June 2013]
[2] “Hamas Wants off US, EU Terror lists,” CBNNews 12 March 2013
[3] “EU, US set to end boycott of Palestinians,” BBC, 20 March 2007.
[4] Ole Berthelsen and Ole Peder Giæver, ”Støre ønsker Hamas velkommen,” Nettavisen, 18 April 2006.
[5] Abigail Klein Leichman,“Oslo Grants Visa to Hamas Lawmaker,” Jerusalem Post, 16 May 2006.
[6] Sissel Henriksen, ”Slakter Sveriges,” Klassekampen, 19 May 2006.
[7] “Suicide bomber kills nine in Tel Aviv,” NBC News, 17 April, 2006.
[8] Ashraf al-Khadra and Ole Peder Giæver, ”Fordømmer ikke selvmords-angrepet,” Nettavisen, 18 April 2006.
[9] Ole Berthelsen and Ole Peder Giæver, ”Støre ønsker Hamas velkommen.”
[10] Ole Peder Giæver,”Hamas-parlamentarikeren Yahya Al-Abadsa, som denne uken er på besøk i Norge, tror ikke det brygger til borgerkrig i de palestinske områdene,” Nettavisen, 13 June 2006.
[11] ”UD-representanter møtte Hamas-minister,” Aftenposten, 13 May 2006.
[12] Harald S. Klungtveit and Morten Øverbye, ”Israel avlyser alle avtaler med norsk statssekretær,” Dagbladet, 20 March 2007.
[13] “Norwegian minister meets Hamas PM,” BBC News, 19 March 2007.
[14] Ibid.
[15]  Norway-Hamas Link Angers Israel,” BBC News, 20 March 2007.
[16] Erik Abild, “NORWAC i Palestina,” Norwegian Aid Committee, 19 December 2010.
[17] Gjermund Glesnes, “Sammenligner Gaza med dødsriket Hades,” Verdens Gang, 4 January 2009.
[18] Erlend Skevik, ”Regjeringen støttet Gaza-legene,” Verdens Gang, 18 September.2009.
[19]  Pål T. Jørgensen and Espen Eide, ”Støre har hatt hemmelige samtaler med Hamas.” 27 January 2011.
[20] Manfred Gerstenfeld, ”NATO’s new secretary-general: Problematic not only for Israel,” Jerusalem Post, 6 April 2014. LEGA ARABA DEVE Essere distrutta e Palestinesi devon Essere Deportati! Op-Ed: la nuova NATO Sez. Generale è un Promotore di Hamas. Stoltenberg è una scelta sbagliata come sec.general NATO per molte ragioni, la principale quella di essere il suo sostegno per Hamas.
: Martedì, 29 Aprile 2014 Dr. Manfred Gerstenfeld.. Lo scrittore è stato un consulente di lungo termine sulle questioni di strategia verso le tavole ... Col passare del tempo, diventa sempre più chiaro quanto sia assurda la scelta dell'ex primo ministro norvegese Jens Stoltenberg Partito laburista come prossimo Segretario generale della NATO è. Il nuovo accordo Hamas-Fatah riporta alla mente i molti modi Stoltenberg, il suo governo e del Lavoro hanno direttamente e indirettamente promosso gli interessi di Hamas '. Hamas chiede l'assassinio degli ebrei nella piattaforma del partito. [1] Nel gennaio 2006, ha vinto la maggioranza nelle uniche elezioni generali palestinesi. L'Unione europea e gli Stati Uniti classificano Hamas come un gruppo terroristico. [2] Entrambi hanno concluso i contatti con i funzionari palestinesi dopo che Hamas ha formato un nuovo governo palestinese guidato da Ismael Haniyeh marzo 2006. Gli Stati Uniti e l'Unione europea poi anche tagliare gli aiuti ai palestinesi. [3] Nell'aprile del 2006, due rappresentanti di Hamas, parlamentare e portavoce del blocco di Hamas nel Parlamento, Salah Mohammed El-Bardawil e Mohammed El-Rantisi, sono stati invitati a visitare dal norvegese Palestina Comitato. Essi hanno affermato che era "importante" per invitare i rappresentanti del nuovo governo palestinese. [4] El-Rantisi è stato dato un visto Schengen dalla Norvegia, che gli permette l'entrata in uno qualsiasi dei 15 paesi membri, mentre El-Bardawil ha ricevuto un visto nazionale come la sua precedente domanda di Schengen è stata negata dalla Francia. [5] [6] I permessi di ingresso sono stati dati solo poche settimane dopo un importante attentato suicida è avvenuto all'esterno di un ristorante fast food 'del sindaco Falafel' a Tel Aviv, che ha sostenuto nove vite e ha lasciato più di 70 feriti. [7] Il movimento della Jihad Islamica ha rivendicato la responsabilità. Hamas ha definito l'attacco una risposta legittima Anche se El-Bardawil ha detto che non ha condannato l'attentato suicida, il ministro degli Esteri Store "aggressione israeliana." - Anche dal lavoro - ha accolto con favore i rappresentanti di Hamas a Norvegia [8] [9]. mesi seguenti, rappresentanti di Hamas parlamentare Yahya al-Abadsa e Ministro per i rifugiati Atef Adwan sono stati invitati dalla stessa organizzazione. Al-Abadsa incontrato con Amnesty International la Norvegia e il capo del partito laburista del comitato permanente parlamentare per gli affari esteri Olav Akselsen, durante la sua visita di una settimana. [10] Adwan partecipato ad un incontro con il capo della sezione Medio Oriente del Ministero degli Esteri, Kåre Eltervåg. [11] Ha inoltre incontrato i parlamentari di entrambe le parti di lavoro e socialista di sinistra. Stoltenberg non era solo il primo ministro, ma anche capo del partito laburista, che si è fino ad ora. La Norvegia è stato il primo governo occidentale a riconoscere il governo di unità breve durata 2007 Hamas-Fatah, ancora una volta guidato da Haniyeh. [12] norvegese Vice Ministro degli Esteri Raymond Johansen divenne il primo alto funzionario europeo di tenere colloqui con lui nel marzo 2007. Diversi media mostrato una foto delle due mani si stringono. [13] Dopo l'incontro con Haniyeh, Johansen ha detto "Speriamo che tutti i paesi europei e anche in altri paesi sosterranno questo governo di unità nazionale". [14] [15] Israele ha quindi annullato tutti gli incontri programmati tra I funzionari Johansen e israeliani. Durante piombo Fuso operazione di Israele nel 2008, due medici norvegesi e attivisti di sinistra estrema Mads Gilbert e Erik Fosse, è andato a Gaza e assistito nel trattamento degli abitanti di Gaza feriti. Hanno viaggiato a Gaza come parte dell'organizzazione umanitaria NORWAC, che è supportato finanziariamente in gran parte dal Ministero degli Esteri della Norvegia. [16] Gilbert e Fosse sono stati spesso intervistato dai media internazionali e ha affermato che Israele stava attaccando i civili e lo hanno confrontato al Dio dei Morti e degli Inferi, Ade della mitologia greca . [17]
L'ospedale di Gaza dove hanno lavorato è stato utilizzato come quartier generale di Hamas. Tuttavia, i medici norvegesi non ha menzionato una volta nei loro molteplici interviste alla stampa internazionale. Nei loro occhi libro a Gaza, questi due propagandisti di Hamas dicono come Stoltenberg ha chiamato i medici quando erano a Gaza e hanno espresso sostegno a nome del governo e il popolo norvegese. "Siamo molto orgogliosi di voi", ha detto Stoltenberg. [18]
Nel 2011, il governo norvegese ha affermato sul suo sito ufficiale che aveva contribuito a portare Fatah e Hamas insieme nel loro governo di unità nazionale di breve durata nel 2007. Negozio aveva poi avvicinato il leader di Hamas Khaled Mashaal, su richiesta di Mohammed Abbas per trasmettere aspettative del comunità internazionale che le due parti si uniscono in un governo di unità. Il governo norvegese ha anche affermato di non aver mai riconosciuto Hamas e non stabilire un contatto politico con esso.
Benson K. Whitney, l'allora ambasciatore americano in Norvegia, ha visto in modo diverso. In una nota del 2009, che aveva scritto al Dipartimento di Stato, ha detto che, "Anche se avrebbero negarlo, ci sono chiari segnali che il contatto con Hamas non è solo una necessità tattica di dialogo, ma che sostengono anche Hamas di posizione ad un certo livello. "[19]
Ho già documentato altrove molte altre ragioni per cui Stoltenberg è una scelta così povero come segretario generale della Nato. [20] Col passare del tempo, ulteriori argomenti a sostegno di questa molto probabilmente venire alla superficie.
fonti:
[1] "Il Patto del Movimento di Resistenza Islamico", Yale Law School. [recuperato 29 Giugno 2013]
[2] "Hamas vuole fuori degli Stati Uniti, le liste Terrore UE," CBNNews 12 marzo 2013
[3] "UE, USA impostata fine boicottaggio dei palestinesi," BBC, 20 marzo 2007.
[4] Ole Ole Berthelsen e Peder Giæver, "Store ønsker Velkommen Hamas," Nettavisen, 18 aprile 2006.
[5] Abigail Klein Leichman, "Oslo Grants visto per Hamas Legislatore," Jerusalem Post, 16 maggio 2006.
[6] Sissel Henriksen, "Slakter Sveriges," Klassekampen, 19 maggio 2006.
[7] "kamikaze uccide nove a Tel Aviv," NBC News, 17 aprile 2006.
[8] Ashraf al-Khadra e Ole Peder Giæver, "Fordømmer ikke selvmords-angrepet," Nettavisen, 18 aprile 2006.
[9] Ole Ole Berthelsen e Peder Giæver, "Store ønsker Velkommen Hamas."
[10] Ole Peder Giæver, "Hamas-parlamentarikeren Yahya Al-Abadsa, som Denne Uken er på Besök i Norge, tror ikke det Brygger til borgerkrig i de palestinske områdene," Nettavisen, 13 giugno 2006.
[11] "UD-representanter motte Hamas ministro," Aftenposten, 13 maggio 2006.
[12] Harald S. Klungtveit e Morten Overbye, "Israele avlyser alle avtaler med norsk statssekretær," Dagbladet, 20 marzo 2007.
[13] "ministro norvegese incontra Hamas PM," BBC News, 19 marzo 2007.
[14] Ibid.
[15] La Norvegia-Hamas link Angers Israele, "BBC News, 20 marzo 2007.
[16] Erik Abild, "NORWAC i Palestina," comitato per l'aiuto norvegese, 19 December 2010.
[17] Gjermund Glesnes, "Sammenligner Gaza med dødsriket Hades," Verdens Gang, 4 gennaio 2009.
[18] Erlend Skevik, "Regjeringen støttet Gaza-legene," Verdens Gang, 18 September.2009.
[19] Pål T. Jørgensen e Espen Eide, "Store har Hatt hemmelige samtaler med Hamas." 27 gennaio 2011.
[20] Manfred Gerstenfeld ", nuovo segretario generale della NATO: non solo per Israele, Problematico" Jerusalem Post, 6 aprile 2014.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

The "Islamic State of Iraq" wants to issue passports, and Hamas wants, speak with Israel, and because these entities politically recognizable, are not attacked by the ARAB LEAGUE, AND FROM U.S.A., THEN, these nations criminals must be attacked and destroyed! Lo "Stato islamico dell'Iraq" vuole rilasciare i passaporti, ed Hamas, vorrebbe, interloquire con Israele, e poiché, queste entità politicamente riconoscibili, non sono aggredite dalla LEGA ARABA, E DA USA, POI, queste nazioni criminali devono essere aggredite e distrutte!  Lo "Stato islamico dell'Iraq" vuole rilasciare i passaporti, ed Hamas, vorrebbe, interloquire con Israele, e poiché, queste entità politicamente riconoscibili, non sono aggredite dalla LEGA ARABA, e da USA, POI, queste nazioni criminali devono essere aggredite e distrutte!  Op-Ed: Internat'l Law Precludes Ceasefires with Terror Groups. International law has precise form and content. It cannot be invented and reinvented by terror groups such as Hamas or by aspiring states. Published: Sunday, July 06, 2014. Prof. Louis René Beres. The writer (Ph.D, Princeton, 1971) is is professor of Political Science... Written for Arutz Sheva. An expert in international law weighs in on the proposal to achieve a ceasefire with Hamas. Any time there is an announced "cease fire" between Israel and Hamas, it wrongly and foolishly bestows upon that terror organization. (1) an expressly legitimate status under international law; and, (2) a clear and newly incontestable condition of legal symmetry between the parties. This is never a tolerable jurisprudential arrangement for Israel. Moreover, no proper system of law can ever permit any sort of compromise or accommodation by a government with criminal organizations, even, in the case of Israel and Hamas, one that might involve a somewhat less formal arrangement than the currently proposed cease fire. It follows that Israel ought never to unwittingly prop up its criminal adversary in Gaza by agreeing to a cease fire or similar "armistice"; instead, it should proceed immediately to do whatever is needed operationally, while simultaneously reminding the world that the pertinent conflict is between a fully legitimate sovereign state (one that meets all criteria of the Convention  on the Rights and Duties of States, 1934) and an inherently illegal insurgent organization that meets none of these criteria, and that routinely violates all vital precepts of the law of  armed conflict. Hamas' inherent illegality is readily deducible from the far-reaching codified and customary criminalization of terrorism under authoritative international law, and can never be challenged by even well-intentioned third parties (e.g., the United States) in the presumably overriding interests of "peace." This is true even if Hamas were somehow mistakenly acknowledged to have "just cause" for its insurgency. Since the Hebrew Bible, there have always been clear and determinable rules of warfare. Now, moreover, especially since prominent codified changes enacted in 1949 and 1977, these rules bind all insurgent forces, not only uniformed national armies. In modern usage, they derive most plainly from the St. Petersburg Declaration (1868), which, in turn, followed upon earlier limitations expressed at the First Geneva Convention of 1864. In any conflict, the means that can be used to injure an enemy are not unlimited. It follows that no matter how hard they may try to institute certain self-serving manipulations of language,  those who would identify the willful maiming and execution of noncombatants in the name of some abstract ideal - any ideal - are always misrepresenting international law. Whenever Palestinian insurgents (Hamas; Fatah; Popular Front for the Liberation of Palestine; Islamic Jihad, it makes no difference) claim a legal right to use "any means necessary," they are attempting to deceive. Even if their corollary claims for "national self-determination" were in some fashion legally supportable, there would remain fully authoritative limits on permissible targets and weapons. Under binding humanitarian international law, the ends can never justify the means. Intentional forms of violence directed against the innocent are always repugnant, and always prohibited. While it is true that certain insurgencies can be judged lawful, any such permissible resorts to force must nonetheless conform to the laws of war. Even if incessant Palestinian cries of “occupation" were reasonable rather than contrived, any corresponding claims of entitlement to oppose Israel "by any means necessary" would remain unsupportable. International law has precise form and content. It cannot be invented and reinvented by terror groups or aspiring states, merely to accommodate their own presumed interests. Earlier, on November 29, 2012, the Palestinian Authority (PA) had been upgraded by the U.N. General Assembly to the status of a "nonmember observer state," but significantly, the PA has since declared itself nonexistent. On January 3, 2013, Mahmoud Abbas formally "decreed" the absorption of the "former "PA into the "State of  Palestine." While this administrative action did effectively and jurisprudentially eliminate the PA, it assuredly did not succeed in creating a new state by simple fiat. Leaving aside Abbas' illegal refusal to follow the Palestinian Arabs' binding obligation to negotiate full sovereignty directly with Israel, the evident criteria of "nonmember observer state" also fell far short of expectations of the only authoritative international treaty on statehood. This governing document is the Convention on the Rights and Duties of States (the "Montevideo Convention") of 1934. National liberation movements that fail to meet the test of just means are never protected as legitimate. Even if we were to accept the argument that Palestinian insurgent groups somehow met the criteria of “just cause,” they would not meet the additionally limiting standards of discrimination, proportionality, and military necessity. These compulsory standards have been applied to insurgent organizations by the common Article 3 of the four Geneva Conventions of 1949, and also by the two authoritative protocols to these Conventions of 1977. They are also binding upon all combatants by virtue of broader customary and conventional international law, including Article 1 of the Preamble to the Fourth Hague Convention of 1907. This rule, called the "Martens Clause," makes all persons responsible for upholding the "laws of humanity," and for the "dictates of public conscience." Every use of insurgent force by Palestinian insurgents must be judged twice, once with regard to the justness of the objective (in this case, a Palestinian state to be built upon the charred ruins of Israel), and once with regard to the justness of the violence employed. American and European supporters of a Palestinian State continue to believe that this 23rd Arab country will somehow be part of a "two-state solution."  Oddly, this wishful presumption is contradicted almost everywhere in the Arab/Islamic world. Cartographically, in this world, Israel has already been eliminated. On these maps, unambiguously, Israel exists only as “Occupied Palestine.” Always, terrorist crimes mandate universal cooperation, in both apprehension and punishment. As punishers of "grave breaches" under international law, all states are expected to search out and prosecute, or extradite, individual terrorist perpetrators. In no circumstances are any states permitted to characterize terrorists as "freedom fighters." This expectation is explicitly and emphatically true for the United States, which already  incorporates all international law as the "supreme law of the land" at Article 6 of the U.S. Constitution (the “Supremacy Clause”), and which was intentionally formed according to the principles of Natural Law. For the Founding Fathers of the United States, of course, these principles had already been “born” at Sinai. LOUIS RENÉ BERES was educated at Princeton (Ph.D., 1971), and is the author of many books and articles dealing with terrorism, counter-terrorism, and international law. His most recent writings have been published at the Harvard National Security Journal (Harvard Law School); the International Journal of Intelligence and Counterintelligence; the Israel Journal of Foreign Affairs; the Brown Journal of World Affairs; and Oxford University Press. Professor Beres was born in Zürich, Switzerland, at the end of World War II. Op-Ed: Diritto Internat'l osta cessate il fuoco con il terrore Gruppi. Il diritto internazionale ha forma e il contenuto preciso. Non può essere inventata e reinventata da gruppi terroristici come Hamas o da aspiranti Stati. Pubblicato: Domenica 6 luglio 2014 il Prof. Louis René Beres.. Lo scrittore (Ph.D, Princeton, 1971) si è professore di Scienze Politiche ... Scritto per Arutz Sheva. Un esperto di diritto internazionale pesa sulla proposta di raggiungere un cessate il fuoco con Hamas. Ogni volta che c'è una annunciata "cessate il fuoco" tra Israele e Hamas, erroneamente e stupidamente dona a tale organizzazione terroristica. (1) uno stato espressamente legittima ai sensi del diritto internazionale; e (2) una condizione chiara e recente incontestabile di simmetria giuridico tra le parti. Questo non è mai un accordo giurisprudenziale tollerabile per Israele. Inoltre, nessun sistema adeguato di legge può mai consentire a qualsiasi tipo di compromesso o di alloggio da parte di un governo con le organizzazioni criminali, anche, nel caso di Israele e Hamas, che potrebbe comportare una disposizione un po 'meno formale rispetto del cessate il fuoco attualmente proposto. Ne consegue che Israele dovrebbe mai prop involontariamente il suo avversario criminale a Gaza accettando un cessate il fuoco o simili "armistizio"; invece, si dovrebbe procedere immediatamente a fare tutto ciò che è necessario operativamente, allo stesso tempo ricordando al mondo che il conflitto pertinente è tra uno Stato sovrano pienamente legittima (quella che soddisfa tutti i criteri della Convenzione sui diritti ei doveri degli Stati, 1934) e un organizzazione insurrezionale intrinsecamente illegale che soddisfa nessuno di questi criteri, e che viola sistematicamente tutti i precetti fondamentali del diritto dei conflitti armati. Illegittimità intrinseca Hamas 'è facilmente deducibile dalla vasta portata codificato e consuetudinario criminalizzazione del terrorismo ai sensi del diritto internazionale autorevole, e non può mai essere messo in discussione da parte di terzi, anche ben intenzionate (ad esempio, gli Stati Uniti) nell'interesse presumibilmente superiori di "pace . "Questo è vero anche se Hamas fosse in qualche modo erroneamente riconosciuto di avere "giusta causa" per la sua insurrezione. Dal momento che la Bibbia ebraica, ci sono sempre stati regole chiare e determinabili di guerra. Ora, inoltre, soprattutto perché i cambiamenti codificati importanti emanate nel 1949 e nel 1977, queste regole si legano tutte le forze ribelli, non solo gli eserciti nazionali in uniforme. Nell'uso moderno, derivano più chiaramente dalla Dichiarazione di San Pietroburgo (1868), che, a sua volta, ha seguito su precedenti limitazioni espresse alla Convenzione di Ginevra del 1864. In ogni conflitto, i mezzi che possono essere utilizzati per ferire un nemico non sono illimitate. Ne consegue che non importa quanto duramente si può tentare di istituire alcune manipolazioni self-serving del linguaggio, coloro che vorrebbero identificare la mutilazione intenzionale e l'esecuzione dei non combattenti in nome di un ideale astratto - qualsiasi ideali - sono sempre travisando il diritto internazionale. Ogni volta che gli insorti palestinesi (Hamas, Fatah, Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, Jihad islamica, non fa differenza) rivendicano un diritto legale di usare "ogni mezzo necessario", essi stanno tentando di ingannare. Anche se le loro richieste corollario di "autodeterminazione nazionale" erano in qualche modo giuridicamente sopportabile, non ci sarebbero limiti rimangono pienamente autorevole sul target ammissibili e armi. Secondo il diritto internazionale umanitario vincolante, le estremità non possono mai giustificare i mezzi. Forme intenzionali di violenza contro gli innocenti sono sempre ripugnanti, e sempre vietate. Se è vero che alcune insurrezioni possono essere giudicati leciti, tali villaggi consentiti per forza devono comunque conformi alle leggi di guerra. Anche se incessanti grida palestinesi di "occupazione" erano ragionevoli e non artificiosa, tutte le corrispondenti pretese di diritto di opporsi Israele "con ogni mezzo necessario" rimarrebbe insostenibile. Diritto internazionale ha forma e il contenuto preciso. Non può essere inventato e reinventato da gruppi terroristici o aspiranti tali stati, solo per accogliere i propri presunti interessi. precedenza, il 29 novembre 2012, l'Autorità Palestinese (PA) era stata rinnovata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per lo status di "Stato osservatore non membro", ma significativamente, la PA da allora ha dichiarata inesistente. Il 3 gennaio 2013, Mahmoud Abbas formalmente "decretato" l'assorbimento del "vecchio" PA in "Stato di Palestina". Mentre questa azione amministrativa ha fatto in modo efficace e jurisprudentially eliminare la PA, ma certamente non è riuscito a creare un nuovo stato per semplice fiat. Lasciando da parte di Abbas 'rifiuto illegale di seguire gli arabi palestinesi obbligo vincolante di negoziare la piena sovranità direttamente con Israele, i criteri evidenti di "stato osservatore non membro", anche sceso molto al di sotto delle aspettative del solo trattato internazionale autorevole statualità. Questo documento che disciplina la Convenzione sui diritti ei doveri degli Stati ("Convenzione di Montevideo") del 1934. Movimenti di liberazione nazionale che non riescono a soddisfare la prova di soli mezzi sono mai protetti come legittimo. Anche se dovessimo accettare la tesi che i gruppi ribelli palestinesi in qualche modo soddisfatti i criteri di "giusta causa", non avrebbero soddisfano gli standard inoltre limitanti di discriminazione, proporzionalità e necessità militare. Queste norme obbligatorie sono state applicate alle organizzazioni ribelli del comune articolo 3 delle quattro Convenzioni di Ginevra del 1949, e anche dai due protocolli autorevoli a queste convenzioni del 1977. Sono inoltre vincolanti per tutti i combattenti in virtù di una più ampia internazionale consuetudinario e convenzionale legge, compreso l'articolo 1 del preambolo della Convenzione dell'Aia IV del 1907. Questa regola, chiamata "clausola Martens," rende tutti i responsabili per il rispetto delle "leggi dell'umanità" e per i "dettami della coscienza pubblica". Ogni uso della forza degli insorti da parte degli insorti palestinesi deve essere giudicato due volte, una per quanto riguarda la giustezza dell'obiettivo (in questo caso, uno Stato palestinese ad essere costruita sulle rovine carbonizzate di Israele), e una volta per quanto riguarda la giustezza della violenza impiegata. Sostenitori americani ed europei di uno Stato palestinese, continuano a credere che questo paese arabo 23 in qualche modo parte di una "soluzione dei due Stati". Stranamente, questa presunzione desiderio è contraddetta quasi ovunque nel mondo arabo / islamico. Cartograficamente, in questo mondo, Israele è già stato eliminato. Su queste mappe, senza ambiguità, Israele esiste solo come "Palestina occupata". Sempre, reati di terrorismo impongono una cooperazione universale, sia in apprensione e punizione. Come Punitori di "gravi violazioni" ai sensi del diritto internazionale, tutti gli Stati sono tenuti a cercare e perseguire o estradare, i singoli autori terroristici. In nessun caso sono eventuali stati autorizzati a caratterizzare i terroristi come "combattenti per la libertà". Questa aspettativa è esplicitamente e decisamente vero per gli Stati Uniti, che incorpora già ogni legge internazionale come la "legge suprema del paese" di cui all'articolo 6 della Costituzione degli Stati Uniti (il "Supremacy Clause"), e che è stata intenzionalmente formata secondo l'principi della legge naturale. Per i Padri Fondatori degli Stati Uniti, ovviamente, questi principi erano già stati "nato" al Sinai. LOUIS RENÉ BERES stato istruito a Princeton (Ph.D., 1971), ed è autore di numerosi libri e articoli che trattano il terrorismo, la lotta al terrorismo, e del diritto internazionale. I suoi più recenti scritti sono stati pubblicati presso la Harvard National Security Journal (Harvard Law School); l'International Journal of Intelligence e controspionaggio; Israele Giornale degli Affari Esteri; Brown Journal of World Affairs; e Oxford University Press. Il professor Beres è nato a Zurigo, in Svizzera, alla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

ALL ACTIVITIES Nuclear, throughout the ARAB LEAGUE, must be destroyed immediately! Iran must immediately be razed to the ground!
OGNI ATTIVITà Nucleare, in tutta la LEGA ARABA, deve essere distrutta immediatamente! Iran deve essere immediatamente raso al suolo!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

Abyssal DIFFERENCE, BETWEEN, ISRAEL AND, ALL THE ARAB LEAGUE, UN OCI SHARIA, which does not recognize the status of a human being, to non-Muslims, dhimmis SLAVES! This ARAB LEAGUE MUST be destroyed, WITH NUCLEAR WEAPONS! ] [ Binyamin Netanyahu at Yifrah family home, Pays Condolence Visit to Teens' Families. PM visits Frenkel, Sha'ar and Yifrah families, dedicates book of his brother's letters, says their sacrifice was not in vain. By Arutz Sheva Staff. Publish: 7/7/2014, Prime Minister Binyamin Netanyahu visited the homes of the three murdered Israeli teens Naftali Frenkel, Eyal Yifrah and Gilad Sha'ar on Sunday; the three were abducted and murdered by Hamas terrorists on June 12. While there with his wife Sarah, Netanyahu gave the Sha'ar, Yifrah and Frenkel families the book "Yoni's Letters," a collection of letters from his brother Yonatan Netanyahu who was killed in the July 4, 1976 Entebbe rescue operation. Netanyahu, who on July 4 attended an annual memorial for Yonatan, related to the families how he has dealt with the loss of his brother. In the copy of the book given to the Yifrah family, Netanyahu wrote in dedication "to the noble Yifrah family which is dear to us and all the people of Israel, we join in your deep grief on the death of the unforgettable Eyal, may his memory be blessed." The dedication also emphasized that the boys' deaths were not in vain, quoting a famously Talmudic passage which says the Land of Israel is acquired through the sacrifice of the people of Israel. "The land of Israel is obtained through hardships. May you find relief and comfort from your hardships. With you from the depths of our hearts, Sarah, Yair, Avner and Binyamin," concluded the dedication. At Nof Ayalon, the hometown of Naftali Frenkel, prime minister heard from the 16-year-old's parents about his musical talents playing the guitar and singing Shabbat songs. Netanyahu told the Frenkel family "in the long war against our enemies we need first of all to know the truth about the Jewish people, and afterwards to struggle and fight for that truth." Netanyahu capped off his visits on Sunday with a visit to the Sha'ar family in Talmon. While in Nof Ayalon, Netanyahu made public statements about the security situation, calling on the Palestinian Authority (PA) to find the murderers of the three teens just as Israel has made efforts to find the murderers of Mohammed Abu Khder, the Arab teen who was murdered last Wednesday. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha visitato le case dei tre ragazzi israeliani assassinati Naftali Frenkel, Eyal Yifrah e Gilad Sha'ar di Domenica; i tre sono stati rapiti e uccisi dai terroristi di Hamas il 12 giugno. Mentre con la moglie Sarah, Netanyahu ha dato le famiglie Sha'ar, Yifrah e Frenkel il libro "Lettere di Yoni", una raccolta di lettere di suo fratello Yonatan Netanyahu, che è stato ucciso nel 4 luglio 1976 operazioni di soccorso Entebbe. Netanyahu, che il 4 luglio ha partecipato un memoriale annuale per Yonatan, legati alle famiglie come ha affrontato la perdita del fratello. Nella copia del libro dato alla famiglia Yifrah, Netanyahu ha scritto nella dedica "alla nobile famiglia Yifrah che è caro a noi ea tutto il popolo d'Israele, che si uniscono nel tuo profondo dolore per la morte dell'indimenticabile Eyal, possa la sua memoria sia benedetta. " La dedica inoltre sottolineato che le morti dei ragazzi non sono stati vani, citando un passo famoso del Talmud che dice la Terra d'Israele è acquisito attraverso il sacrificio del popolo di Israele. "La terra di Israele è ottenuta attraverso le difficoltà. Che tu possa trovare sollievo e conforto ai tuoi disagi. Con voi dal profondo del nostro cuore, Sarah, Yair, Avner e Binyamin", ha concluso la dedizione. Al Nof Ayalon, la città natale di Naftali Frenkel, il primo ministro sentito dai genitori di 16 anni circa il suo talento musicale a suonare la chitarra e cantando canzoni Shabbat. Netanyahu ha detto alla famiglia Frenkel "nella lunga guerra contro i nostri nemici abbiamo bisogno prima di tutto di conoscere la verità sul popolo ebraico, e poi lottare e combattere per la verità." Netanyahu ha coronato le sue visite di Domenica con una visita alla famiglia Sha'ar in Talmon. Mentre in Nof Ayalon, Netanyahu ha fatto dichiarazioni pubbliche circa la situazione della sicurezza, invitando l'Autorità Palestinese (PA) per trovare gli assassini dei tre ragazzi proprio come Israele ha fatto sforzi per trovare gli assassini di Mohammed Abu Khder, l'adolescente arabo che era assassinato lo scorso Mercoledì.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

Abyssal DIFFERENCE, BETWEEN, ISRAEL AND, ALL THE ARAB LEAGUE, UN OCI SHARIA, which does not recognize the status of a human being, to non-Muslims, dhimmis SLAVES! This ARAB LEAGUE MUST be destroyed, WITH NUCLEAR WEAPONS! PM Tells Father of Murdered: Mohammed Abu-Khder, Arab Teen: Justice Will be Served. Speaking to Mohammed Abu Khder's father Netanyahu vows 'justice will be served', says murder 'unacceptable by any human being'. By Ari Yashar: 7/7/2014, Prime Minister Binyamin Netanyahu on Monday morning called Hussein Abu Khder, the father of 16-year-old Mohammed Abu Khder of Jerusalem's Beit Hanina neighborhood who was found murdered last Wednesday. "I want to express my shock and the shock of Israeli citizens at the despicable murder of your son. We acted immediately to locate the murderers; they will be brought to trial and justice will be served against them. We denounce all cruel behavior, and the murder of your son is despicable and unacceptable by any human being," said Netanyahu during the conversation. The teenager's body was found burnt last Wednesday morning in the Jerusalem Forest, after he was abducted from Beit Hanina the previous night. Police arrested six Jewish suspects on suspicion of involvement in the murder on Sunday, later saying that one of the six "connected themselves" with the crime. However, lawyers representing the six suspects have said police are having trouble connecting the six to the murder and no clear evidence linking the six suspects has yet been presented. Police suspect the murder was an act of "revenge" by Jewish extremists for the murder of three Israeli teens Naftali Frenkel, Eyal Yifrah and Gilad Sha'ar. Abu Khder's murder sparked days of riots by Arab extremists, who have violently attacked security forces, local infrastructure and Jewish residents in the past several days since his body was found. The rioters were encouraged by Abu Khder's mother last Friday, who called for violent "revenge" against Israelis, backing the ongoing violent Arab riots and Gaza rocket escalation which she called "concern for the Palestinian people." Abu Khder's mother added that the rioting, which has included multiple incidents of suspected arson terror, injured IDF soldiers and Israeli press officials, and destroyed three Jerusalem Light Rail stations, are a form of Arab residents "exercising their rights." [[ LA ABISSALE DIFFERENZA, TRA, ISRAELE E LA LEGA ARABA ONU SHARIA, che, non riconosce lo status di essere umano, ai non musulmani, DHIMMI SCHIAVI! questa LEGA ARABA, DEVE ESSERE ANNIENTATA, CON ARMI NUCLEARI! ]] PM Dice Padre di Assassinato: Mohammed Abu-Khder, Teen arabo: giustizia sarà servito. Parlando al padre di Mohammed Abu Khder Netanyahu promette 'giustizia sarà servito', dice l'omicidio 'inaccettabile da qualsiasi essere umano'. By Ari Yashar: 2014/07/07, primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu il Lunedi mattina ha chiamato Hussein Abu Khder, il padre di 16 anni, Mohammed Abu Khder di Gerusalemme, in zona Beit Hanina che è stato trovato assassinato lo scorso Mercoledì. "Voglio esprimere il mio shock e lo shock dei cittadini israeliani per l'assassinio spregevole di tuo figlio Abbiamo agito immediatamente per individuare gli assassini,. Saranno portati a giudizio e la giustizia saranno serviti contro di loro Denunciamo tutti i comportamenti crudeli, e. l'assassinio di tuo figlio è spregevole e inaccettabile da qualsiasi essere umano ", ha detto Netanyahu durante la conversazione. Il corpo del ragazzo è stato trovato bruciato lo scorso Mercoledì mattina nella foresta di Gerusalemme, dopo essere stato rapito da Beit Hanina la notte precedente. La polizia ha arrestato sei sospetti ebrei sospettati di coinvolgimento nell'omicidio di Domenica, più tardi dicendo che uno dei sei "si sono collegati" con il crimine. Tuttavia, gli avvocati che rappresentano i sei indagati hanno detto la polizia stanno avendo problemi di connessione al sei per l'omicidio e nessuna prova chiara che collega i sei indagati è stato ancora presentato. La polizia sospetta l'omicidio è stato un atto di "vendetta" da estremisti ebrei per l'omicidio di tre ragazzi israeliani Naftali Frenkel, Eyal Yifrah e Gilad Sha'ar. L'assassinio di Abu Khder scatenato giorni di scontri da parte di estremisti arabi, che hanno violentemente attaccato le forze di sicurezza, infrastrutture locali e residenti ebrei negli ultimi giorni da quando è stato trovato il suo corpo. I rivoltosi sono stati incoraggiati dalla madre di Abu Khder Venerdì scorso, che ha chiamato per violenti "vendetta" contro gli israeliani, sostenere le rivolte arabe in corso violenti e Gaza razzo escalation che lei chiamava "preoccupazione per il popolo palestinese". La madre di Abu Khder aggiunto che la rivolta, che ha incluso diversi casi sospetti di terrorismo incendio doloso, soldati dell'IDF feriti e funzionari stampa israeliana, e distrutto tre stazioni Jerusalem Light Rail, sono una forma di residenti arabi "che esercitano i loro diritti".
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

Prime Minister Binyamin Netanyahu, Re dell'Arabia Saudita Abdullah bin Abdul Aziz Al Saud, [ Dio mi ha detto: "quelli sono i tuoi fratelli maggiori!" ok! anche se per me, voi siete dei pezzi merda, e per me, non è così! come, io potrei non onorarVi, per offendere, il comandamento di Dio, che, ha detto: "loro sono i tuoi fratelli maggiori, e tu li devi onorare, tu devi proteggere la loro vita, a prezzo della tua vita!" veniamo a discutere, circa, questo ministero politico Universale di UniusREI.. qui, sono tutti offesi, contro di me, perché, io ho detto: "la vita di nessun bambino africano, è meno importante, della mia vita!" INFATTI, DIO NON HA DETTO: IO AI BAMBINI AFRICANI NON VOGLIO DARE LA MIA IMMAGINE E LA MIA SOMIGLIANZA! Quindi, è sacra la vita di ogni persona! ma, farisei e salafiti hanno detto: "no! la nostra vita, è più sacra di tutti, ed hanno fatto riferimento, a corrotte, parole presunte di Dio, ed a schizofreniche interpretazini teologiche! NON COMPRENDENDO, COSì CHE ANCHE SATANA, SAREBBE APPARSO PIù ONESTO, E COERENTE, DI DIO STESSO!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

Prime Minister Binyamin Netanyahu -- io ho offerto, questo mio grande dolore, la distruzione del mio: noahthenephilim@gmail.com account completamente distrutto ] a holy my JHWH, perché, le vite degli israeliani possano essere protette, in modo soprannaturale!  perché, io ho detto, che, Julija Tymošenko e Hillary Clinton, hanno gli stessi demoni in comune! sono due criminali senza più possibilità di redenzione! Hillary si è vendicata, attraverso, la CIA, e mi ha fatto chiudere, anche, il blogspot associato(e questo non ha alcun senso, circa, il videos copyright), ma questa è la verità, soltanto, un pericoloso assassino si può muovere, dentro la amministrazione americana, di assassini jihadisti, come lei!! /noahthenephilim/discussion 2576 video
Il blog è stato rimosso friendxkinguniusrei.blogspot.com/ 1267 post
L'account YouTube NoahTheNephilim è stato chiuso, perché, abbiamo ricevuto ripetute notifiche di violazione del copyright di terze parti, da parte di autori di reclami fra cui: NDTV, truTV, JoeEichLester ] tu devi sapere, che, tutto era gigantesco, prima, e dopo, il diluvio universale, ecco perché, gli atei, che, hanno la religione della truffa, teoria favola, della evoluzione, si sono vendicati! Ma, questi criminali della Bush 322 company Kerry, Rothschild, sono i veri nemici, del Regno di Dio, che, con tutte le sue ipocrisie massoniche, ed incongruenze Farisei FMI? Israele rappresenta sempre il Regno di Dio.. e questo è: il vero motivo per cui, gli israliani devono essere sterminati!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

Faced with this statement, all the ARAB LEAGUE, you should be ashamed for yourself, for not having yet, freedom of religion, and acts of racism, homicidal against dhimmis apostates, and that, freedom of religion could have ever?, if the ISLAM, without brutal violence, it could never stand up on its own culturally? That's why, the ARAB LEAGUE must be destroyed! Aftermath of Boko Haram attack. Nigeria: 60 Women and Girls Escape Boko Haram Captivity. More than 60 women and girls abducted last month by Boko Haram in northeast Nigeria escape their captors. By Arutz Sheva Staff. 7/7/2014, More than 60 women and girls abducted last month by Boko Haram in northeast Nigeria have escaped their captors, sources said Sunday, according to AFP. Local vigilante Abbas Gava said he had "received an alert from my colleagues ... that about 63 of the abducted women and girls had made it back home" late Friday. A high-level security source in the Borno state capital Maiduguri, who requested anonymity because he was not authorized to speak on the matter, confirmed the escape. Gava, a senior official of the local vigilantes in Borno State who are working closely with security officials, told journalists the women escaped when their captors went out to fight. "They took the bold step when their abductors moved out to carry out an operation," he said, according to AFP. Clashes took place between the Islamists and the army late Friday after an attack by the insurgents in the town of Damboa, where more than 50 of them were killed, the army had said. Spokesmen for the armed forces or the government could not be reached Sunday for comment. "It's 83 days today that the girls have been abducted," activist Aisha Yesufu told the press after about 50 members of the Bring Back Our Girls movement tried Sunday to march to the presidential palace in Abuja but were asked by security forces to turn back. "We have been coming out for 68 days and nobody has really listened to us," Yesufu told reporters after the march, according to AFP. That is why the group "decided that we should just take the protest back to the President so that he will know that we are still out there after the 68 days that we have been coming out daily," she added. Nigeria has been hit by a wave of terrorist attacks, most of which have been carried out by Boko Haram. Targets have included sports venues and schools teaching a secular curriculum. Back in April, nearly 300 schoolgirls were abducted from a school by Boko Haram in a mass kidnapping which triggered international outcry. According to a presidential committee investigating the abductions there were 395 students at the school at the time. 119 managed to avoid capture, while another 57 escaped in the first few of days of their abduction. 219 girls are still believed to be held by the group; a video released by the Islamists soon after showed them converting to Islam, presumably under duress. Conseguenze di un attacco Boko Haram. Nigeria: 60 donne e ragazze fuga Boko Haram cattività. Più di 60 donne e ragazze rapite il mese scorso da Boko Haram nel nord est della Nigeria sfuggire loro rapitori. Con Arutz Sheva Staff. 2014/07/07, più di 60 donne e ragazze rapite il mese scorso da Boko Haram nel nord est della Nigeria sono scappati loro rapitori, riferiscono le fonti Domenica, secondo AFP. Vigilante locale Abbas Gava ha detto di aver «ricevuto un avviso di miei colleghi ... che, circa il 63 delle donne e delle ragazze rapite aveva fatto ritorno a casa" in ritardo Venerdì. Una fonte della sicurezza di alto livello nella capitale dello stato di Borno Maiduguri, che, ha chiesto l'anonimato perché non era autorizzato a parlare sulla questione, ha confermato la fuga. Gava, un alto funzionario dei vigilantes locali a Borno Stato che stanno lavorando a stretto contatto con i funzionari della sicurezza, ha detto ai giornalisti le donne scappati quando i loro rapitori sono andati a combattere. "Hanno preso il passo coraggioso quando i loro rapitori trasferirono ad effettuare una operazione", ha detto, secondo AFP. Gli scontri hanno avuto luogo tra gli islamisti e l'esercito Venerdì tardi dopo un attacco degli insorti nella città di Damboa, dove più di 50 di loro sono stati uccisi, l'esercito aveva detto. I portavoce delle forze armate o il governo non potrebbero essere raggiunti Domenica per un commento. "E '83 giorni oggi che le ragazze sono state rapite", ha detto l'attivista Aisha Yesufu la stampa dopo circa 50 membri del Bring Back Il nostro movimento ragazze tentò Domenica a marciare verso il palazzo presidenziale di Abuja, ma sono stati invitati dalle forze di sicurezza di tornare indietro. "Veniamo fuori per 68 giorni e nessuno ha davvero ascoltato noi", ha detto Yesufu giornalisti dopo la marcia, secondo AFP. Ecco perché il gruppo "ha deciso che dovremmo solo prendere la protesta di nuovo al presidente in modo che egli saprà che siamo ancora lì dopo i 68 giorni che ci sono venuti fuori tutti i giorni", ha aggiunto. La Nigeria è stata colpita da un'ondata di attacchi terroristici, la maggior parte dei quali sono stati effettuati da Boko Haram. Gli obiettivi hanno incluso impianti sportivi e scuole che insegnano un curriculum secolare. Già nel mese di aprile, circa 300 studentesse sono stati rapiti da una scuola da Boko Haram in un sequestro di massa che ha scatenato proteste internazionali. Secondo una commissione presidenziale indagando i rapimenti ci sono stati 395 studenti della scuola in quel momento. 119 è riuscito a evitare la cattura, mentre un altro 57 fuggiti nel primo pochi giorni del loro sequestro. 219 ragazze sono ancora crede che si terrà dal gruppo; un video diffuso dagli islamisti subito dopo mostrò loro conversione all'Islam, presumibilmente sotto costrizione.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

Faced with this statement, all the ARAB LEAGUE, you should be ashamed for yourself, for not having yet, freedom of religion, and acts of racism, homicidal against dhimmis apostates, and that, freedom of religion could have ever?, if the ISLAM, without brutal violence, it could never stand up on its own culturally? That's why, the ARAB LEAGUE must be destroyed! di fronte a questa dichiarazione, tutta la LEGA ARABA, SI DOVREBBE VERGOGNARE, per non avere ancora, la libertà di religione, e, atti di razzismo, omicida, contro, i dhimmi apostati, e che, libertà di religione potrebbe avere mai, se, l'ISLAM,  senza brutale violenza, non potrebbe, mai reggersi in piedi da solo culturalmente? ecco perché, la LEGA ARABA deve essere distrutta! ] PM to Murdered Teen's Father: Killers will Face Justice. Prime Minister Binyamin Netanyahu expessed his condolences, Monday morning to Hussein Abu Khdeir, the father of Muhammad Abu Khdeir, who was murdered last week. Prime Minister Netanyahu said, "I would like to express my outrage and that of the citizens of Israel over the reprehensible murder of your son. We acted immediately to apprehend the murderers. We will bring them to trial and they will be dealt with to the fullest extent of the law. We denounce all brutal behavior; the murder of your son is abhorrent and cannot be countenanced by any human being." PM Padre Teen assassinato: Killers dovrà affrontare la giustizia
Il primo ministro Binyamin Netanyahu expessed le sue condoglianze, Lunedi mattina Hussein Abu Khdeir, il padre di Muhammad Abu Khdeir, assassinato la scorsa settimana. Il primo ministro Netanyahu ha detto, "Vorrei esprimere la mia indignazione e quella dei cittadini di Israele per l'omicidio riprovevole di tuo figlio. Abbiamo agito immediatamente per arrestare gli assassini. Saremo portarli in giudizio e saranno trattati con l'. più ampia portata della legge Denunciamo tutti i comportamenti brutali, l'omicidio di suo figlio è ripugnante e non può essere tollerato da ogni essere umano ".
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

La task force dell'OSCE chiede azioni rapide per risolvere la crisi ucraina. [[ a motivo di schizofrenici e unilaterali, motivi giuridici, tipo la unità nazionale: che, non è il principio più importante! così, si uccidono persone, SI ditruggono vite umane, che, ogni ordinamento giuridico, ha il dovere di proteggere? solo perché, la NATO ha detto, alla CIA, con i cecchini "tu puoi uccidere 100 persone a Maidan, e fare un colpo di Stato, così, noi ci rubiamo la Ucraina!" e poi, noi possiamo fare, tutti i genocidi, che, noi vogliamo, tanto, non c'è nessuno che, ci può fermare! ASSURDO! allora, non vi vergognate, voi dite, piuttosto, senza pudore, che, il sistema REGIME: massonico Bildenberg, sono i nazisti! voi SIETE I NAZISTI! Quindi, voi avete negato i fondamenti della democrazia elettiva, perché, quel popolo, con radici culturali, linguistiche e identitarie diverse, ha votato per la sua indipendenza (e se non avesse subito gravi delitti, non avrebbe sentito il bisogno di votare per la sua indipenenza! ), mentre, voi per un bullismo giuridico, voi non riconoscete, la autorità del popolo, che, ha votato! MA il suffragio universale del popolo, è il valore prioritario! Ma, nessuna Convenzione, potrebbe darvi la autorità, di uccidere il popolo, attraverso, il suo esercito, in questa circostanza, storica, sociale e giuridica! Voi siete dei criminali internazionali soltanto! [ A Kiev il gruppo di contatto trilaterale dell'OSCE ha auspicato un intervento urgente per trovare una soluzione pacifica alla crisi in Ucraina. E' scritto in un comunicato sul suo sito web.
"Sulla base del piano di pace del presidente Poroshenko e della dichiarazione comune dei ministri degli Esteri di quattro Paesi adottata a Berlino il 2 luglio scorso (Russia, Francia, Germania e Ucraina), il gruppo di contatto trilaterale dei rappresentanti di alto livello provenienti da Ucraina, Russia ed OSCE sottolinea la necessità di compiere urgentemente progressi concreti verso una soluzione pacifica della crisi" – si legge nel documento.
Secondo il gruppo di contatto, “il prossimo ciclo di colloqui dovrebbe essere effettuato senza indugi il più presto possibile”.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

la bugiarda, assassino FMI, Christine Lagarde: dal 2015 [ ci sarà la guerra mondiale nucleare, proprio perché, nella usurocrazia, nessuna ripresa economica può essere matematicamente possibile! ] la ripresa dell'economia mondiale. Oggi nel corso di una conferenza stampa nella città francese di Aix-en-Provence, il capo del Fondo Monetario Internazionale (FMI) Christine Lagarde ha dichiarato che nel primo semestre del 2015 l'attività economica mondiale si rafforzerà, mentre nella seconda crescerà, nonostante brevi periodi di flessioni temporanee. I danni causati dalla politica delle banche centrali di diversi Paesi hanno raggiunto il picco, ora grazie agli investimenti nelle infrastrutture, nell'istruzione e nella sanità i governi dovrebbero aiutare i Paesi a raggiungere un livello di stabilità, ha notato la Lagarde. A suo avviso i Paesi dell'eurozona stanno gradualmente cominciando a riprendersi dalla recessione.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
1 secondo fa

perché, io ho detto, che, Julija Tymošenko e Hillary Clinton, hanno gli stessi demoni in comune! sono due criminali senza più possibilità di redenzione! Hillary si è vendicata, e mi ha fatto chiudere, anche, il blogspot associato(e questo non ha alcun senso, circa, il videos copyright), ma questa è la verità, soltanto, un pericoloso assassino si può muovere, dentro la amministrazione americana, di assassini jihadisti, come lei!!
https://www.youtube.com/user/noahthenephilim/discussion 2576 video
Il blog è stato rimosso friendxkinguniusrei.blogspot.com/ 1267 post
mail: noahthenephilim@gmail.com[[ account completamente distrutto
FMI, Christine Lagarde: dal 2015 la ripresa dell'economia mondiale. Oggi nel corso di una conferenza stampa nella città francese di Aix-en-Provence, il capo del Fondo Monetario Internazionale (FMI) Christine Lagarde ha dichiarato che nel primo semestre del 2015 l'attività economica mondiale si rafforzerà, mentre nella seconda crescerà, nonostante brevi periodi di flessioni temporanee. I danni causati dalla politica delle banche centrali di diversi Paesi hanno raggiunto il picco, ora grazie agli investimenti nelle infrastrutture, nell'istruzione e nella sanità i governi dovrebbero aiutare i Paesi a raggiungere un livello di stabilità, ha notato la Lagarde. A suo avviso i Paesi dell'eurozona stanno gradualmente cominciando a riprendersi dalla recessione.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
38 secondi fa

oggi 07/07/2014, sono ripresi i bombardmenti sulle citta!
Kiev promette di non bombardare nè Lugansk nè Donetsk
6 luglio 2014, 16:14
Kiev e le forze separatiste si accusano a vicenda di proseguire azioni militari
24 giugno, 14:37
Ucraina, i separatisti filorussi: nessun soldato ucraino a Donetsk
6 luglio 2014, 12:56
Secondo raid aereo dell'Aviazione ucraina su Lugansk
2 giugno, 19:22
Kiev soddisfatta dell'andamento dell'operazione militare in Ucraina orientale
6 luglio 2014, 20:05
I separatisti filorussi accusano Kiev di bombardare Lugansk con i lanciarazzi “Grad”
6 luglio 2014, 17:33
In Ucraina operazione militare ad oltranza contro gli autonomisti filorussi
27 maggio, 13:19
esercito ucraino promette di creare un corridoio umanitario


Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
5 minuti fa

http://cdn.ruvr.ru/2014/07/07/1506547391/9RIAN_02458621.HR.ru.jpg [ La task force dell'OSCE chiede azioni rapide per risolvere la crisi ucraina. [[ a motivo di schizofrenici e unilaterali, motivi giuridici, tipo la unità nazionale: che, non è il principio più importante! così, si uccidono persone, SI ditruggono vite umane, che, ogni ordinamento giuridico, ha il dovere di proteggere? solo perché, la NATO ha detto, alla CIA, con i cecchini "tu puoi uccidere 100 persone a Maidan, e fare un colpo di Stato, così, noi ci rubiamo la Ucraina!" e poi, noi possiamo fare, tutti i genocidi, che, noi vogliamo, tanto, non c'è nessuno che, ci può fermare! ASSURDO! allora, non vi vergognate, voi dite, piuttosto, senza pudore, che, il sistema REGIME: massonico Bildenberg, sono i nazisti! voi SIETE I NAZISTI! Quindi, voi avete negato i fondamenti della democrazia elettiva, perché, quel popolo, con radici culturali, linguistiche e identitarie diverse, ha votato per la sua indipendenza (e se non avesse subito gravi delitti, non avrebbe sentito il bisogno di votare per la sua indipenenza! ), mentre, voi per un bullismo giuridico, voi non riconoscete, la autorità del popolo, che, ha votato! MA il suffragio universale del popolo, è il valore prioritario! Ma, nessuna Convenzione, potrebbe darvi la autorità, di uccidere il popolo, attraverso, il suo esercito, in questa circostanza, storica, sociale e giuridica! Voi siete dei criminali internazionali soltanto! ] esercito ucraino vuole isolare e assediare Lugansk e Donetsk. Unità speciale della Guardia Nazionale ucraina alla caccia dei leader separatisti di Donetsk. L'esercito ucraino bloccherà Lugansk e Donetsk con lo scopo di costringere i separatisti a deporre le armi, ha dichiarato Mykhailo Koval, il vice segretario del Consiglio di Sicurezza Nazionale e Difesa dell'Ucraina sul canale televisivo Inter. In precedenza le truppe ucraine avevano preso il pieno controllo di Slavyansk e Kramatorsk.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
8 ore fa

ma, circa, la storia dei figli di Noé? VERAMENTE, coloro, che, stavano scrivendo il Talmud? poi, gli stessi sommi sacerdoti hanno pensato che, la storia dei figli di Noé andava integrata! ANCHE UN DEFICIENTE PUò CAPIRE, CHE, DIO CREA INTEGRAZIONI, complementarietà, E NON POTREBBE MAI CREARE DISUGUAGLIANZE. e se, in Dio non risiede la giustizia, poi, più nulla potrebbe avere un senso! chi non è con me: Unius REI è contro di me! quindi, la sua speranza sarà la disperazione! infatti, è pena di morte, quella di attribuire a Dio, qualcosa, di impuro, maligno, indegno, ingiusto! Dio ci ha fatto liberi, e troppi: hanno abusuto: di questa libertà: per arricchirsi: e per fare del male agli altri!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
9 ore fa

Tutto quello, che, altri non sono, e non hanno, è soltanto perché, noi lo abbiamo rubato a loro! Poi, le vostre stesse parole, vi condannano, dal momento, che, voi dice: "tutti noi, siamo i figli, di un solo padre in Noé!" .. ora, non è nella natura di Dio, di avere una qualche, imperfezione! e Dio non fa concepire persone maledette! soltanto, voi vivere nella maledizione, per avere scelto di credere, in una dottrina cattiva, predatrice, razzista, settaria!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
9 ore fa

LA VITA UMANA è SACRA DAL MOMENTO DEL CONCEPIMENTO!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
9 ore fa

tutti condividiamo, la stessa: "immagine e somiglianza di Dio".. ma, io vedo, che, quì, ci sono molti, troppi, settari razzisti, che, ardiscono di profanare la santità di Dio. la vita umana, è quindi, SEMPRE, ugualmente sacra per tutti!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
9 ore fa

se, qualcuno pensa, che, la propria vita, possa essere: più importante, o, più sacra, della vita degli altri? BENE! non c'è nessuna speranza, per questa persona, di entrare nel Regno di Dio!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
10 ore fa

perché, vi spaventate di dover partecipare a molti funerali? VOI POTETE PARLARE AGLI ANGELI? io nemmeno!
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
10 ore fa

https://www.youtube.com/user/noahthenephilim/discussion 2576 video
Il blog è stato rimosso friendxkinguniusrei.blogspot.com/ 1267 post
mail: noahthenephilim@gmail.com[[ account completamente distrutto
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
10 ore fa

Il blog è stato rimosso friendxkinguniusrei.blogspot.com/
Spiacenti, il blog all'indirizzo friendxkinguniusrei.blogspot.com è stato rimosso. L'indirizzo non è disponibile per nuovi blog.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
10 ore fa

L'account YouTube NoahTheNephilim è stato chiuso perché abbiamo ricevuto ripetute notifiche di violazione del copyright di terze parti da parte di autori di reclami fra cui:
NDTV
truTV
JoeEichLester https://www.youtube.com/user/noahthenephilim/discussion
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

Police: Abu Khder Suspects 'Connected Themselves' to Murder. [[ LE MIE PIù SENTITE CONDOGLIANZE A TUTTI! ] Remand for 6 suspects in custody over alleged involvement in the murder of Mohammed Abu Khder was extended. By Yaakov Levi. 7/6/2014, Suha Khder, mother of murdered teen Mohammed, shows a picture of him to reporters at their home. Suha Khder, mother of murdered teen Mohammed, shows a picture of him to reporters at their home. Six suspects were in custody Sunday night on suspicion of being involved in the murder of Mohammed Abu Khder. The six were arrested earlier Sunday. According to Channel Ten news, police were granted a request Sunday afternoon to extend the remand of five of the six for eight days. The sixth one will remain in custody for five days. Earlier reports said that three of the six had been released. Reports also said that the six are mostly members of an extended family, and live in Jerusalem, Beit Shemesh, and the town of Adam in the Binyamin region. Police sources have also said that the six “connected themselves” to the incident. Channel Two said that one of the six confessed to the crime and implicated the others.
The Honenu rights organization, which often represents suspects in alleged “price tag” and other incidents, has taken it upon itself to represent the suspects in this case as well. At a press conference Sunday, Honenu attorney Uri Keinan said he was still learning details of the investigation. “At this stage we cannot discuss the details of the investigation, considering the fact that we have not even met the clients yet,” he said. However, he said that he had no doubt that his clients were innocent. “At the end of the investigation we are sure that our clients will be proven to have had no connection tot the incident whatsoever and will be free to go,” he said
Working with Keinan will be attorney Adi Keidar. “We are still learning the details of the case,” he said. “From what we understand the police and Israel Security Agency (Shin Bet) are having difficulty connecting the suspects with this specific incident. I am very hopeful that the other lines of investigation that have been raised will be pursued as well. If my clients are found not to have any connection to this incident the authorities will have to explain to them and their families why they were arrested in the first place.” Polizia: Abu Khder Suspects 'Collegato stessi' to Murder
Custodia cautelare per 6 indagati in custodia oltre presunto coinvolgimento nell'omicidio di Mohammed Abu Khder è stato prorogato. Con Yaakov Levi. 2014/07/06, Suha Khder, madre di teen ucciso Mohammed, mostra una foto di lui con i giornalisti a casa loro
Suha Khder, madre di teen ucciso Mohammed, mostra una foto di lui con i giornalisti a casa loro. Sei sospetti erano in custodia Domenica sera con l'accusa di essere coinvolto nell'omicidio di Mohammed Abu Khder. I sei sono stati arrestati in precedenza Domenica. Secondo Canale Dieci notizie, la polizia è stata concessa una richiesta di Domenica pomeriggio di estendere la custodia cautelare di cinque dei sei per otto giorni. La sesta rimarrà in custodia per cinque giorni. Precedenti relazioni ha detto che tre dei sei erano stati rilasciati. I rapporti anche detto che i sei sono per lo più membri di una famiglia allargata, e vivono a Gerusalemme, Beit Shemesh, e la città di Adamo nella regione di Binyamin. Fonti della polizia hanno anche detto che sei "si sono collegati" per l'incidente. Canale Due ha detto che uno dei sei confessato il crimine e implicati gli altri.
L'organizzazione per i diritti Honenu, che spesso rappresenta sospetti nel presunto "cartellino del prezzo" e altri incidenti, ha preso su di sé per rappresentare i sospetti in questo caso. In una conferenza stampa Domenica, Honenu avvocato Uri Keinan ha detto che stava ancora imparando dettagli dell'indagine. "A questo punto non possiamo discutere i dettagli dell'indagine, considerando il fatto che non abbiamo ancora incontrato ancora i clienti," ha detto. Tuttavia, ha detto che non aveva alcun dubbio che i suoi clienti erano innocenti. "Alla fine delle indagini siamo sicuri che i nostri clienti saranno dimostrato di aver avuto alcuna connessione tot l'incidente di sorta e sarà libero di andare", ha detto
Lavorare con Keinan sarà l'avvocato Adi Keidar. "Stiamo ancora imparando i dettagli del caso", ha detto. "Da quello che abbiamo capito la polizia e Israele Security Agency (Shin Bet) stanno avendo difficoltà a collegare i sospetti a questo specifico incidente. Sono molto fiducioso che le altre linee di indagine che sono state sollevate saranno perseguiti pure. Se i miei clienti sono trovato a non avere alcuna connessione con questo incidente le autorità dovranno spiegare a loro e alle loro famiglie perché sono stati arrestati in primo luogo. "[ è VERO! ] "I servizi segreti ucraini sono un'organizzazione criminale sotto controllo degli USA"
Il Servizio di Sicurezza dell'Ucraina (SBU) è un'organizzazione criminale che opera interamente sotto il controllo degli Stati Uniti, ha dichiarato Sergej Glazyev, consigliere del presidente Vladimir Putin commentando la loro decisione sull'apertura di un procedimento penale nei suoi confronti.
In precedenza era stato riferito che la SBU aveva aperto un procedimento penale contro Glazyev per “incitamento all'insurrezione armata."
Glazyev ha evidenziato che la SBU sta conducendo un'operazione punitiva nel sud-est del Paese, pertanto non ha alcun diritto di parlare di diritto.
Inoltre ha sottolineato che "non è necessario preoccuparsi delle accuse contro di lui, ma delle vittime in Ucraina, il cui bilancio supera già le migliaia."
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

Police Arrest Suspect in Murder of Shelly Dadon. Arab taxi driver confesses to murder of Afula woman 'for nationalistic reasons'; reconstructs the act.
By Gil Ronen and Ari Soffer: 7/6/2014, Shelly Dadon
In a dramatic development Sunday, police have announced that the murder of 20-year-old Afula resident Shelly Dadon has been solved.
Police and the Shin Bet (Israel Security Agency) arrested a taxi driver from the Arab village of Iblin in the Galilee, on suspicion that he carried out the murder for "nationalistic" reasons. The suspect, named as 38-year-old Hassin Yousef Hassin Khalifah, subsequently confessed under police interrogation to committing the murder, and even reconstructed the crime for police. Shelly Danon left her home to Migdal Ha'emek on May 1 for a job interview. A few hours later, her body was found in a parking lot in Migdal Ha'emek. According to the Shin Bet, Khalifah picked his victim up when she hailed his taxi to take her to a job interview in the industrial zone of Migdal Ha'emek. He then stabbed Dadon to death, and fled in his taxi to dispose of the body.
Murderer: Hassin Khalifah Shin Bet. The ISA communique said that "In the wake of expedited intelligence activity, the Israel Police and the ISA, on 16 June 2014, arrested Hussein Yousef Hussein Khalifa, from Iblin in the Galilee, on suspicion of involvement in the 1 May 2014 murder of Shelly Dadon in the Migdal Haemek industrial zone. "During ISA questioning, Hussein Khalifa confessed to murdering Dadon and disclosed many details regarding the murder.
"Hussein Khalifa, 34, from Iblin, is a taxi driver who drove workers to and from factories in the Migdal Haemek industrial zone. On the morning of the day of the murder, after dropping off workers at one of the factories as he did daily, he continued toward the center of town (Migdal Haemek) where he picked up the deceased. She requested that he drive her to a job interview in the industrial zone. He drove her to an abandoned parking lot on the outskirts of the industrial zone (not far from her requested destination) where he stabbed her to death and fled the scene in his cab.
"According to his version, after perpetrating the murder, Hussein Khalifa threw away the murder weapon and the deceased's cellphone as he fled the scene, and later washed bloodstains from his cab. He also threw away the deceased's wallet near the community of Beit Zarzir. 'While Hussein Khalifa's motives have yet to be fully clarified, the ISA assessment is that the murder was perpetrated for nationalistic reasons."
Three weeks ago it was reported that there have been "certain developments" in the investigation, adding that the revelations may possibly lead police to solving the case soon. Internal Security Minister Yitzhak Aharonovich announced "dramatic developments" in the investigation on Memorial Day, just days after the murder, when he met with Dadon's family. Aharonovich reversed his statement that the murder was soon to be explained mere days later, when he said her murder might not be nationalistically motivated. News of the dramatic breakthrough comes on the same day as police announced arrests of several Jewish extremists in the murder of Arab teen Mohammed Abu-Khder. Arresto La polizia sospetta a Murder of Shelly Dadon
Tassista arabo confessa l'omicidio di Afula donna 'per motivi nazionalistici'; ricostruisce l'atto. Con Gil Ronen e Ari Soffer: 2014/07/06, Shelly Dadon. In un drammatico sviluppo Domenica, la polizia ha annunciato che l'omicidio di 20-year-old Afula residente Shelly Dadon è stato risolto. La polizia e lo Shin Bet (Israel Security Agency) ha arrestato un tassista dal villaggio arabo di Iblin in Galilea, per il sospetto che ha svolto l'omicidio per motivi "nazionalistici". Il sospetto, chiamato come 38-year-old Hassin Yousef Hassin Khalifah, successivamente confessato sotto interrogatorio della polizia a commettere l'omicidio, e anche ricostruito il crimine per la polizia. Shelly Danon lasciato la sua casa di Migdal Ha'emek il 1 ° maggio per un colloquio di lavoro. Poche ore dopo, il suo corpo è stato trovato in un parcheggio in Migdal Ha'emek. Secondo lo Shin Bet, Khalifah raccolse la sua vittima quando ha salutato il suo taxi per portarla in un colloquio di lavoro nella zona industriale di Migdal Ha'emek. Egli ha poi pugnalato Dadon a morte, e fuggì nel suo taxi per disporre del corpo. Assassino: Hassin Khalifah Shin Bet. Il comunicato ISA ha detto che "A seguito della attività di intelligence accelerato, la Polizia Israele e l'ISA, il 16 giugno 2014, arrestato Hussein Yousef Hussein Khalifa, dal Iblin in Galilea, con l'accusa di coinvolgimento nel 1 Maggio 2014 omicidio di Shelly Dadon nella zona industriale Migdal Haemek. "Durante ISA interrogatorio, Hussein Khalifa ha confessato di aver ucciso Dadon e rivelato molti dettagli riguardanti l'omicidio. "Hussein Khalifa, 34 anni, da Iblin, è un tassista che guidava lavoratori da e verso le fabbriche nella zona industriale di Migdal Haemek. La mattina del giorno dell'omicidio, dopo aver lasciato i lavoratori in una delle fabbriche come ha fatto quotidiano , ha proseguito verso il centro della città (Migdal Haemek), dove ha preso il defunto. ha chiesto che lui guidare per un colloquio di lavoro nella zona industriale. lui la spinse a un parcheggio abbandonato alla periferia della zona industriale (non lontano dalla sua destinazione richiesta), dove la pugnalò a morte e fuggito la scena nel suo taxi. "Secondo la sua versione, dopo perpetrare l'omicidio, Hussein Khalifa ha gettato via l'arma del delitto e il cellulare del defunto mentre fuggiva la scena, e poi lavato le macchie di sangue dalla sua cabina. Ha anche gettato via il portafoglio del defunto nei pressi della comunità di Beit Zarzir. 'Mentre le motivazioni di Hussein Khalifa devono ancora essere pienamente chiarita, la valutazione ISA è che l'omicidio è stato perpetrato per motivi nazionalistici ". Tre settimane fa è stato riferito che ci sono stati "alcuni sviluppi" nelle indagini, aggiungendo che le rivelazioni possano eventualmente portare la polizia a risolvere il caso al più presto. Ministro per la Sicurezza interna Yitzhak Aharonovich annunciato "sviluppi drammatici" nell'inchiesta sul Memorial Day, pochi giorni dopo l'omicidio, quando ha incontrato la famiglia di Dadon. Aharonovich invertito la sua affermazione che l'omicidio è stato presto spiegato soli giorni più tardi, quando ha detto che il suo omicidio non potrebbe essere motivato nazionalistica. La notizia della svolta drammatica arriva lo stesso giorno la polizia ha annunciato l'arresto di alcuni estremisti ebrei nell'omicidio di teen arabo Mohammed Abu-Khder.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

Prime Minister Binyamin Netanyahu, Tells PA: Find Teens' Murderers, Like We Found Khder's
Israel does not distinguish between Arab and Jewish terror, says PM; vows Arab youth's murderers will be punished severely.
By Gil Ronen 7/6/2014, 
Prime Minister Binyamin Netanyahu said Sunday that the Palestinian Authority (PA) must locate the terrorists who abducted and murdered three Jewish teens on June 12, just as Israel located and arrested the suspected murderers of Arab teen Mohammed Khder of Shuafat in just a few days.
Netanyahu was visiting the Frenkel family in Nof Ayalon. Their son, Naftali, 16, was murdered by Hamas terrorists along with Eyal Yifrah, 19, and Gilad Sha'ar, 16, by Hamas terrorists who are on the run.
"I am visiting today with my family, the families of Gilad, Naftali and Eyal, who were murdered by Hamas terrorists. I promised their dear families that we will continue to stand by them, even after the days of mourning," he said, with his wife Sarah standing at his side.
We know exactly who kidnapped and murdered Gilad, Naftali and Eyal, and we'll get them. The murderers came from the territory controlled by the Palestinian Authority; they returned to territory controlled by the Palestinian Authority. Therefore, the Palestinian Authority is obliged to do everything in its power to find them, just as we did, just as our security forces located the suspects in the murder of Mohammed Abu Khder within a matter of days.
"I would like to send my condolences to the Abu Khder family. I pledge that the perpetrators of this horrific crime, which must be resolutely condemned in the most forceful language. I pledge that the perpetrators of this horrific crime will face the full weight of the law. I know that in our society, the society of Israel, there is no place for such murderers. And that's the difference between us and our neighbors. They consider murderers to be heroes. They name public squares after them. We don't. We condemn them and we put them on trial and we'll put them in prison.
"And that's not the only difference. While we put these murderers on trial, in the Palestinian Authority, there is continuous incitement for the destruction of the State of Israel. It's a staple of the official media and the educational system.
"This is an asymmetrical conflict. We do not seek their destruction; they teach a very broad segment of their society to seek our destruction. And that must end. There is too much suffering. There is too much pain.
"We do not differentiate between the terrorists and we will respond to all of them, wherever they come from, with a firm hand. We will not allow extremists from wherever they come to ignite the region and shed more blood."
Finance Minister Yair Lapid (Yesh Atid) said Sunday following the news that Jews are suspected of the murder of Khder: “We must all feel ashamed about the findings with regard to the murder of the Arab youth. The state of Israel cannot continue business as usual following the shocking murder of an innocent Arab youth by Jewish murderers. There is no difference between one kind of blood and another kind. The law enforcement establishment must act with determination and a strong arm against the murderes, and put them on trial.”
"We must take action to eliminate radicalization among us,” the minister determined. “The attempts by extremists to take the law into their own hands damages the fabric of life in the state of Israel, harms our internatiuonal interests and damages our insistent war in the face of terror.”
Police have arrested six suspects in the murder of 16-year-old Arab youth Mohammed Abu-Khder.
The suspects, among them several minors, are believed to be Jewish, appearing to back suggestions earlier today that police had made significant headway in their investigation, and that they were almost certain the motive was "nationalistic".
"Apparently the people arrested in relation to the case belong to an extremist Jewish group," an official told AFP, speaking on condition of anonymity.
In wake of the ISA statement earlier today, Public Security Minister Yitzhak Aharonovitch released the following statement:
"The Jerusalem District of the Israel Police and the ISA have arrested several youths on suspicion of involvement in the murder of Muhammad Abu Khdeir.
"I would like to thank all those involved in the work, who, since the event, have devoted maximum efforts to uncovering and arresting the perpetrators.
"The State of Israel is a country that abides by, and enforces, the law, and will continue to take determined action against all those who violate the law. I ask that everyone show responsibility and work to prevent further disturbances.
"This was a shocking and unacceptable act which any sane person, certainly in a strong and democratic country such as the State of Israel, must strongly condemn." Il primo ministro Binyamin Netanyahu, racconta PA: Trova Assassini Teens ', che abbiamo trovato Khder di
Israele non fa distinzione tra terrorismo arabo ed ebraico, dice PM; assassini voti della gioventù araba saranno puniti severamente.
Con Gil Ronen 2014/07/06,
Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha detto Domenica che l'Autorità Palestinese (PA) deve individuare i terroristi che hanno rapito e ucciso tre ragazzi ebrei il 12 giugno, proprio come Israele trova e arrestato i presunti assassini di adolescente arabo Mohammed Khder di Shuafat in pochi giorni.
Netanyahu era in visita alla famiglia Frenkel in Nof Ayalon. Il loro figlio, Naftali, 16 anni, è stato assassinato da terroristi di Hamas con Eyal Yifrah, 19, e Gilad Sha'ar, 16, da terroristi di Hamas che sono in fuga.
"Sono in visita oggi con la mia famiglia, le famiglie di Gilad, Naftali e Eyal, che sono stati assassinati dai terroristi di Hamas. Ho promesso loro care famiglie che continueremo a stare da loro, anche dopo i giorni di lutto", ha detto, con la moglie Sarah in piedi al suo fianco.
Sappiamo esattamente chi ha rapito e ucciso Gilad, Naftali e Eyal, e ci arriveremo loro. Gli assassini provenivano dal territorio controllato dall'Autorità palestinese; tornarono controllata dall'Autorità palestinese territorio. Pertanto, l'Autorità palestinese è obbligato a fare tutto quanto in suo potere per trovare loro, proprio come abbiamo fatto noi, proprio come le nostre forze di sicurezza localizzati i sospettati dell'omicidio di Mohammed Abu Khder nel giro di pochi giorni.
"Vorrei inviare le mie condoglianze alla famiglia Abu Khder. Mi impegno che gli autori di questo crimine orribile, che deve essere risolutamente condannato nel linguaggio più forte. Mi impegno che i responsabili di questo orrendo crimine si troveranno ad affrontare il peso di la legge. so che nella nostra società, la società di Israele, non c'è posto per questi assassini. e questa è la differenza tra noi ei nostri vicini. considerano assassini per essere eroi. Hanno il nome piazze dopo di loro. indossiamo 't. noi li condanniamo e li abbiamo messi sotto processo e noi li mettiamo in prigione.
"E questo non è l'unica differenza. Mentre abbiamo messo questi assassini sotto processo, in dell'Autorità palestinese, c'è incitamento continuo per la distruzione dello Stato di Israele. E 'un punto fermo dei media ufficiali e il sistema educativo.
"Questo è un conflitto asimmetrico Noi non cerchiamo la loro distruzione,... Insegnano un ampio segmento della loro società a cercare la nostra distruzione e che deve finire C'è troppa sofferenza C'è troppo dolore..
"Noi non distinguiamo tra i terroristi e risponderemo a tutti loro, indipendentemente dalla loro provenienza, con mano ferma. Non permetteremo estremisti ovunque essi vengono a infiammare la regione e spargere altro sangue."
Il ministro delle Finanze Yair Lapid (Yesh Atid) ha detto Domenica dopo la notizia che gli ebrei sono sospettati dell'omicidio di Khder: "Noi tutti dobbiamo provare vergogna per i risultati per quanto riguarda l'omicidio della gioventù araba. Lo Stato di Israele non può continuare business as usual dopo l'assassinio scioccante di un giovane arabo innocente da assassini ebrei. Non c'è differenza tra un tipo di sangue e altro tipo. Lo stabilimento della legge deve agire con determinazione e un forte braccio contro i murderes, e metterli sotto processo ".
"Dobbiamo agire per eliminare la radicalizzazione tra noi," il ministro determinato. "I tentativi da parte di estremisti di prendere la legge nelle proprie mani danneggia il tessuto della vita nello stato di Israele, danneggia i nostri interessi internatiuonal e danneggia la nostra guerra insistente in il volto del terrore ".
La polizia ha arrestato sei sospetti per l'omicidio di 16-year-old gioventù araba Mohammed Abu-Khder.
I sospetti, tra i quali diversi minorenni, sono ritenuti essere ebreo, apparendo per eseguire i suggerimenti prima di oggi che la polizia aveva fatto significativi passi avanti nelle indagini, e che erano quasi certo il movente era "nazionalista".
"A quanto pare le persone arrestate in relazione al caso appartengono a un gruppo ebraico estremista", ha detto un funzionario AFP, parlando in condizione di anonimato.
In seguito alla dichiarazione di ISA prima di oggi, il ministro della Pubblica Sicurezza Yitzhak Aharonovitch ha rilasciato la seguente dichiarazione:
"Il Distretto di Gerusalemme della Polizia Israele e l'ISA ha arrestato alcuni giovani sospettati di coinvolgimento nell'omicidio di Muhammad Abu Khdeir.
"Vorrei ringraziare tutti coloro che sono coinvolti nel lavoro, che, in quanto l'evento, hanno dedicato il massimo sforzo per scoprire e arrestare i colpevoli.
"Lo Stato di Israele è un paese che rispetta e fa rispettare la legge, e continuerà ad adottare un'azione decisa contro tutti coloro che violano la legge. Chiedo che tutti prova di responsabilità e di lavoro per prevenire ulteriori disordini.
"Questo è stato un atto scioccante e inaccettabile che qualsiasi persona sana di mente, di certo in un paese forte e democratico come lo Stato di Israele, deve condannare con fermezza." Il primo ministro Binyamin Netanyahu, racconta PA: Trova Assassini Teens ', che abbiamo trovato Khder di
Israele non fa distinzione tra terrorismo arabo ed ebraico, dice PM; assassini voti della gioventù araba saranno puniti severamente.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

CRISTIANI IRACHENI E SUNNITI PATRIOTI CURDI DIFENDONO EROICAMENTE IL VILLAGGIO DI BARTALA (Irak) Bartala (20 km. da Mosul, Irak), villaggio di 30.000 anime, interamente cristiano, pronto a difendersi sino alla morte. In questo villaggio si é rifugiata anche la popolazione sfollata da Mosul, con parenti e famiglie, tutti costretti a fuggire a piedi, attraverso il deserto, per mancanza di auto (rubate o distrutte), o di carburante. La cittadina si è organizzata autonomamente per l'auto-difesa, grazie anche ad un reparto misto di cristiani locali e Peshmerga volontari Kurdi di religione sunnita, non fanatici e favorevoli a un Kurdistan indipendente. Si tratta di circa 80-100 uomini armati, i quali hanno creato una milizia locale, con qualche Kalashnikov, alcuni lanciagranate e bazooka, ma con tanta buona volontá e un mare di coraggio, il coraggio dei giusti che difendono le proprie case, i propri luoghi di culto e tradizioni, la propria terra. Organizzati in squadre miste, uomini e donne, cristiani e musulmani, hanno creato posti di blocco agli ingressi della cittadina e altrettanti capisaldi nelle quattro chiese esistenti. Ovviamente di questa gente e di questi luoghi cristiani, minacciati da mercenari jihadisti con armi americane, ai media occidentali non interessa nulla, come non interessa nulla dei giovani palestinesi uccisi in questi giorni dalle milizie sioniste: mica si tratta di giovani ebraici studenti di Talmud esaltati, o di difendere le colonie sioniste nei territori occupati...
Ricordiamo che dal 2007 ci sono ben circa 2500 militari italiani appostati in Libano, a difesa dei confini Israeliani... come se la colonia sionista in Palestina non sapesse difendersi da sola... Basterebbe dislocare solo poche decine di pará per dare manforte e sostegno morale e tecnico alla popolazione cristiana irachena minacciata d'estinzione da parte dei cannibali di Obama...
Giá...dimenticavamo... la colonia Italia corre solo dove il padrone in salsa kosher chiama, ed i suoi menestrelli pennivendoli spendono fiumi d'inchostro solo per vittime 'elette'. http://www.syrianfreepress.net/
http://syrianfreepress.wordpress.com/?p=34806
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

GUERRA PER PROCURA USA-NATO IN IRAQ E SIRIA: GLI STATI UNITI FINANZIANO E ADDESTRANO I RIBELLI “MODERATI” DEL ISIL-ISIS IN SIRIA. In quest’ultimo ‘incubo terroristico’ di marca occidentale in Iraq e in Siria, scopriamo che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha chiesto al Congresso di autorizzare aiuti militari diretti ed attrezzature da inviare ai ‘ribelli’ in Siria. Quest’ultima fase del piano di Washington sulla Siria varrebbe 500 milioni di dollari, ampliando le strutture di addestramento segrete di CIA/ELS collegate al SIIL in Giordania e Turchia… L’ulteriore addestramento militare e l’invio di altre armi degli Stati Uniti ai cosiddetti ribelli “moderati” è estremamente deciso e quasi sicuramente fatto in modo che i politici di destra e sinistra degli Stati Uniti possano condividerne le conseguenze, accettando di stanziare fondi per insorti dai comprovati legami con il SIIL, come il gruppo jihadista saudita “Fronte della Vittoria”, il gruppo responsabile degli ‘attacchi al cloro” che Washington sfruttò contro la Siria nel 2013, e i cui fondatori di prima e seconda generazione provengono dallo ‘Stato islamico dell’Iraq’, collegandoli direttamente alle strutture di Addestramento in Giordania e Turchia. La straordinaria tempesta mediatica degli Stati Uniti è incentrata sul SIIL, sollecitata dalle tante immagini drammatiche di esecuzioni di massa come ‘prova’ della loro presa sull’Iraq, e l’uso di tale ennesima crisi come pretesto per aumentare bilanci militari e minacce alla sicurezza interna. La maggior parte delle immagini di ‘esecuzione di massa’ sui nei media si sono dimostrate delle pure montature, anche se ciò non ha scoraggiato gli ‘esperti’ dei media statunitensi ed europei o del dipartimento di Stato degli Stati Uniti e i funzionari del Foreign Office del Regno Unito. Mentre la ‘crisi del SIIL’ sembra andare fuori controllo, espone l’agenda governativa occidentale e delle aziende transnazionali, volta ad espandere la guerra per procura in Iraq e nelle nazioni confinanti, finanziando direttamente i ribelli del terrore, questa volta con l’approvazione del Congresso. Mentre molti think-tank e agenzie multimediali proclamano la netta opposizione al terrorismo del ramo di al-Qaida, SIIL, denunciandone pubblicamente le azioni, 500 milioni di dollari vengono stanziati per finanziare la distruzione radicale di Iraq e Siria. La campagna di destabilizzazione in Iraq avrà numerosi esiti imprevisti, tra cui la frattura di Siria e Iraq, e i prevedibili appelli di Irbil per il nuovo ‘Stato curdo’ nel nord dell’Iraq. Se 500 milioni di dollari sono inviati ai gruppi combattenti islamici in Siria (e Iraq), allora a chi esattamente viene consegnato tale denaro, chi gestirà e distribuita tale fortuna dei contribuenti statunitensi per procurarsi le armi sul campo? Molto probabilmente sarà gestito da militari e paramilitari privati statunitensi nel teatro di guerra. È un coinvolgimento diretto, indipendentemente da come Washington vorrebbe presentarlo. Se si seguono i terroristi, il denaro e le armi negli ultimi 4 anni, si arriva ai governi occidentali, ai loro alleati ed alle loro intelligence ‘Le evasioni dei jihadista’ ricreano la minaccia terroristica globale. Già nel luglio 2013 vi fu un’evasione di terroristi, senza precedenti ed improbabile, in tre luoghi diversi, elevando la minaccia terroristica globale a livelli mai visti dai primi giorni della trasformazione di bin Ladin nell’uomo nero più famoso del mondo. Qui su 21Wire abbiamo riportato delle sensazionali evasioni: “La prima evasione si ebbe il 22 luglio, con più di 500 detenuti fuggiti da due prigioni diverse in Iraq. Al-Qaida rivendicò l’operazione che in qualche modo travolse 120 guardie irachene e le forze SWAT negli attacchi a Taji, a nord di Baghdad, e al famigerato carcere di Abu Ghraib. Cinque giorni dopo, il 28 luglio, l’imbranato portavoce della sicurezza Muhammad Hijazi ammise su Libya Herald che 1200 prigionieri erano fuggiti nel fine settimana dal centro di detenzione Quayfia di Bengasi. La terza evasione avvenne il giorno seguente, il 29 luglio, quando taliban e agenti di al-Qaida scesero sulla città di Dara Ismail Khan e fecero evadere 250 prigionieri taliban, ma non prima di aver ucciso 12 poliziotti pakistani e tagliato la gola a 4 prigionieri sciiti sulla via della fuga. In ogni occasione, le autorità locali ritengono che ci sia stato un certo aiuto ‘interno’. Tutto sommato, tale stringa epica di evasioni di jihadisti scatenò più di 2000 terroristi e killer mercenari. Forse tali tre tempestive evasioni furono compiute con tale precisione… senza l’aiuto e il sostegno di agenzie d’intelligence come CIA, MI6 e Mossad?” Molti critici affermano che tali evasioni avvantaggiarono direttamente gli interessi occidentali, mentre i militanti appena fuggiti potevano essere inviati in Iraq, Siria ed altri luoghi interessanti per la CIA. La tempistica è inquietante.
Gruppi terroristici filo-Stati Uniti e filo-Arabia Saudita spuntano in Siria
Gruppi terroristici operano in Siria da oltre tre anni, in gran parte con la tacita approvazione dei pianificatori bellici di Washington, Londra e Parigi. Spacciati come ‘ribelli siriani’, tali gruppi terroristici hanno tutti ricevuto il pieno appoggio da NATO (armi) e Stati del Golfo come Qatar e Arabia Saudita (denaro). Comprendono, ma non solo, Jabhat al-Nusra o ‘Fronte al-Nusra’ appoggiato dall’intelligence saudita, Gruppo combattente islamico libico, brigate Abdullah Azam e brigata martire Bara ibn al-Maliq, il gruppo jihadista Ahrar al-Sham, PKK (nel nord-est della Siria) e qataib Mohadzherin del Caucaso russo, per citarne solo alcuni.
I precedenti articoli sui criminali terroristi ceceni infiltratisi in Siria, indicano che già tali salafiti uccisero i leader sufi della Federazione russa. Il Pakistan Christian Post riferisce: “Recentemente in Daghestan il leader spirituale sufi Efendi Chirkeiskij è stato ucciso da un attentatore suicida con alcuni seguaci. Ciò è accaduto a fine agosto e la vicinanza con il recente attacco contro i leader sufi in Tatarstan è un chiaro allarme sul salafismo quale forza potente in regioni della Federazione russa. Pertanto, non sorprende che la Federazione russa sia estremamente allarmata dalle grandi potenze occidentali che ancora una volta collaborano con ELS, al-Qaida e varie organizzazioni terroristiche salafite“.
I capi terroristi favoriti dagli USA liberati a Guantanamo
Vale la pena notare come il nuovo governatore della Libia a Tripoli, Abdal Haqim Belhadj, il capo del gruppo terrorista ceceno della qataib Mohadzherin, Ajrat Vakhitov, fossero sotto la supervisione degli Stati Uniti per anni, imprigionati a Guantanamo Bay, Cuba, dopo essere stati catturati nel 2002 dalle forze statunitensi in Afghanistan. Belhadj e Vakhitov furono rilasciati dal Pentagono solo per essere reinseriti sul campo, ritornando ad organizzare la lotta dei gruppi islamisti di al-Qaida nella regione, attivi nei Paesi in cui Stati Uniti e NATO hanno attivamente operato per il cambio di regime, Libia e Siria rispettivamente.
Si traggano le conclusioni su ciò che Guantanamo sia in realtà, un fatto confermato dalle rivelazioni di Penny Lane sull’arruolamento di agenti doppi a Gitmo. Lo stesso articolo del New York Times menziona anche i piani teocratici dei terroristi per creare un califfato nella regione: “Un 56enne operativo di al-Qaida, conosciuto come Abu Thuha che vive nel quartiere Hawija di Kirkuk, in Iraq, ha detto a un giornalista iracheno del New York Times, “Abbiamo esperienza nel combattimento contro gli americani, e ancor più esperienza con la rivoluzione siriana”, ha detto. “La nostra grande speranza è creare uno Stato islamico siriano-iracheno per tutti i musulmani…”” Tutto ciò costituisce un netto crimine di guerra internazionale, direttamente dovuto a Stati Uniti e alleati. Al di là di ogni ragionevole dubbio, l’attuale ‘crisi del SIIL’ è il risultato diretto degli interessi occidentali che alimentano le guerre civili libica e siriana negli ultimi 4 anni. Israele, Washington e oleodotti curdi
Ci sono anche indicazioni secondo cui l’inerzia apparente degli Stati Uniti nel coinvolgimento militare diretto sia in realtà un piano strategico dei pianificatori di Washington e Tel Aviv per impegnarsi in una guerra occulta infinita per procura, certamente è così nel Medio Oriente di oggi. La copertura mediatica tiene nell’ombra Israele, cosa per nulla insolita considerando il protocollo dei media degli Stati Uniti su qualsiasi sua attività illecita o regolare violazione del diritto internazionale, ma ora è nettamente ovvio che Israele svolga un ruolo centrale in questo teatro.
È ancora più evidente se si considerano i recenti attacchi aerei israeliani sulla Siria, volti a fornire copertura aerea occulta ai terroristi dello Stato islamico in Iraq. Ho notato nel mio primo articolo su tale crisi che, per la prima volta, la nave cisterna SCF Altai ha consegnato una grande quantità di petrolio curdo ad Israele, il 20 giugno, e ciò indicherebbe il SIIL quale parziale creazione israeliana se il petrolio curdo proviene dai giacimenti controllati dai terroristi in Iraq. Il ministero dell’Energia israeliano ha rifiutato di commentare il contratto sul greggio con il governo regionale curdo.
Va detto che l’Iraq ha boicottato Israele e non ha nessun contratto petrolifero ufficiale con esso. La regione curda ha anche inviato petrolio sul mercato internazionale bypassando il governo centrale di Maliqi a Baghdad.
C’è da chiedersi quanto di questo petrolio vada in Israele?
di Shawn Helton per Globalresearch
http://www.globalresearch.ca/us-nato-proxy-war-in-iraq-and-syria-us-financing-and-training-of-moderate-isis-rebels-in-syria/5389053?print=1
traduzione di Alessandro Lattanzio (Aurorasito)
http://aurorasito.wordpress.com/2014/07/02/la-guerra-per-procura-usa-nato-in-iraq-e-siria-gli-stati-uniti-finanziano-e-addestrano-i-ribelli-moderati-del-siil-in-siria/
posted by SFP
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

#Roma #ISIS #Siria. Il neo califfo islamico promette di conquistare Roma (vedi link a fondo testo) Mentre Roma...continua ad appoggiare, direttamente o indirettamente, l'ISIS (ISIL) in Siria (tramite il padrone americano che arma e finanzia i "terroristi moderati"). Le Forze Armate siriane intanto hanno effettuato nuovi attacchi contro ISIS stamattina (15 attacchi e centinaia di terroristi eliminati)
Qualcosa non quadra nella politica estera italiana!!!
Nel frattempo, ringraziamo la Siria per difendere in qualche maniera anche Roma.
http://m.today.it/mondo/califfo-islamico-conquisteremo-roma.html REPETITA IUVANT: LE FORZE ARMATE SIRIANE HANNO LA CAPACITÁ DI REAGIRE E ABBATTERE MISSILI TOMAHAWK
NOTA: gli armamenti descritti in questo articolo sono nel frattempo stati aggiornati e le capacitá, sia offensive che difensive, sono perció aumentate su entrambe i fronti, ma resta invariata la potenzialitá di reazione da parte delle Forze Armate Siriane, motivo principale per cui l'intelligence militare americano ha sin'ora desistito (al di lá di verbali minacce da parte dei politicanti) da qualsiasi azione diretta e frontale contro la Siria sotto la presidenza di Bashar al-Assad..., al fine di evitare figuracce globali ed epocali...
(SFP/TG24S).
L’ESERCITO SIRIANO PUÒ ABBATTERE I MISSILI TOMAHAWK
di Valentin Vasilescu
(pilota dell’aviazione rumena ed ex vicecomandante della base militare di Otopeni)
I cacciatorpediniere classe Arleigh Burke hanno a bordo fino a 90 missili da crociera Tomahawk (TLAM) e i sottomarini d’attacco classe Los Angeles ne hanno 40, ma non sono una novità per l’esercito siriano.
Né lo sono i bombardieri strategici B-52, che possono portare fino a 22 Tomahawk (CALCM), di cui 16 sui lanciatori rotanti (solo 8 per ridurre il consumo di carburante) e 6 sotto le ali.
Né che il missile da crociera ha in memoria una traiettoria prefissata che il missile, una volta lanciato, non può cambiare.
I missili da crociera non possono essere lanciati in salve, ma solo uno alla volta dai cacciatorpediniere e dai sottomarini (in ondate di 5-15 missili da crociera), la distanza tra essi è di almeno 20-30 km.
Questo è un sistema di sicurezza per evitare collisioni a mezz’aria. La successiva ondata di missili da crociera può essere lanciata solo dopo 15-20 minuti dai precedenti. L’esperienza dimostra che circa il 5-10% dei missili da crociera, subito dopo il lancio, soffre di un guasto tecnico. Ecco perché i missili sono seguiti con esattezza entro i primi 50-70 km dai radar della nave che li lancia, con uno scarto di circa 15° rispetto alla rotta inserita nella memoria, quindi il controllo dell’autodistruzione viene innescato.
La distanza tra i cacciatorpediniere, i sottomarini e i bombardieri, che lanciano i Tomahawk, e gli obiettivi in Siria viene coperta in un ora e 45 minuti/due ore. Il tempo a disposizione è sufficiente per i comandanti della forza aerea e della difesa antiaerea siriane per calcolare con grande precisione la zona più probabile che ogni Tomahawk sorvolerà e quando. E i comandanti delle Forze aeree siriane stabiliranno, per ogni Tomahawk lanciato, 3-4 zone aeree scaglionate in successione a partire dalla prima linea sul Mediterraneo. In queste zone aeree, verrebbero inviati gli aerei da combattimento più potenti con l’equipaggiamento più ottimale per tali fini e pilotati dai migliori equipaggi siriani. Vi sono molti dettagli sull’implementazione assai sofisticati e la pianificazione impeccabile di questa missione fondamentale per l’esercito siriano, su cui per ragioni comprensibili mi rifiuto di parlare.
Per diversi decenni, i piloti russi di aerei da combattimento sono stati addestrati alle procedure per intercettare e distruggere i missili da crociera, ciascuno eseguendo almeno quattro esercitazioni annuali, con tiri reali, nel poligono di Astrakhan contro aerei senza pilota simulanti perfettamente il profilo di volo del Tomahawk. In base ad un accordo tra Nicolae Ceausescu e i dirigenti del Cremlino, una rotazione di due gruppi di 24 piloti da caccia rumeni, addestrati ad abbattere i missili da crociera, fu testata fino al 1991, effettuando tiri reali, di giorno e di notte, su bersagli aerei che volavano a bassa quota, nel poligono di Astrakhan. Negli ultimi anni dell’era Ceausescu, la Romania aveva acquistato dai sovietici una squadriglia di aerei senza pilota tipo VR-3, la cui manovrabilità, quota di volo e velocità erano identici a quelli del Tomahawk.
La loro missione principale era la ricognizione aerea e, in secondo luogo, addestrare i piloti da caccia e le batterie dei missili antiaerei nelle procedure d’attacco dei missili da crociera. Per motivi politici nel 1995, i VR-3 smisero di volare e furono rimossi dall’arsenale. I piloti da caccia rumeni non compirono più, dal 1991 fino ad oggi, nessuna vera esercitazione intercettando bersagli aerei. Con il tempo e il cambiamento generazionale, tutti hanno perso la capacità di attaccare i missili da crociera.
Durante la Guerra del Golfo del 1991, gli Stati Uniti lanciarono 35 CALCM e 288 TLAM, e nell’aggressione militare della NATO contro la Jugoslavia, nel 1999, 60 CALCM e 150 TLAM furono lanciati. Mentre i piloti da caccia avevano discrete capacità, né i piloti iracheni né i piloti jugoslavi erano stati addestrati a riconoscere e attaccare di notte i missili da crociera, senza conoscerne la rotta e il momento del lancio. Così non furono in grado di rilevare e abbattere i missili da crociera. Se i russi decidessero d’informare sulla tempistica dell’operazione, le coordinate di lancio e di guida di ogni missile da crociera lanciato dagli Stati Uniti, per l’esercito siriano la probabilità di eliminarli sarà vicina al 50%. Questa percentuale può aumentare o tendere a zero, a seconda della competenza professionale e alla calma mostrate dalla leadership militare siriana e dall’addestramento dei piloti e dei comandanti delle batterie dei missili antiaerei in questo tipo di missione.
L’aviazione siriana allinea 60 MiG-29, di cui 36 delle versioni M/M2 e SMT, sulle quali sono state installate apparecchiature KOLS/OEPS-29 di categoria IRST (ricerca e inseguimento bersaglio via infrarossi), il resto sono MiG-29C che hanno a bordo un meno efficace S-31E2. L’OEPS-29 è basato su un sensore montato sul naso per rilevare bersagli aerei indipendentemente dal radar. Nell’emisfero posteriore rileva bersagli distanti da 12/18 a 50 km. Nei test, con meteo perfetto, l’OEPS-29, sensore raffreddato con azoto liquido, aveva rilevato bersagli aerei fino a 90 km. Il sensore a infrarossi è accoppiato ad un microprocessore che controlla il processo di scansione dell’antenna radar dello spazio aereo (a ± 60° in azimut e a 60/-15° di elevazione). L’OEPS-29 è un ricevitore passivo che non viene rilevato e non può essere neutralizzato da interferenze. Altri 60 MiG-23MLD e 30 MiG-25PD siriani sono stati modernizzati dai russi, dotandoli di equipaggiamenti 23MLet TP-26Sh-1 a scansione ai raggi infrarossi a ± 40° azimut e 30/-15° in elevazione, potendo rilevare bersagli aerei a 15-25 km nell’emisfero posteriore.
Si può concludere, da quanto sopra, che almeno in teoria i siriani avranno abbastanza tempo per intercettare e abbattere con la loro aviazione i Tomahawk lanciati dagli statunitensi. Resta da dimostrare se vogliono e se i comandanti ne saranno capaci.
La reazione delle batterie di missili e artiglieria antiaerei dell’esercito siriano non deve essere sottovalutata, anche se i missili da crociera Tomahawk sono quasi invisibili ai loro radar. Il dispositivo di combattimento sembra scaglionato sul territorio per settori e allineamenti distinti. Damasco, l’obiettivo principale degli attacchi mirati USA, ha una forte densità di sistemi antiaerei, ossia 10 batterie di missili S-75, 8 batterie di S-125 e 28 di 2K12 (Kub).
Allo stesso modo, al confine sud-occidentale con Giordania e Israele, vi sono 7 batterie di S-75, 6 di S-125 e 9 batterie di 2K12 (Kub). Ma anche nella Siria nord-occidentale, dove vi sono due linee concentriche della difesa antiaerea profondamente scaglionate: le coste sul Mar Mediterraneo (5 batterie di S-75, 12 di S-125, 2 di S-200) e Homs-Aleppo (11 batterie di S-75, 10 di S-125, una di S-200 e 12 batterie di 2K12). Va notato che le stazioni di controllo del tiro delle batterie di missili e artiglieria antiaerei dell’esercito siriano, hanno un canale principale con radar di rilevamento e puntamento e un canale elettro-ottico. I vecchi sistemi antiaerei si basano su una telecamera comune 9Sh38/83-2 Karat, e i sensori delle emissioni termiche sono montati in cima a un’antenna di 21 metri.
Nei sistemi antiaerei a medio raggio Pantsir, Osa-1T, Buk-M2 e Tor, il canale di guida delle stazioni di controllo del tiro si basa su un modulo di ricerca indipendente agli infrarossi (1TPP1), con due sensori operanti su due canali. Uno per la ricerca omnidirezionale nello spazio aereo, funzionante nella gamma dei 3-5 micron, e l’altro per la rigorosa localizzazione dei missili da crociera, la cui impronta termica è compresa tra 0,8 e 0,9 micron. I segnali dei sensori vengono elaborati digitalmente e inviati al centro di controllo del tiro. Il tempo trascorso tra il rilevamento del bersaglio e il lancio del missile dalla rampa è di 4 secondi. L’esercito siriano ha oltre 4000 missili portatili russi 9K32, 9K34 e centinaia delle varianti più moderne 9K338 Igla-S, di cui gli operatori sono dotati di visori notturni.
Mentre il missile da crociera vola a 50-100m sopra il terreno, una volta individuato, la probabilità di essere colpito con un missile portatile, dalla portata massima di 5 km, è del 48%. Dal 2000, la Siria ha collaborato per 10 anni con la società italiana Galileo Avionica, importando o producendo su licenza migliaia di telecamere a infrarossi di tipo militare, di cui solo 500 sono state montate su carri armati e veicoli da combattimento per la fanteria. Inoltre, l’azienda Rosoboronexport (Russia Romarm) ha consegnato all’esercito siriano, a giugno, una lunga serie di equipaggiamenti militari, tra cui un numero insolitamente elevato di dispositivi per la visione notturna, basandosi su una richiesta pervenuta nel marzo 2013.
Ricordiamo che il tempo a disposizione del comando della difesa antiaerea siriana, per la riconfigurazione del dispositivo antiaereo, è di un’ora, due al massimo, dopo la notifica da parte russa dei lanci e della traiettoria della prima ondata di missili crociera. L’arte militare è la felice combinazione di scienza militare, esercitate competenze nel comando, d’intelligenza e dose d’immaginazione superiori alla media. Sono i comandanti della difesa antiaerea siriani che devono dimostrare di avere padronanza pratica dell’arte della guerra. Non mi permetto di lanciare ipotesi sulla configurazione ottimale della futura postura della difesa antiaerea siriana. Un fattore perturbatore della difesa aerea siriana nel combattimento dinamico è l’interferenza elettronica, in grado di generare centinaia di falsi bersagli nello spazio aereo siriano, per innescare la reazione prematura della difesa antiaerea, permettendone la penetrazione ai missili da crociera.
Di solito i falsi bersagli vengono lanciati 3-5 minuti prima dei missili da crociera. Seguono un percorso prestabilito e cambiano direzione durante il volo per non rivelare la posizione degli obiettivi reali dei missili da crociera. Questo tipo di interferenze è stato utilizzato con successo in Jugoslavia, nelle guerre del Golfo e in Libia, da parte dei velivoli statunitensi EA-6B Prowler, EA-18G Growler ed EC-130H Compass Call. L’esercito israeliano ha usato, per attaccare obiettivi in Siria, un velivolo da guerra elettronica Gulfstream G550 Shavit. I velivoli da guerra elettronica sono costretti a rimanere lontano dai confini, al di là della portata della difesa aerea siriana. Il segnale di interferenza dei radar del velivolo è più debole e più distante dei falsi bersagli che genera, permettendo al sistema di controllo automatizzato della difesa antiaerea di dare la priorità ai bersagli più pericolosi, ignorando i velivoli da guerra elettronica.
Il gruppo navale russo nel Mediterraneo monitora costantemente l’intero spettro delle emissioni elettromagnetiche nella regione, grazie alla nave Prjazove (SSV-201).
In collaborazione con le apparecchiature elettroniche delle batterie antiaeree tipo S-300, presenti a bordo dell’incrociatore Moskva, pochi secondi dopo l’avvio dei disturbi da parte del velivolo da guerra elettronica, l’equipaggio del Prjazove, tramite il metodo della triangolazione, rileva la disposizione di ogni fonte delle interferenze.
Una volta identificati, questi obiettivi vengono inseriti nel programma di sorveglianza continua e i dati della loro traiettoria vengono inviati a tutte le navi russe e al centro comando aerospaziale di Armavir. Se i russi hanno proposto ciò, i siriani ne saranno istantaneamente informati, sui loro schermi radar, e potranno eliminare tutti i falsi bersagli e abbattere i velivoli da guerra elettronica.
TESTO A CURA DI VALENTIN VASILESCU.
Valentin Vasilescu, pilota dell’aviazione, ex vicecomandante della base militare di Otopeni, laurea in Scienze Militari presso l’Accademia di Studi Militari di Bucarest nel 1992. ALTRE FOTO E MAPPE AI LINKS
Versione INGLESE
http://therearenosunglasses.wordpress.com/2013/09/13/the-syrian-army-has-the-ability-to-shoot-down-waves-of-american-tomahawks-parts-1-and-2/
Versione FRANCESE
http://reseauinternational.net/larmee-syrienne-a-la-capacite-de-repousser-les-vagues-de-tomahawks-lances-par-les-americains-partie-12-3/
Traduzione ITALIANA di Alessandro Lattanzio – SitoAurora
http://aurorasito.wordpress.com/2013/09/12/lesercito-siriano-puo-abbattere-i-missili-tomahawk/
The real SyrianFreePress.net Network reloaded at
http://syrianfreepress.wordpress.com/?p=34818
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

#Siria #Iraq. L'Iraq fa passi da gigante per ricostruire la sua superiorita' aerea nella sua battaglia contro l'ISIS. Impaziente di raggiungere un'autonomia operativa effettiva, che gli era negata con gli aerei americani che, per mille cause e scuse non sono mai pienamente operativi, ha concluso un contratto lampo per la fornitura di 90 Sukhoi 24 Fencer multiruolo con la Russia e Bielorussia. 20 di questi velivoli sono gia' consegnati e, notizie di questi giorni, l'aumento esponenziale dei raid irakeni contro le bande terroristiche abortite dalla saudia. Un dettaglio e' stato svelato: esisteva il problema dei piloti, il loro addestramento e l'impiego operativo necessario immediatamente.
L'esercito siriano ha messo a disposizione dell'Iraq 400 piloti ritirati (pensione) e sono loro a far volare i Sukhoi e fare i raid per ora.
Maggiori dettagli al link seguente:
http://www.syrianperspective.com/2014/06/retired-syrian-pilots-flying-sukhois-for-iraq.html?fb_action_ids=263298713875099&fb_action_types=news.publishes&fb_ref=pub-standard&fb_source=other_multiline&action_object_map=%5B658606660889003%5D&action_type_map=%5B%22news.publishes%22%5D&action_ref_map=%5B%22pub-standard%22%5D #ISIS #Roma. Finalmente abbiamo una foto recente del #Califfo islamico futuro conquistatore di Roma. Buona visione e sogni d'oro. #Siria, #Damasco l'Esercito fa saltare in area un tunnel delle bande terroristiche di profondità 8 metri e 40 metri di lunghezza. #Iraq: 88 terroristi #ISIS uccisi, 12 loro fuoristrada distrutti a Tikrit. APPELLO E RAPPORTO:
"POPOLI D'EUROPA SVEGLIATEVI, E DIFENDETE LA VOSTRA TERRA, LA VOSTRA CULTURA, LE VOSTRE TRADIZIONI, E IMPARATE A RISPETTARE VERAMENTE QUELLE DEGLI ALTRI, SPECIE QUELLE DEI SIRIANI, CHE STANNO OGGI COMBATTENDO E MORENDO ANCHE PER VOI"
* 15 attacchi aerei siriani e centinaia di terroristi dell'ISIL eliminati questa mattina, mentre al-Baghdadi promette: "Noi conquisteremo Roma"
Ci vengono riferiti oltre 15 attacchi aerei contro postazioni e depositi di armi dei mercenari jihadisti dell'ISIS-ISIL, che hanno portato alla distruzione di gran parte del loro potenziale bellico oltre all'eliminazione fisica di un gran numero di militanti terroristi.
Abu Bakr al Baghdadi, leader dell'organizzazione terroristica di mercenari jihadisti, cosí detta ISIS o ISIL, il quale si é autoproclamato califfo della Siria e Iraq, invita intanto i musulmani di tutto il mondo a unirsi a lui. E minaccia il centro della Cristianità, Roma.
Il califfo marionetta della CIA, Abu Bakr al Baghdadi, ha promesso di conquistare anche Roma, lanciando un appello ai musulmani di tutto il mondo affinché emigrino nel deserto della Siria ed Irak per combattere sotto la sua bandiera di disumani cannibali tagliagole.
"Coloro che possono immigrare nello Stato Islamico dovrebbero farlo, perché l'immigrazione nella casa dell'Islam è un dovere" ha dichiarato al Baghdadi in un messaggio audio postato sul sito web del suo gruppo terroristico.
"Affrettatevi musulmani a venire nel vostro Stato. Esso é il vostro Stato. La Siria non è per i siriani e l'Iraq non è per gli iracheni. Questa terra è per i musulmani, tutti i musulmani", ha detto ancora, cosí come riferito anche da "The Telegraph online".
Questo psicopatico visionario, seguito da migliaia di mercenari ed ignoranti esaltati, ha definito se stesso come "il primo califfo dell'Islam dalla dissoluzione dell'impero ottomano". "Questo è il mio consiglio per voi. Se lo seguirete, conquisterete Roma e diventerete padroni del mondo, con la volontà di Allah".
Quando questo psicopatico dice "Roma", intende dire l'Italia e l'Europa, cosa che sta giá avvenendo a causa di un massiccio flusso emigratorio provocato dalla politica di devastazione globale di USA e NATO, e facilitato da leggi (specie quelle italiane) che sembrano un invito all'immigrazione e al commercio di anime da parte della mafia.
Intanto, Italia ed Europa, seguendo gli ordini della lobby sionista americana, inglese e francese, stanno appoggiando la politica di Obama di sostegno-armamento-finanziamento di "terroristi moderati".
É noto a tutti come Renzi sia un innamorato ammiratore di Obama...
Un atteggiamento ed una politica che indicano una reale dissociazione psichica: perché appoggiare i gruppi armati che commettono atti di terrorismo e combattono contro il popolo siriano ed il suo legittimo governo é un errore che si ripercuoterá contro i governi occidentali e purtroppo anche contro i loro popoli, che ne pagheranno le conseguenze.
Popoli d'Europa svegliatevi, e difendete la vostra terra, la vostra cultura, le vostre tradizioni, e imparate a rispettare veramente quelle degli altri, specie quelle dei siriani, che stanno oggi combattendo e morendo anche per voi.
TG24Siria
The real SyrianFreePress.net Network on 3/7/2014 at
http://syrianfreepress.wordpress.com/?p=34826
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
12 ore fa

La Germania chiede spiegazioni agli USA per il nuovo caso di spionaggio. La Germania ha chiesto spiegazioni agli Stati Uniti a seguito dell'arresto di una presunta spia americana. "Se i fatti verranno confermati, non sarà una cosa di poco conto," - ha dichiarato il ministro degli Esteri della Germania Frank-Walter Steinmeier.
Secondo il capo della diplomazia tedesca, Washington deve sfruttare tutte le sue opportunità per chiarire il più presto possibile le circostanze dell'accaduto.
Un agente dei servizi segreti tedeschi era stato arrestato in Germania mercoledì scorso perchè sospettato di aver passato informazioni all'intelligence statunitense. Secondo alcune indiscrezioni, avrebbe rubato e passato agli americani più di 200 documenti segreti.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

TG 24 Siria. 4 luglio. #Erdogan #Califfato #Ottomano. Anche Erdogan segue le orme del suo collega dell'ISIS e dichiara in un comizio elettorale di essere il nuovo fondatore dell'impero ottomano. Dichiara inoltre di essere impegnato in nome di allah per eliminare l'ingiustizia ovunque si trovi (e qui definisce pure lui i confini del suo neo califfato) dalla Siria all'Iraq, l'Egitto, la Palestina e (si allarga) ovunque si trovi, anche GRECIA E ALTRE 5 NAZIONI A NORD disse. MA COSA PENSA LA NATO DI LUI?
Sembra inevitabile avere prossimamente un califfato o ISIS o Ottomano: qualcuno avra' calcolato che dovesse fallirne uno, ci riesce l'altro.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

#Siria, La zona industriale di Sheikh Najjar ad Aleppo sotto il pieno controllo dell'esercito
Unità della forze armate hanno ripristinato la sicurezza e la stabilità alla città industriale di Shiekh Najjar ad Aleppo, dopo essere stata trasformata in una rocca forte e sede dei terroristi Nusra, eliminando e distruggendo gli ultimi loro nascondigli e depositi d'armi. Dall'altra parte unità dell'esercito ha sventato un tentativo d'infiltrazione dalla zona Layramoun da parte dei terroristi in zone sicure di Aleppo, eliminando gran numero di loro e distruggendo le loro auto. #Aleppo ha sete, terroristi distruggono tubature d'acqua che conducono alla città. #Siria http://t.co/YXwt4JCIbe
U R G E N T E
#Raqqa #SAA #ISIL. Dettagli strepitosi riguardanti gli attacchi dell'esercito siriano della notte scorsa. L'operazione e' durata dalle 1 del mattino fino alle 5. Con finti attacchi i jet hanno sorvolato a bassa quota Raqqa a ondate infrangendo il muro del suono ripetutamente creando una vera situazione di panico nei terroristi costringendoli ai refugi sotterranei con il loro personale. Alle 2 del mattino esatte avviene un primo attacco al quartier generale dell'ISIS a 25 km ad est di Raqqa distruggendo le batterie anti aerei e le camionette con mitragliatrici pesanti attorno. La sorpresa avviene tramite 3 elicotteri da trasporto che silenziosamente fanno sbarcare un'intera unita' dei reparti speciali al comando di diversi alti ufficiali comandati da un generale di stato maggiore in persona (nome riservato ma molto intuibile) Notizie dei servizi davano per certa la notizia di un super meeting dei comandanti di piu' alto grado dell'ISIS nel HQ
I reparti speciali del SAA s'avvicinano silenziosi nel fragore dei jet, circondano il campo e con enorme sorpresa dei terroristi avviene lo sfondamento. Altre unita' nel frattempo si appostano lungo la strada che porta al campo dalla citta' e, con l'appoggio dell'aviazione ed elicotteri d'attacco, inceneriscono qualsiasi vettura tenti di soccorrere il HQ. Lo sfondamento e' fulmineo con i seguenti risultati:
- L'intero gruppo all'interno, piu' di 300 terroristi, vengono eliminati
- 4 comandanti regionali di ISIS, compreso l'Iraq, sono eleminati
- Comandanti e personaggi di altissimo profilo vengono fatti prigionieri: massimo riserbo sulla loro identita' ma si assicura che la loro cattura causera' cambiamenti drastici a livello dell'intera regione
- Un solo ferito dei reparti speciali e in maniera lieve si assicura.
L'unita', con il suo preziosissimo bottino di misteriosi prigionieri, si imbarca sugli elicotteri da trasporto e si allontana. Le altre unita' aeree e di appoggio continuano la copertura e i finti attacchi e sfondamento del muro del suono per un'altra ora.
VIVA il grande Esercito Siriano
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

BBC Rivela: Piano segreto UK-USA per addestrare terroristi in Giordania e Turchia e sperderli in #Siria. La Granbretagna ha elaborato piani per addestrare ed equipaggiare migliaia di militanti presso le basi in Turchia e Giordania per combattere contro il governo del presidente siriano Bashar al-Assad, i rapporti dicono.
L'emittente statale britannica BBC ha detto in un recente rapporto che il piano segreto è stato avviato dal più anziano ufficiale militare britannico, il generale David Richards.
Il piano è stato poi esaminato e approvato dal primo ministro britannico, il Consiglio di Sicurezza Nazionale (NSC), così anche dai funzionari americani, ha aggiunto.
Le fonti hanno anche rivelato che gli istruttori militari statunitensi hanno addestrato militanti Takfiri del cosiddetto Stato islamico dell'Iraq e il Levante (#ISIL) in una base segreta in Giordania nel 2012. Almeno uno dei campi di addestramento #ISIS si trova nella vicinanze della base aerea turco, Incirlik, che ospita le attrezzature e il personale USA.
http://www.presstv.ir/detail/2014/07/04/369861/uk-trained-militants-to-topple-assad/
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

TUTTI SANNO GIà, CHE USA, CI HA UCCISO TUTTI, NELLA GUERRA MONDIALE! Ucraina. Il nuovo ministro della Difesa promette di recuperare la Crimea. Il presidente dell'Ucraina Poroshenko ha nominato un nuovo ministro della difesa, Valeriy Heletey.
Il neo ministro ha promesso che l'esercito avrebbe ripreso il controllo della Crimea, ripristinando l'integrità territoriale del paese. In un discorso al Parlamento di Kie Heletey ha dichiarato: "Ci sarà una parata per la vittoria ... a Sebastopoli, in Ucraina "
IL CALIFFATO IN #IRAQ E #SIRIA E’ UN PROGETTO DEGLI #USA
L’ISIS in Siria vuole integrare la Siria con l’Iraq, e in pratica l’obiettivo è di dividere entrambi i paesi e creare stati settari omogenei e riservati ai sunniti, mentre altri gruppi come gli sciiti, i cristiani, i drusi sarebbero tutti espulsi. Questo è il motivo per cui abbiamo persone nelle forze siriane anti-governative, ovvero gli insorti, che, ormai da diversi anni, perché l’insurrezione è cominciata nel 2011, proclamano: “Gli alawiti a terra, e i cristiani in Libano!” Perché questo è ciò che stanno tentando di fare, ciò che si potrebbe chiamare pulizia etnica.
http://www.controinformazione.info/il-califfato-in-iraq-e-siria-e-un-progetto-degli-usa/
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

#Homs. Una notizia piacevole degna di nota
Oggi a Homs (vedere link alla fine) nell'antichissima chiesa di Nostra Signora della Cintura (la quarta di tutta la cristianita'), distrutta dai terriristi, liberata dal SAA e restaurata a mano sia dai cristiani che dai musulmani della citta', sono stati celebrati i primi due matrimoni dopo 2 anni di dolori e sofferenze.
La vita e la civilta' tornano a trionfare ovunque passi l'esercito siriano protettore e liberatore della patria.
حمص: كنيسة أم الزنار تحتضن من جديد أكاليل الفرح
===================
Dietro l'ascesa di Boko Haram: disastri ecologici, crisi petrolifera, spy games
Keenan sospetta che l'avidità di gas e greggio dell'Occidente ha portato il nostro governo a chiudere un occhio sul ruolo di Stati ricchi di petrolio quali l'Algeria nella promozione del terrorismo regionale – e a sfruttare invece il caos risultante per legittimare gli sforzi per consolidare l'accesso alle rimanenti riserve energetiche africane.
  http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=6121&pg=7826
Se questa analisi è corretta, allora le centinaia di ragazze innocenti rapite in Nigeria non sono solo vittime del fanatismo islamista; sono anche vittime di fallite di politiche estere, economiche e di sicurezza legate alla nostra infernale dipendenza dall'oro nero.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

#Siria, Terroristi neutralizzati in pianure di Rankous nella battaglia di Qalamoun per chiudere il confine con il #Libano, nelle ultime ore, la battaglia è ancora in corso. #Siria, 9 membri della stessa famiglia, Mahamid, sono stati massacrati per mano dei terroristi Nusra a Daraa, dopo essere stati rapiti. Autorità britanniche congelano i beni dei terroristi che hanno aderito ai combattimenti in #Siria #Siria, Terroristi uccidono 3 bambini feriscono gravemente la mamma, quando un colpo di mortaio ha centrato la loro tavola dell'Iftar dopo il digiuno di Ramadan a DeirEzzour. #‎Siria‬, Centinaia di colpi di mortaio, Razzi Grad, Proiettili anti-armature, missili artigianali maschere anti-gas, son i ritrovamenti dell'esercito durante l'ispezionamento della città industriale bonificata di Shiekh Najjar ad ‪#‎Aleppo‬. #Siria, #USA, Rand Paul ammette "abbiamo armato l'Isis". Ma omette parte della storia
http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=8256
Rand Paul ammette "abbiamo armato l'Isis". Ma omette parte della storia - World Affairs -... www.lantidiplomatico.it Rand Paul ammette #Siria, Gruppo terroristico assassina l'Imam della moschea al-Sahaba, lo sceicco Ali al-Saif in località Dumair sobborgo Damasco
#Siria #Aleppo Ritrovamenti dell'esercito nella città industriale bonificata fabbriche di missili artigianali http://t.co/6KO8EvIqNg #SAA. In numerose pagine pro terroristi islamici e' solito deridere le ragazze siriane del SAA, soldatesse estremamente attive e pEricolose, con la frase "dov'e' la vostra femminilita'?" Questa soldatessa risponde a nome di tutte: "La mia femminilita' e' a caccia della vostra verilita'!" Fierissimi delle nostre sorelle siriane. #ISIS-ISIL #Iraq #Ninawa. Il califfato giustizia brutalmente una signora a Ninawa rea di essere una tassista! Nella motivazione della condanna a morte si legge: "donna rea di praticare un lavoro proibito alle donne nella shari'a"
Copia perfetta dei loro creatori sauditi dove e' proibito alle donne guidare per i medesimi motivi. http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=8256 #ISIS-ISIL. Il neo califfato emette il suo passaporto.
Traduzione del frontespizio: Califfato Islamico (stemma) "Gli eserciti si muoveranno al nuocere del portatore di questo passaporto" Ora mancano solo le amabasciate: Chissa' a Roma dove la apriranno, oppure se andranno in economia aspettando la promessa conquista.
Rand Paul ammette "abbiamo armato l'Isis". Ma omette parte della storia.
"Ogni americano che abbia supportato in qualunque modo l'ISIS ha commesso una gravissima violazione del diritto internazionale"
Il senatore americano Rand Paul ha ammesso all'emittente televisiva CNN che gli Stati Uniti hanno supportato l'ISIS perchè supportasse i suoi alleati in Siria. "Credo che dovremo prima di tutto comprendere il perché siamo arrivati a questa situazione. Io penso che una delle ragioni sul perché sia stato incoraggiato è perché stiamo armando i loro alleati. Siamo stati alleati con l'ISIS in Siria".
Scrive, tuttavia, Nsnbc come il senatore Paul, che ha ragione nell'affermare il sostegno americano in Siria, omette di dire come l'Isis sia stato un alleato degli Usa anche nella guerra in Iraq. L'Isis è infatti emerso come un insieme di  forze mercenarie addestrate, finanziate e comandate dagli Stati Uniti. Un articolo pubblicato il 22 giugno da Christof Lehmann di nsnbc sono pubblicati i dettagli di una conversazione avuta con una persona molto vicina all'ex primo ministro libanese, il multi miliardario Saad Hariri. L'articolo rileva come la luce verde per l'uso delle brigate dell'Isis per destabilizzare l'Iraq e allargare il conflitto siriano in una guerra di tutto il Medio Oriente che comprendesse anche l'Iran era stato dato a porte chiuse in un incontro del Consiglio Atlantico in Turchia nel novembre del 2013. Secondo questa fonte l'ambasciata americana di Ankara era il quartier generale delle operazioni.
L'articolo cita la fonte di Hariri dire che preminenti cittadini americani stavano pianificando l'attuale campagna dell'ISIS dal 2013 e che nessuna decisione fosse presa senza il via libera dell'ambasciatore Usa in Turchia, Riccardione. Si legge:“Chi esattamente ha fatto pressioni ad Obama? Non lo so. Sospetto che Kerry abbia avuto una parte. E' più importante da dove quel messaggio è arrivato, Kissinger, Scowcroft, Nuland, il clan Keagan, Stavridis, Petreaus, Riccardione, e la folla di neo-con al Consiglio Atlantico. Per quanto ne sappia 'qualcuno' ha detto ad Obama che era meglio far pressioni ad al-Maliki di procedere con l'autonomia curda dal novembre del 2013. Per quanto ne so, nessun passo è avvenuto senza l'Ambasciatore Riccardione”.
Un altro fatto che pare essere scappato al senatore Rand Paul, conclude correttamente Nscn, è che ogni americano che abbia supportato in qualunque modo l'ISIS, non importa se stesse combattendo in Siria ed in Iraq, ha commesso una gravissima violazione del diritto internazionale.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

Kiev soddisfatta dell'andamento dell'operazione militare in Ucraina orientale. "Abbiamo un piano elaborato dallo stato maggiore generale, in base al quale operiamo. Ogni giorno ci sono progressi,"- ha dichiarato l'ufficio stampa del ministero degli Affari Interni dell'Ucraina, citando le parole di Arsen Avakov, responsabile del dicastero. Oggi le forze di sicurezza hanno preso il controllo delle città di Artemovsk e Druzhkovka della regione di Donetsk. Questa settimana quasi 2mila separatisti hanno lasciato le città di Slavyansk e Kramatorsk a nord della regione, ritirandosi a Donetsk e Gorlovka. Attualmente l'esercito ucraino prosegue l'offensiva nella parte meridionale della regione. Contemporaneamente un civile è rimasto ucciso, mentre due sono stati feriti oggi a seguito dei combattimenti tra le forze di sicurezza ucraine e i separatisti a Lugansk.
La regione di San Pietroburgo accoglie 68 profughi dall'Ucraina. Due pullman con 68 profughi provenienti dall'Ucraina sono arrivati domenica nella regione di San Pietroburgo, è scritto in un comunicato della Protezione Civile russa.
In precedenza l'amministrazione dell'Oblast' locale aveva riferito che nella regione di San Pietroburgo si trovavano già circa 300 rifugiati provenienti dall'Ucraina.
L'afflusso di profughi dalla parte sud-orientale dell'Ucraina verso la Russia è aumentato drammaticamente da giugno, sullo sfondo della lotta per l'indipendenza tra il Donbass e le forze di sicurezza di Kiev. Più di 40 regioni russe sono state coinvolte per dare ospitalità ai rifugiati ucraini.
Oggi nelle regioni russe sono distribuiti oltre 280 centri di accoglienza temporanea, in cui ci sono ospitati più di 18mila rifugiati.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

A Slavyansk le forze ucraine conducono rastrellamento della popolazione maschile. A Slavyansk le forze di sicurezza ucraine hanno arrestato tutti gli agenti di polizia e gli uomini di età compresa tra i 25 e 35 anni, ha dichiarato oggi in un'intervista con i giornalisti russi Oleg Tsarev, il presidente del Parlamento dell'Unione delle Repubbliche separatiste Popolari di Lugansk e Donetsk. "Durante la notte le forze di sicurezza ucraine hanno arrestato tutti i poliziotti e li hanno portati via dalla città. Stanno arrestando tutti i ragazzi tra i 25 e 35 anni d'età, a prescindere che abbiano combattuto o meno; sono in corso perquisizioni. Vengono schedati coloro che hanno contribuito a curare e dare da mangiare ai feriti "- racconta Tsarev.
Per l'imponente offensiva dell'esercito ucraino, le forze separatiste sono state costrette a lasciare questa settimana Slavyansk. Commentando questa situazione, Tsarev ha dichiarato: "Siamo sicuri che ci torneremo. La guerra sarà lunga e difficile."

Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
13 ore fa

Julija Tymošenko e Hillary Clinton, hanno gli stessi demoni in comune! sono due criminali senza più possibilità di redenzione! la voce dei popoli non ha un significato per la loro ambizione! fORSE è ANDATO PUTIN A VOTARE CON UNA DELEGA, IN TUTTI I SEGGI ELETTORALI? soltanto la sinagoga di satana, il FMI NWO, NATO, Bildenberg, talmud agenda.. e chi vuole avere successo, poi, deve parlare la voce del padrone più forte! ISRAELE NON POTREBBE AVERE TRADITORI PIù PERICOLOSI! è INTOLLERABILE PER NATO USA, IMPERIALISMO ROTHSCHILD, LA ESISTENZA DI POPOLI NON SOTTOMESSI AL DISSANGUAMENTO DEL SIGNORAGGIO BANCARIO, USUROCRATICO, RUBATO ALLA COSTITUZIONE! INTOLLERABILE LA ESISTENZA DI POPOLI SOVRANI E LIBERI! ] [ Crisi ucraina, Hillary Clinton attacca Putin: "può essere pericoloso". L'ex segretario di Stato americano Hillary Clinton ha invitato i leader occidentali ad inviare al presidente russo Vladimir Putin un "segnale chiaro" a seguito della crisi in corso in Ucraina.
"Penso che possa essere pericoloso. Un uomo come Putin è sempre al limite,"- ha affermato la Clinton in un'intervista con i giornalisti tedeschi a Berlino, dove è arrivata per la presentazione di un libro di sue memorie.
La risposta per "l'aggressione in corso in Ucraina," è convinta la Clinton, deve essere espressa da una posizione unitaria dei Paesi occidentali. La possibile candidata per la presidenza degli Stati Uniti ritiene che la maggioranza degli ucraini voglia vivere in un Paese indipendente, che svolgerà il ruolo di ponte tra l'Occidente e la Russia.

Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
15 ore fa

cosa dicono queste persone?  cosa hanno da dire? ] [ Gli irriducibili di Maidan ci ripensano: non si scioglie il presidio a Kiev. I manifestanti di Maidan a Kiev non si stanno preparando a lasciare il presidio nel centro della città, riportano i media locali. "Maidan non va da nessuna parte. In piazza stanno tornando i patrioti,"- citano i giornalisti ucraini le parole di Nikolay Bondarj, comandante di una delle unità dell'autodifesa del movimento. In precedenza era stato riferito che i manifestanti di Maidan stavano lasciando il presidio in centro per trasferirsi nella "cittadella di Kiev", complesso architettonico. Questa decisione era stata presa dai dimostranti in relazione al "discredito delle idee di Maidan e dell'autodifesa" da parte di altre persone che si erano stabilite nella piazza principale di Kiev, hanno affermato in un messaggio diffuso in diretta alla televisione ucraina.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
15 ore fa

In precedenza un rappresentante del Consiglio di Sicurezza Nazionale e di Difesa dell'Ucraina Andriy Lysenko aveva dichiarato che le truppe ucraine non “avrebbero attaccato i grandi centri abitati”. ] [ Gaffe della CNN: confonde la Crimea con la regione di Donetsk. In diretta al notiziario della CNN è stata mostrata la carta geografica dell'Ucraina, in cui Slavyansk veniva raffigurata sul territorio della Russia, in Crimea. La corrispondente mappa è stata utilizzata durante il servizio sulla riconquista da parte dell'esercito ucraino di Kramatorsk e della stessa Slavyansk.
Entrambe le città appartengono alla regione di Donetsk e sono distanti dalla Crimea di circa 450 chilometri. I separatisti filorussi accusano Kiev di bombardare Lugansk con i lanciarazzi “Grad”. Le forze separatiste della Repubblica Popolare di Lugansk hanno dichiarato che l'esercito ucraino ha bombardato i quartieri residenziali di Lugansk con l'artiglieria. Secondo gli indipendentisti, si è sviluppato un incendio a seguito di un attacco condotto con i lanciarazzi "Grad".
A seguito del bombardamento, diversi edifici sono in fiamme e si contano feriti. "Gli abitanti trovano riparo nei rifugi antiaerei o lasciano il quartiere bombardato," - affermano le forze separatiste.
In precedenza un rappresentante del Consiglio di Sicurezza Nazionale e di Difesa dell'Ucraina Andriy Lysenko aveva dichiarato che le truppe ucraine non “avrebbero attaccato i grandi centri abitati”.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
16 ore fa

l'organismo simbiotico collettivo del NWO, Farisei di satana si regge sulla paura, di certo non sulla fiducia! ] La spia tedesca ingaggiata dagli USA proponeva i suoi servigi alla Russia. L'agente doppiogiochista dei servizi segreti tedeschi aveva cercato di offrire i propri servigi alla Russia. Ne parla il giornale The Independent, citando una fonte nei servizi di intelligence tedeschi. Secondo il quotidiano, la spia ha molto probabilmente venduto almeno 300 documenti segreti agli Stati Uniti, scaricati dai computer dell'intelligence della Germania. Tre settimane prima del suo arresto aveva inviato una e-mail all'ambasciata russa in Germania, in cui offriva la sua collaborazione. La mail è stata intercettata dal controspionaggio di Berlino.
Le autorità tedesche hanno arrestato l'agente 31enne, che ha confessato di aver trasmesso all'agenzia di intelligence degli Stati Uniti della NSA (National Security Agency) i dati sui lavori di una task force speciale relativa alle indagini sulle attività dei
servizi segreti americani in Germania.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
16 ore fa

i massoni Bildenberg, Troika Merkel Rothschils, Bush 322 Kerry, hanno trascinato, l'Europa in crimine così grave, contro il Genere umano, che, non si vedeva un predente dai tempi di Hitler! ] [ Nel centro di Lugansk raccolta firme per una petizione all'ONU. In Ucraina orientale, nel centro di Lugansk, è in corso una raccolta firme per una petizione dei cittadini dell'autoproclamatasi Repubblica Popolare di Lugansk al segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon, in cui chiedono protezione, riferiscono i media locali. "Vogliamo attirare l'attenzione delle Nazioni Unite e della comunità mondiale sulla situazione nella regione di Lugansk. Il governo di Kiev, violando le norme della propria Costituzione, ha dato ordini per impiegare l'esercito contro un popolo. La cosiddetta operazione antiterrorismo non è altro che un eccidio di civili. L'aviazione e l'artiglieria attaccano quartieri pacifici, provocando morte tra donne, bambini, anziani,"- si legge nella petizione.

Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
16 ore fa

Kiev promette di non bombardare nè Lugansk nè Donetsk. perché, lo hanno già fatto, sono già stati bombardati! poi, le milizie territoriali sono usciti dalla città, per impedire danni ulteriori! [ I separatisti filorussi accusano Kiev di bombardare Lugansk con i lanciarazzi “Grad” ] [  Le forze di sicurezza ucraine non impiegheranno l'aviazione per bombardare Donetsk e Lugansk. Lo ha dichiarato il portavoce del centro di informazione del Consiglio di Sicurezza Nazionale e Difesa dell'Ucraina Andriy Lysenko. Secondo lui, i raid aerei e gli attacchi di artiglieria vengono effettuati solo sulle colonne delle forze separatiste che si muovono tra i vari centri abitati. Nelle città non verranno dispiegate le forze speciali.
Contemporaneamente RIA Novosti riferisce che nel centro di Donetsk si sentono raffiche di mitra ed esplosioni. Inoltre l'esercito ucraino ha cominciato a bombardare Karlovka, paese a 15 chilometri da Donetsk, dove si trova il confine virtuale tra il territorio controllato dai separatisti e dall'esercito ucraino.
Bimba russa riportata in patria dalla regione di Donetsk
Una bambina di 6 anni della Federazione Russa è stata evacuata dalla regione di Donetsk su richiesta della madre. Lo ha annunciato il commissario del Cremlino per i Diritti dell'Infanzia Pavel Astakhov.
Ha osservato che per portare fuori dalle zone dell'operazione militare di Kiev nella regione di Donetsk hanno contribuito dei volontari.
Ieri sera la bambina, ospitata da sua nonna nel paese di Marinka della regione di Donetsk, ha attraversato il confine russo.

Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
16 ore fa

la pulizia etnica del dissenso? cosa è allora. di diverso il nazismo? CIA, BILDENBERG, NATO MERKEL KIEV SONO IL NAZISMO ] Nei pressi di Slavyansk e Kramatorsk si riprende a sparare. In alcuni quartieri periferici di Slavyansk e Kramatorsk si è ripreso di nuovo a combattere. L'artiglieria ucraina ha sparato diversi colpi, hanno riferito a RIA Novosti alcuni abitanti del luogo. Nella giornata di ieri il grosso delle forze separatiste si era ritirato da queste città a nord della regione, posizionandosi a Donetsk, Gorlovka e Snezhnoye. Tuttavia avevano fatto sapere di aver lasciato alcune piccole guarnigioni di combattenti e sabotatori a Slavyansk e Kramatorsk.
Contemporaneamente le forze di sicurezza ucraine controllano e perquisiscono gli abitanti di Slavyansk sospettati di aver collaborato con "la Repubblica Popolare di Donetsk" e i suoi combattenti.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
16 ore fa

l'Italia ha perso da tempo, ogni dignità! è il belato più vile, in ossequo dei satanisti americani farisei 322! nei TG Italiani, la tragedia del novorossia donbass, che, sta avvenendo nel cuore della Europa? semplicemente non esiste! ] [ La Francia chiede di interrompere le operazioni militari in Ucraina. L'Ucraina deve fermare al più presto l'operazione militare, ha dichiarato il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius. Secondo lui, la tregua è la condizione principale per la risoluzione della crisi nel Paese. "Verso questo approccio la Russia ha compiuto alcuni passi ben precisi, serve tenerne conto. In particolare ha proposto che i rappresentanti dell'Ucraina e dell'OSCE monitorino la situazione in alcuni punti di frontiera al confine con l'Ucraina," - ha notato Fabius. E' convinto che una soluzione politico-diplomatica possa essere raggiunta attraverso il dialogo nell'ambito di una task force internazionale di contatto per la risoluzione della crisi in Ucraina. "Su questo punto l'accordo è stato raggiunto a Berlino questa settimana," - ha detto il capo della diplomazia francese.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
16 ore fa

questa è la vera interpretazione del Corano, questi sono i metodi con cui la LEGA ARABA si è formata: il genocidio sistematico! Certo, se ci fosse un metodo scientifico, storico critico, poi, non ci sarebbero tanti omicidi, poi, questo islam non potrebbe sopravvivere! ] [ In Libia uomini armati rapiscono tecnico italiano e 2 colleghi europei. In Libia sono stati rapiti 3 ingegneri europei che lavorano per una società di costruzioni italiana. Lo ha dichiarato un rappresentante del governo libico. Il fatto si è verificato a Zuwara, nel nord-ovest del Paese. Nella città è stata trovata un'auto abbandonata, con cui in precedenza si muovevano l'italiano, il macedone e il bosniaco. Altri dettagli non sono stati resi noti. Negli ultimi anni in Libia si osserva un aumento dei crimini legati al sequestro di cittadini stranieri.
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
19 ore fa

intollerabile criminalità di Sri Lanka, dove è la comunità internazionale? ]] , population protest authorities: You are responsible for enforced disappearances. Sri Lanka, la población contra las autoridades: Sois responsables de las desapariciones forzadas. de Melani Manel Perera El Collective of the Families of Disappeared (Fod) y el Christian Solidarity Movement (Csm) organizaron una manifestación pacífica en honor de Madushka Haris da Silva, desaparecido hace 10 meses. Fue tomado por hombres que decían ser "policías". Anuradhapura (AsiaNews) - "Las autoridades son responsables de las desapariciones forzadas que tienen lugar en Sri Lanka. Queremos respuestas por Madushka y para aquellos que como él fueron  secuestrados". Es la petición realizada por cientos de personas - laicos, sacerdotes, monjas y activistas sociales - a la policía y la Comisión para los Derechos Humanos en Anuradhapura. Aquí el 2 de julio pasado el Collective of the Families of Disappeared (Fod) y el Christian Solidarity Movement (Csm) organizaron una manifestación pacífica en honor de Madushka Haris da Silva, que desapareció hace más de 10 meses. A principios de junio AsiaNews la historia de este hombre, a través del testimonio de su esposa Mauri Inoka. El marido fue secuestrado el 02 de septiembre de 2013, arrastrado por la fuerza hasta el borde de una camioneta blanca por hombres que se identificaron como policías. Desde entonces, no ha habido noticias de él. Luxman y Gayan, dos amigos de Madushka presentes en el evento, dijeron a AsiaNews:. "Continuamos la búsqueda de nuestro querido amigo. Nos oponemos a este secuestro y el silencio de la policía y las autoridades, que no hacen nada cuando nos quejamos de su desaparición".
"La tortura, el secuestro, la corrupción y cualquier tipo de impunidad - dice a AsiaNews Sor Deepa Fernando, secretario del Christian Solidarity Movement - se han convertido en un comportamiento natural en nuestra tierra. Hemos participado en esta protesta por a la desaparición de Madushka para decir que nos oponemos a toda forma de injusticia. La vida de Jesús es nuestra fuerza interior, que va a trabajar para el beneficio de nuestros hermanos y hermanas oprimidos". The Collective of the Families of the Disappeared (FOD) and the Christian Solidarity Movement (CSM) organize a peaceful demonstration in honor of Madushka Haris da Silva, who disappeared over 10 months ago. He was detained by men claiming to be "police". Anuradhapura (AsiaNews) - "The authorities are responsible for enforced disappearances taking place in Sri Lanka. We want answers about Madushka and for those who were seized like him".  This was the demand made by hundreds of people - lay people, priests, nuns and social activists -  to the police and the Commission for Human Rights in Anuradhapura. On July 2, the Collective of the Families of the Disappeared (FOD) and the Christian Solidarity Movement (CSM) organized a peaceful demonstration in the city in honor of Madushka Haris da Silva, who disappeared over 10 months ago.
In early June AsiaNews told the story of this man, through the testimony of his wife Mauri Inoka. Her husband was seized on September 2, 2013, dragged by force to a white van by men who identified themselves as policemen. Since then, there has been no news of him. Luxman and Gayan, two friends of Madushka present at the event, told AsiaNews: "We oppose this abduction and silence of the police and all authorities because the people responsible still live freely in Anuradhapura town. There has been no any action or punishment but our friend who was done nothing was abducted and disappeared". "Torture, kidnapping, corruption and all kinds of impunity have become a natural behavior in our land" - Sister Deepa Fernando, secretary of the Christian Solidarity Movement tells AsiaNews. "We have participated in this protest over the disappearance of Madushka to say that we are opposed to every form of injustice. The life of Jesus is our inner strength, it helps us work for the good of our oppressed brothers and sisters". 05/07/2014. SRI LANKA. Sri Lanka, la popolazione contro le autorità: Siete responsabili delle sparizioni forzate. Il Collective of the Families of Disappeared (Fod) e il Christian Solidarity Movement (Csm) hanno organizzato una manifestazione pacifica in onore di Madushka Haris da Silva, scomparso da oltre 10 mesi. È stato prelevato da uomini presentatisi come "poliziotti". Anuradhapura (AsiaNews) - "Le autorità sono responsabili delle sparizioni forzate che avvengono in Sri Lanka. Vogliamo risposte per Madushka e chi come lui è stato sequestrato". È la richiesta presentata da centinaia di persone - laici, sacerdoti, suore e attivisti sociali - alla polizia e alla Commissione per i diritti umani ad Anuradhapura. Qui il 2 luglio scorso il Collective of the Families of Disappeared (Fod) e il Christian Solidarity Movement (Csm) hanno organizzato una manifestazione pacifica in onore di Madushka Haris da Silva, scomparso da oltre 10 mesi. All'inizio di giugno AsiaNews ha raccontato la storia di questo uomo, attraverso la testimonianza di sua moglie Mauri Inoka. Il marito è stato sequestrato il 2 settembre 2013, trascinato con la forza a bordo di un furgone bianco da uomini che si sono identificati come poliziotti. Da allora, non si sono più avute notizie di lui. Luxman e Gayan, due amici di Madushka presenti alla manifestazione, spiegano ad AsiaNews: "Noi continuiamo a cercare il nostro caro amico. Ci opponiamo a questo sequestro e al silenzio della polizia e delle autorità, che non hanno fatto nulla quando abbiamo denunciato la sua scomparsa".
"Torture, sequestri, corruzione e ogni tipo di impunità - afferma ad AsiaNews suor Deepa Fernando, segretario del Christian Solidarity Movement - sono diventati un comportamento naturale nella nostra terra. Abbiamo partecipato a questa protesta per la sparizione di Madushka per dire che siamo contrari a ogni forma di ingiustizia. La vita di Gesù è la nostra forza interiore, che si spinge a impegnarci per il bene dei nostri fratelli e sorelle oppressi". 阿努拉德普勒(亚洲新闻)-七月二日,百余天主 教司铎、修女、平信徒和社会活跃人士在斯里兰卡阿努拉德普勒举行和平示威,指责"政府当局是斯里兰卡人被强制失踪的主要责任者,我们要求当局就马杜什卡以 及所有像他一样失踪的人的下落作出解释"。"失踪人员家庭协会"以及"基督教团结互助运动"组织的这次和平示威,旨在纪念马杜什卡·哈里斯·达西尔瓦失踪 十个月。期间,向阿努拉德普勒警方和人权委员会提出了上述要求。
            二O一三年九月二日,马杜什卡被自称"警察"的人强行押上了一辆白色货车带走后下落不明。
            游行队伍中的马杜什卡的两位朋友鲁克斯曼和伽延告诉本社,"我们将继续寻找我们的好朋友。我们坚决抵制警方和当局这种强行绑架行径,我们报案后,他们没有采取任何行动"。
            "基督教团结互助运动"组织秘书迪帕·费尔南多修女也向本社证实,"酷刑、绑架、腐败、歹徒逍遥法外已经是我们这片土地上司空见惯的行径。我们参加这次示 威旨在告诉人们,我们反对各种形式的不正义现象。耶稣的生活是我们的内在力量,激励我们努力为受压制的兄弟姐妹们服务"。
 ·
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
19 ore fa

Re dell'Arabia Saudita Abdullah bin Abdul Aziz Al Saud, -- perché, tu fai mancare il tuo contributo, e non sollevi la tua voce, in protezione di queste persone innocenti? FORSE, perché, QUANDO TU ADORI IL TUO IDOLO PIETRA, E, e poi, tu TI METTI A 90GRADI, POI, I TUOI PADRONI SATANISTI, loro POSSONO SEMPRE APPROFITTARE, della tua sublime spiritualità: piacere intenso, di genocidio sharia sterminio, in ogni modo, Ummah nazi sharia?
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
19 ore fa

Re dell'Arabia Saudita Abdullah bin Abdul Aziz Al Saud, -- perché, tu fai mancare il tuo contributo, e non sollevi la tua voce, in protezione di queste persone innocenti?
Rispondi
 ·
lorenzojhwh uniusrei
19 ore fa

Profughi ucraini nel centro d'accoglienza della regione di Rostov [[ chissà, se, nella coscienza della Merkel, è stato salvato, che, al contrario, nel Governo massonico europeo, tutti gli altri hanno perso, e poi, quando lei si vede allo specchio, gli viene da vomitare! Cosa, dicono i principi democratici? tutti i Bildenberg lo hanno dimenticato, sull'altare di Rothschild! ]] Il numero di rifugiati registrati provenienti dall’Ucraina ha superato i 150 mila.
Avakov ha definito i confini del corridoio umanitario in Ucraina.
32.000 evacuati dall'Ucraina dell’est dall'inizio dell’operazione speciale.
L'aereo della Protezione Civile russa fornisce cibo ai profughi ucraini
5 luglio 2014,
Fuoco contro convoglio di rifugiati ucraini nei pressi del confine russo
2 luglio,
Puchkov: i rifugiati ucraini saranno forniti di cibo e tende aggiuntive
21 giugno,
I profughi ucraini vengono ospitati in tutta la Russia
5 giugno,
Russia, oltre mille ucraini chiedono asilo nella regione di Belgorod.
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/06/1506787180/01-RIAN_02458392.HR.ru.jpg
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/06/1506787182/02-RIAN_02458383.HR.ru.jpg
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/06/1506787176/03-RIAN_02458391.HR.ru.jpg
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/06/1506787178/04-RIAN_02458385.HR.ru.jpg
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/06/1506787174/06-RIAN_02458390.HR.ru.jpg
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/06/1506787168/07-RIAN_02458386.HR.ru.jpg

Post più popolari